Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 21
  1. #11
    Moderatore Solidworks L'avatar di Oldwarper
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    2098
    Professione
    Progettista
    Regione
    Emilia Romagna
    Software
    Solidworks, Cimatron IT, Cimatron E, Rhino, AutoCAD, Logopress, Solidcam

    Predefinito

    Marcof
    07-06-2005, 22.34.10

    Sono appena tornato da una mangiata di tigelle abbondantemente condite con lardo e lubrificate a lambrusco, e mi trovo questo succulento post al quale, sebbene non lucidissimo, tenter di rispondere....burp!

    Marcof sei mitico.
    Seeee. Sfotti pure !

    Marco_f dice
    Gli elementi strutturali inseriti in multibody cos come te li ho descritti li fai dentro un PARTE, che contiele lo sketch di riferimento. Della tua carpenteria multibody avrai poi le distinte di taglio e i vari codici dei pezzi che hai stabilito. Ma tutto dentro la parte !!
    Se poi ti serve converti la parte in assieme e hai un file per ogni pezzo come piace a te

    Tecnomarca dice
    Si per allora parti in assembly, in part, o in che cosa? (ma che casino sto SWX!)
    Se stai lavorando su un assembly e vuoi avere la tua carpenteria associata sempre alla struttura principale mi pare chiaro che parti da li. Modellazione top-down, niente di pi o di meno......

    Tecnomarca dice:
    Io non ho necessit del multiboby perch creare una parte dall'ASM di SE e passare da un ambiente all'altro manco me ne accorgo.
    Neanche io me ne accorgo, anzi in SWX non ci sono gli ambienti come tu li definisci e come mi pare li definisca anche SE (c' un file eseguibile per ogni ambiente no?) Io semplicemente modello parti , assiemi, parti dentro assiemi, lamiere dentro part o assiemii ecc senza nessun cambiamento di interfaccia se non i menu che si adeguano automaticamente a quello che stai facendo.
    Anzi, tanto per flammare ricordo che per creare una parte nuova nell'assembly di SE14 era un bel traffico. Li si che c'era da compilare un rogito [cit. Tecnomarca...]

    Tecnomarca dice:
    Se definisci pi componenti in un file di parte multibody mi viene da
    pansare, che non sia poi cos pratico passare dall'ASM alle singole parti in SWX,
    A me viene da pensare che in SE il multibody come in SWX non ci sia
    Il multiboy di SWX serve NON per sostituire l'assieme, ma serve per modellare in maniera pi semplice particolari geometrie. Poi tra le altre cose puoi convertire una parte multicorpo in un assieme o viceversa, ma questo un'altro discorso.
    Anche gli strumenti per la generazioni di carpenterie sono all'interno della parte. Non mi chiedere pero il motivo, anche perch io come ti ho detto non faccio carpenteria e quindi non li uso. PEr conosco molto bene la modellazione top-down in SWX (faccio quasi solo quella) e ti posso assicurare che se devi fare una struttura in componenti che devono essere saldati e quindi di fatto non sono un assieme ma una parte. modellare ogni singolo elemento in assembluy una bella rottura.
    Fare quattro clic su altrettanti segmentidi sketch, dare ok e avere bello che fatto il tuo telaio saldato pronto per essere meso in tavola, con i codici che vuoi e la distinta di taglio per l'officina non mi pare poi una gran fregatura ! Insomma, meglio che un calcio nei denti no?

    Tecnomarca dice:
    mi viene da pensare che non sia poi cos pratico passare dall'ASM alle singole parti in SWX,
    Pensi male....... Hai l'assieme aperto, clic su una faccia qualsiai della parte da modificare poi premi il tasto "p" e sei in modifica parte. Non mi pare troppo macchinoso. Certo col pensiero sarebbe meglio ed tanto che stiamo chiedento questa "enancement" ma ancora niente.......

    ed infatti, se mi ricordo bene, ci sono semafori, vigili urbani e polizia ad ogni ricalcolo come gi in precedenza detto (sai qualcosa sfugge a tutti),
    Non mi era sfuggita, ma dovevo ancora inquadrarti per bene ! Adesso per sei nel centro del mirino e tiro il grilletto: il tuo amico non usa SWX, fa il viglie urbano e a te ha fatto vedere i piano regolatore del traffico cittadino !

    che sia per questo motivo che vi piace tanto la scorciatoia?
    Ok, allora siamo d'accordo: SWX una scorciatoia a SE......

    Poi dai, per via di ironia anche tu non scherzi, e sarai, almeno in questo d'accordo con me, che un p di pepe in queste discussioni non guasta mai!
    Pienamente d'accordo ! Tanto vero che seppure dopo "na magneda...." pantagruelica e con la vista annebbiata mi picco di replicare con diletto alla tua missiva odierna.


    Marcof
    07-06-2005, 22.52.05

    Tecnomarca dice:
    Io uso le famiglie di parte per componenti pi semplici, non ho mai provato ad impostare una famiglia articolata come la tua, penso che con SE avrei delle difficolt. Tu dici che fare questo in SWX molto facile ed intuitivo
    Tanto per chiarire meglio come funziona, quando fai una parte puoi aggiungere manualmente n configurazioni che avranno un nome. Quando lavori in config B, a seconda di come hai impostato le altre configurazioni ogninuova feature che aggiungi sar soppressa o attivata anche nelle altre config a seconda di come le hai impostate. Quindi mentr procedi nella modellazione puoi lavorare indifferentemente in una qualsisasi config e decidere da li che le modifiche che hai fatto si ripercuotano sulle altre. Tutte le grandezze o propriet che sono pilotabili dalle configurazioni ti danno al momento della conferma del valore-caratteristica la possibilit di scegliere se applicarle, alla config corrente, a tutte o a quelle da scegliere in elenco.
    Se usate intelligentemente arrivi alla fine della modellazione del pezzo che hai le config gi pronte per essere attivate con tutte le varianti di feature attive quote ecc gi pronte.
    Il tutto senza necessariamente usare la tabella.
    Se poi usi la tabella dati crei di botto, ma veramente di botto eh!, un catalogo di varianti semplicemente compilando le celle con i valori corretti.


    ferro
    08-06-2005, 09.25.07

    Ciao ragazzi !
    Non entro nel merito dei vostri diversi modi di lavorare ma voglio solo puntualizzare alcune cose...

    @Marcof
    Neanche io me ne accorgo, anzi in SWX non ci sono gli ambienti come tu li definisci e come mi pare li definisca anche SE (c' un file eseguibile per ogni ambiente no?) Io semplicemente modello parti , assiemi, parti dentro assiemi, lamiere dentro part o assiemii ecc senza nessun cambiamento di interfaccia se non i menu che si adeguano automaticamente a quello che stai facendo.

    In SOLID EDGE di eseguibili ce n' solo uno. Gli ambienti che cita Tecnomarca sono solo un cambio di menu, esattamente come in SWX.

    Tanto per chiarire meglio come funziona, quando fai una parte puoi aggiungere manualmente n configurazioni che avranno un nome. Quando lavori in config B, a seconda di come hai impostato le altre configurazioni ogninuova feature che aggiungi sar soppressa o attivata anche nelle altre config a seconda di come le hai impostate.
    CUT
    Nelle versioni fino alla V15 era indubbiamente un casino, ma dalla V16 le cose sono migliorate parecchio ed il funzionamento del tutto analogo a quello descritto da te e con un'interfaccia assolutamente semplificata.

    A me viene da pensare che in SE il multibody come in SWX non ci sia
    Il multibody nelle parti esiste da versioni arcaiche, se ti riferisci alle strutture, vorrei capirne di pi...

    Dove sei andato a mangiare le tigelle ?

    @Tecnomarca
    Che versione di SOLID EDGE usi ?

    Ciao
    Ultima modifica di Sandra_ME30; 16-02-2008 alle 18: 57

  2. #12
    Moderatore Solidworks L'avatar di Oldwarper
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    2098
    Professione
    Progettista
    Regione
    Emilia Romagna
    Software
    Solidworks, Cimatron IT, Cimatron E, Rhino, AutoCAD, Logopress, Solidcam

    Predefinito

    tecnomarca
    08-06-2005, 09.27.39

    Questa, Marcof, troppo simpatica per farti aspettare fino a sera la risposta.
    Sono appena tornato da una mangiata di tigelle abbondantemente condite con lardo e lubrificate a lambrusco, e mi trovo questo succulento post al quale, sebbene non lucidissimo, tenter di rispondere....burp!
    Bene, bene!

    LOOP ON
    Se stai lavorando su un assembly e vuoi avere la tua carpenteria associata sempre alla struttura principale mi pare chiaro che parti da li. Modellazione top-down, niente di pi o di meno......
    Allora si progetta in ASM!

    Neanche io me ne accorgo, anzi in SWX non ci sono gli ambienti come tu li definisci e come mi pare li definisca anche SE (c' un file eseguibile per ogni ambiente no?) Io semplicemente modello parti , assiemi, parti dentro assiemi, lamiere dentro part o assiemii ecc senza nessun cambiamento di interfaccia se non i menu che si adeguano automaticamente a quello che stai facendo.
    Ed per questo che puoi attivare tutte le toolbars, comprese quelle che non ti servono a niente. Tanto per esaltare l'interfaccia utente di SWX.

    Anzi, tanto per flammare ricordo che per creare una parte nuova nell'assembly di SE14 era un bel traffico. Li si che c'era da compilare un rogito
    Non dimostrabile, mentre un fatto che per passare i parametri ad una qualsiasi features di SWX ti si apre una scheda che occupa met schermo.

    Il multiboy di SWX serve NON per sostituire l'assieme, ma serve per modellare in maniera pi semplice particolari geometrie. Poi tra le altre cose puoi convertire una parte multicorpo in un assieme o viceversa, ma questo un'altro discorso
    PALLE! di fatto lo usi come se fosse un assieme, se pi semplice modellare cos: allora il tuo top-down non all'altezza! Oppure cambia cantina

    Anche gli strumenti per la generazioni di carpenterie sono all'interno della parte. Non mi chiedere pero il motivo, anche perch io come ti ho detto non faccio carpenteria e quindi non li uso.
    Te lo dico io il perch. Non assolutamente pi semplice modellare le parti dall'assambly di SWX. In SE tu definisci i componenti di un'ASM anche prima di generarli, poi con un click sei dentro la parte, puoi attivare/disattivare i componenti che ti servono in quel contesto visualizzarli o meno esattamente come si fa in un multibody, solo che con SE io ho tutti i file di parte organizzati e codificati fin da subito, inoltre posso pensare di disegnare il layout nel model 2d ed utilizzare gli schizzi fatti in quel modello 2D dentro gli altri ambienti, provando la funzionalit dell'oggetto prima ancora di aver definito tutte le parti in 3D si chiama modellazione ibrida 2d/3d. Certe caratteristiche di SE sono OLTRE. V16. SE cresce in fretta. V.17 sar incredibile!

    se devi fare una struttura in componenti che devono essere saldati e quindi di fatto non sono un assieme ma una parte. modellare ogni singolo elemento in assembluy una bella rottura.
    Qu potrei essere spietato, ma visto che torni da una bella magnata... il passo si commenta da se.

    Fare quattro clic su altrettanti segmentidi sketch, dare ok e avere bello che fatto il tuo telaio saldato pronto per essere meso in tavola, con i codici che vuoi e la distinta di taglio per l'officina non mi pare poi una gran fregatura ! Insomma, meglio che un calcio nei denti no?
    Non mi pare che ci si impieghi di pi in SE. Non ho detto che sia una fregatura, dico che dovrebbe essere fatto in assembly perch quello, per me, l'ambiente corretto dove progettare le strutture. Ripeto una questione di "metodo".

    Pensi male....... Hai l'assieme aperto, clic su una faccia qualsiai della parte da modificare poi premi il tasto "p" e sei in modifica parte. Non mi pare troppo macchinoso. Certo col pensiero sarebbe meglio ed tanto che stiamo chiedento questa "enancement" ma ancora niente.......
    Come, come, come... usi la tastiera???? Un doppio click come in SE era troppo complicato per i signori di SWX? Poi sul significato della lettera "P" si potrebbe fare facile umorismo.

    Non mi era sfuggita, ma dovevo ancora inquadrarti per bene ! Adesso per sei nel centro del mirino e tiro il grilletto: il tuo amico non usa SWX, fa il viglie urbano e a te ha fatto vedere i piano regolatore del traffico cittadino
    Tranquillo che usa SWX ed pure bravo. Tira, tira, finch carichi lo schioppo a salve...

    Ok, allora siamo d'accordo: SWX una scorciatoia a SE......
    SWX un OTTIMO MCAD e al tempo stesso SE un OTTIMO MCAD. Quindi signori ne leggerete di belle.

    LOOP OFF

    Marcof credo che d' ora in avanti potremo solo ripeterci, arroccati come siamo sulle nostre posizioni percui TI CONCEDO L'ONORE DELL'ULTIMA MOSSA.
    Anche perch non mancheranno altre occasioni per ritornare sull'argomento, magari dopo aver visto le nuove versioni dei due MCAD.
    Ciao. Ciao.

    tecnomarca
    08-06-2005, 09.47.55

    x ferro
    In SOLID EDGE di eseguibili ce n' solo uno. Gli ambienti che cita Tecnomarca sono solo un cambio di menu, esattamente come in SWX.
    E mi sembra pure di aver detto che il passaggio da un'ambiente all'altro avviene in modo del tutto trasparente con un semplice click. Giusto per capire: esiste un'altro termine pi appropriato di "ambiente" per nominare ASM, PAR, PSM, DFT? Se esiste ditemelo cos mi adeguo.

    Nelle versioni fino alla V15 era indubbiamente un casino, ma dalla V16 le cose sono migliorate parecchio ed il funzionamento del tutto analogo a quello descritto da te e con un'interfaccia assolutamente semplificata.
    Ferro sei troppo severo col passato. V16 migliorata, strumenti nuovi, nuovi orizzonti, ma dissento sul fatto che prima fosse un casino. L'evoluzione porta ad indubbi miglioramenti, ma non rinneghiamo il passato. Le famiglie di parte non sono certo ancora potenti come quelle di SWX ma ci si lavora tutto sommato decentemente, le tabelle variabili invece sono da rivedere.

    @Tecnomarca
    Che versione di SOLID EDGE usi ?
    Uso V.16 ed aspetto V.17 spero a breve: sto sollecitando.

    Mi sono appassionato cos tanto che m' scappato l'orario
    Ciao, ciao!


    Marcof
    08-06-2005, 21.08.44

    Ciao ragazzi !
    Il multibody nelle parti esiste da versioni arcaiche, se ti riferisci alle strutture, vorrei capirne di pi...
    Semplicemente questo: in SWX le funzioni per la creazione AUTOMATICAAAAAAA degli elementi strutturali a partire da uno o pi sketch 2d o 3d sono in ambiente part e i vari elementi sono inseriti come multibody, con distinta di tagli, lunghezze codici ecc nel 2d.
    Non usando queste funzioni non ho idea del perch siano state messe in ambiente part e non in assembly. la mia discussione con Tecnomarca per puro "pugnettismo accademico"

    Dove sei andato a mangiare le tigelle ?
    A Modena, dai miei genitori !
    Ultima modifica di Sandra_ME30; 16-02-2008 alle 19: 10

  3. #13
    Moderatore Solidworks L'avatar di Oldwarper
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    2098
    Professione
    Progettista
    Regione
    Emilia Romagna
    Software
    Solidworks, Cimatron IT, Cimatron E, Rhino, AutoCAD, Logopress, Solidcam

    Predefinito

    Marcof
    08-06-2005, 23.34.08

    Questa, Marcof, troppo simpatica per farti aspettare fino a sera la risposta.
    Ok, vuoi fare a chi pi pugnetta? Acceto la sfida anche se premetto subito che sono d'accordo con te e questa discussione rischia di portarci nella terra di nessuno.

    Marco_f dice
    Se stai lavorando su un assembly e .....(cut).

    e Tecnomarca replica
    Allora si progetta in ASM!
    Eh si, se stai facendo un assieme lavori proprio in assembly. E' una nuova feature di SWX ......
    Per nello specifico delle funzioni per l'inserimento in automatico di elementi strutturali allora lavori IN assembly su una sola parte che in multibody ti genera i singoli elementi a partire dallo sketch di riferimento (piazzato dive ti pare) e anche questa procedura top-down. Nel 2d avrai poi i codici, distinte di taglio lunghezze ecc.
    Se per preferisci puoi fare una cosa mista o tutto con singoli elementi progettati top-down.
    Comunque mi far carico di pressare personalmente quei bastardi della SW perch implementino gli strumenti di creasione automatica anche in assembly in modo da poter scegliere se farle multibody o multipart. Te lo giuro !

    Marco_dice
    anzi in SWX non ci sono gli ambienti come tu li definisci e come mi pare li definisca anche SE.....

    e TEcnomarca risponde
    Ed per questo che puoi attivare tutte le toolbars, comprese quelle che non ti servono a niente. Tanto per esaltare l'interfaccia utente di SWX.
    Di default ti si attivano quelle che servono quando servono, ma poi hanno lasciato l'opzione per il tuo amico che permette di avere tanti bei pulsanti tutt'attorno allo schermo......

    un fatto che per passare i parametri ad una qualsiasi features di SWX ti si apre una scheda che occupa met schermo.
    Non ho capito, mi spieghi cosa intendi di preciso con "passare i parametri alle features"?

    Marco_f dice
    Il multiboy di SWX serve NON per sostituire l'assieme, ma serve per modellare in maniera pi semplice particolari geometrie.

    E Tecnomarca insolente risponde:
    PALLE! di fatto lo usi come se fosse un assieme, se pi semplice modellare cos: allora il tuo top-down non all'altezza! Oppure cambia cantina
    Eh no, cos non vale. Non fare lo gnorri ! Hai capito benissimo che tutta questa manfrina relativa solo all'uso del multibody per creare gli elementi strutturali, che se sono fatti dentro all'assieme sono per definizione top-down. Per il rsto ti posso assicurare che la progettazione topdown di SWX facile e potente.
    Mettiamo sul piatto strumeti specifici che ci sono da un parte e dall'altra no ? Cos' tanto per scatenare un'altro bel flame in un thread a parte? Comincia tu a dire cos'hai di bello, che poi io rilancio....

    Marco_f dice
    Anche gli strumenti per la generazioni di carpenterie sono all'interno della parte. Non mi chiedere pero il motivo, anche perch io come ti ho detto non faccio carpenteria e quindi non li uso.

    tecnomarca imprudentemente risponde:
    Te lo dico io il perch. Non assolutamente pi semplice modellare le parti dall'assambly di SWX.
    ROTFL, fatti un favore, vai dal tuo amico e provalo SWX......

    In SE tu definisci i componenti di un'ASM anche prima di generarli,

    Ti riferisci alla creazione in ASM di una parte vuota alla quale per corrisponde un file ? Perch cos lo fai in SWX tutte le volte che crei una parte nuova in ASM.

    poi con un click sei dentro la parte
    Anche in SWX

    puoi attivare/disattivare i componenti che ti servono in quel contesto visualizzarli o meno esattamente come si fa in un multibody, solo che con SE io ho tutti i file di parte organizzati e codificati fin da subito
    Anche in SWX

    inoltre posso pensare di disegnare il layout nel model 2d ed utilizzare gli schizzi fatti in quel modello 2D dentro gli altri ambienti, provando la funzionalit dell'oggetto prima ancora di aver definito tutte le parti in 3D si chiama modellazione ibrida 2d/3d. Certe caratteristiche di SE sono OLTRE. V16. SE cresce in fretta. V.17 sar incredibile!
    Ma ROTFL. Questi giochetti SWX li fa da sempre, quando SE aveva ancora il moccolo al naso (leggi ACIS e propriet di Intergraph)

    Marco_f dice
    se devi fare una struttura in componenti che devono essere saldati e quindi di fatto non sono un assieme ma una parte. modellare ogni singolo elemento in assembluy una bella rottura.

    E tecnomarca impietoso risponde:
    Qu potrei essere spietato, ma visto che torni da una bella magnata... il passo si commenta da se.
    No ti prego, infierisci pure. Io non ho MAI fatto carpenterie saldate quindi ho solo da imparare. Esprimevo opinioni a spannometro.
    Pensando ad una carpenteria saldata, che crea in pratica una parte fisica unica e che finch non ultimata non pu ricevere altre lavorazioni mi chiedo quale sia il motivo di avere le parti separate in file singoli ?
    Non mi dire la codifica e la distinta di taglio perch in SWX nel caso specifico (e dico specifico) degli elementi strutturali ti viene fatta nella messa in tavola della parte.

    Non mi pare che ci si impieghi di pi in SE. Non ho detto che sia una fregatura, dico che dovrebbe essere fatto in assembly perch quello, per me, l'ambiente corretto dove progettare le strutture. Ripeto una questione di "metodo".

    Come, come, come... usi la tastiera???? Un doppio click come in SE era troppo complicato per i signori di SWX? Poi sul significato della lettera "P" si potrebbe fare facile umorismo.
    Uso UN tasto, quando serve, oppure uso il men contestuale. Per quanto riguarda il doppio clic, in SWX serve sulla faccia di una feature qualsiasi (da part, ASM o 2d) per attivarne le quote, fare le modifiche e rigenerare l'assieme senza entrare in modifica della parte ! , Bellino eh !
    Se poi vuoi entrare in modifica della parte per aggiungere feature (perch per toglierle no c' bisogno.....) fai un clic e P, oppure RMB e clic su modifica parte nel men contestuale. non una gran lavorata.
    Mi pare invece che in SE ci fosse qualche manovrina in pi e da ravanare un po' da fare per attivare le quote delle feature dall'assieme......

    Tranquillo che usa SWX ed pure bravo. Tira, tira, finch carichi lo schioppo a salve...
    ROTFL, tu mettiti davanti che ti faccio uno scavo "attraverso tutto"

    SWX un OTTIMO MCAD e al tempo stesso SE un OTTIMO MCAD. Quindi signori ne leggerete di belle.
    Basta che non leggano delle bAlle !

    Marcof credo che d' ora in avanti potremo solo ripeterci, arroccati come siamo sulle nostre posizioni percui TI CONCEDO L'ONORE DELL'ULTIMA MOSSA.
    Cavolo, non ti azzardare a non replicare a questo mio post eh! Ho fatto una fatica boia a quotare (viva i newsreader !......)

    Anche perch non mancheranno altre occasioni per ritornare sull'argomento, magari dopo aver visto le nuove versioni dei due MCAD.
    Vai tu, apri un bel thread sulla modellazione top-down, SWX vs SE


    Marcof
    08-06-2005, 23.37.55

    Chiedo scusa per l'orrenda formattazione del mio ultimo messaggio. BNon ho capito da cosa dipenda. Una cosa certa: odio questo sistema di gestione del quoting e dei messaggi


    UGoverAll
    08-06-2005, 23.55.24

    Ciaso Marcof,
    In effetti la discussione e' interessantye e simpatica...
    Sta formattazione pero' la renede in effetti illeggibile, cavoli...

    Comunque da buon UGiano, io voto per avere il multibody... non sara' strategico, ma averlo e meglio che non averlo.
    Ricordo che in ProE, dove il multibody non c'e' a volte facevo una fatica terribile per simularlo...

    Ciao
    Ultima modifica di Sandra_ME30; 16-02-2008 alle 19: 36

  4. #14
    Moderatore Solidworks L'avatar di Oldwarper
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    2098
    Professione
    Progettista
    Regione
    Emilia Romagna
    Software
    Solidworks, Cimatron IT, Cimatron E, Rhino, AutoCAD, Logopress, Solidcam

    Predefinito

    tecnomarca
    09-06-2005, 09.35.23

    Per favore Marcof scrivi il messaggio in verticale la prossima volta, eh! eh! eh!

    Non faccio pugnette tranquillo, e casomai non te ne fossi accorto ti informo che siamo gi nella terra di nessuno e dall'interessante si sta passando al patetico.
    Il tuo VERTICAL post continua con le solite invettive, che non portano da nessuna parte e inoltre spero che ROTF (non ne conosco il significato???) non sia un' offesa personale, comunque non rilancio. L'ULTIMA MOSSA E' L'ULTIMA MOSSA.

    Pe quanto riguarda l' aprire un'altra discussione, la faremo, abbi pazienza e vedrai che la faremo, ma avr senso solo se avrai prima visto una versione recente di SE.

    Alla prossima!

    P.S.
    Il 12 giugno IO VOTO!


    Marcof
    09-06-2005, 13.36.38

    Per favore Marcof scrivi il messaggio in verticale la prossima volta, eh! eh! eh!
    Sono stato bravino eh ! Il fatto che non sono sicurio di riuscire a ripetere l'impresa

    Non faccio pugnette tranquillo, e casomai non te ne fossi accorto ti informo che siamo gi nella terra di nessuno e dall'interessante si sta passando al patetico.
    Oddio, non era mia intenzione portare al patetico la discussione. Se cos' significa che i loop sono stati troppi.

    Il tuo VERTICAL post continua con le solite invettive,
    No dai, non leggerle come invettive.....

    che non portano da nessuna parte e inoltre spero che ROTF (non ne conosco il significato???) non sia un' offesa personale,
    Ma stai scherzando ? E perch dovrei offenderti ??
    ROTFL= Rolling on the Floor Laughing

    comunque non rilancio. L'ULTIMA MOSSA E' L'ULTIMA MOSSA.
    E sia......

    Pe quanto riguarda l' aprire un'altra discussione, la faremo, abbi pazienza e vedrai che la faremo, ma avr senso solo se avrai prima visto una versione recente di SE.
    Ferro, mi mandi una demo di SE V16 o 17 ?..........


    tecnomarca
    09-06-2005, 14.26.54

    Oddio, non era mia intenzione portare al patetico la discussione
    Il passo "dall'interessante si sta passando al patetico" era riferito anche a me, intendimi!

    ROTFL= Rolling on the Floor Laughing
    Umilmente scusa per averTi mal interpretato nel contesto, ma sinceramente non conoscevo. Comunque anch'io mi sono molto divertito anzi MSSDR = Mi Sono Sbudellato Dalle Risate.

    Ferro, mi mandi una demo di SE V16 o 17 ?.
    OK!
    Ciao a tutti!

    (P.S. Dimenticavo. Per un confronto con la carpenteria MultiBody di SWX in SE V16 devi guardare il comando "Strutture" nell'assembly. Nella demo non so se avrai le STD_Part_Machinery, ma comunque ti sar sufficiente estrudere una sezione per una lunghezza L in modo da creare un profilo da utilizzare nella struttura).


    vigz
    10-06-2005, 10.32.15

    Scusate, ho letto tutto ed molto interessante.
    mi era gi venuto un dubbio leggendo il thread:
    ma se oltre ad elementi strutturali ho delle piastre, caso tipico nei telai, il multibody m' d'aiuto?Mi par dia aver capito che genero la distinta solo degli elementi strutt.
    Poi ho visto questo post di lucatg
    se ho un tubolare di 100x100x6 saldato ad una piastra, se ho un telaio con piastre saldate (non create con la funzione fazzoletto di rinforzo)queste piastre mi creano una riga vuota in tabella senza possibilit di introduzione del tipo di materiale e delle dimensioni.
    Possibile che mi tocchi fare un assieme?
    Sarebbe molto utile poter fare una parte composta da materiali diversi (ad esempio tubolare + piatto)...forse si fa e son io che non lo trovo....ma ormai ho consumato l'help senza aver trovato una soluzione valida per avere un'unica parte dove nella messa in tavola posso avere una tabella di saldatura completa con tutti i materiali che mi servono.
    Come stanno le cose?
    Son davvero costretto ad usare l'assy al posto di una parte in multyb(scusate se sbaglio i termini)?
    Grazie
    Vigz


    baltoro
    10-06-2005, 12.08.45

    Visto che ho risposto... andateci!!
    http://www.cad3d.it/modules.php?op=m...read&tid=11593

    I gruppi saldati mettono in tabella QUALSIASI CORPO,
    creato con QUALSIASI FEATURE...
    ...e si pu personalizzare il materiale (inteso con sostanza, ma anche come identificazione di semilavorato).

    Dico la mia sull'argomento assieme / non-assieme

    Possiamo parlare a lungo di ergonomia e di quanti click servano
    per progettare queste carpenterie.
    La fondamentale discriminante COSA SI CODIFICA.

    Un composto saldato (o anche non di saldatura) per voi un solo codice?
    O codificate i singoli componenti per un riutilizzo?

    Nel primo caso, penso che sia fondamentale permettere al progettista di NON CREARE un file per ogni pezzo. E di assegnare per il codice di materia prima, o altri campi.

    La questione tutta qui. Si pu barare per esigenze particolari, ma di solito si decide in base al tipo di codifica.

    Un sottogruppo ha un solo codice? Un solo file.
    Le parti componenti vanno codificate? Tanti files.

    Per Marcof:
    SE era composto da diversi eseguibili fino alla 9, poi stato "aggregato".
    Ci non toglie che certe suddivisioni tipologiche un po' rigide esistano ancora,
    come quella tra parti standard e lamiere.
    O che le prestazioni di messa in tavola, seppure non pi penalizzate da quell'assurdo passaggio OLE, siano ancora da migliorare.

    Per Tecnomarca:
    In SWX un assieme pu essere trasformato in parte o viceversa, per cui la questione se si stia progettando nell'assieme o nella parte perde significato.
    Pu sembrare che SWX sia complicato, a volte, ma in realt ricordate che tutto quello che fate in SE lo potete fare allo stesso modo in SWX.
    Solo che nell'ultimo avete anche delle cose in pi. Se vi danno cos fastidio, ignoratele.
    Ciao B-)


    Jarno
    10-06-2005, 12.24.15

    ma se oltre ad elementi strutturali ho delle piastre, caso tipico nei telai, il multibody m' d'aiuto?Mi par dia aver capito che genero la distinta solo degli elementi strutt
    Certo che puoi usarlo anche con le piastre! Ci puoi fare tutto quello che vuoi in MBody! Vigz, quando ho letto il tuo post sono scoppiato a ridere: alla fine siamo riusciti a nei fan di SWX?
    Ciao!


    tecnomarca
    10-06-2005, 13.30.06

    Possiamo parlare a lungo di ergonomia e di quanti click servano
    per progettare queste carpenterie.
    La fondamentale discriminante COSA SI CODIFICA.
    Un composto saldato (o anche non di saldatura) per voi un solo codice?
    O codificate i singoli componenti per un riutilizzo?
    Nel primo caso, penso che sia fondamentale permettere al progettista di NON CREARE un file per ogni pezzo. E di assegnare per il codice di materia prima, o altri campi.
    La questione tutta qui. Si pu barare per esigenze particolari, ma di solito si decide in base al tipo di codifica.
    Un sottogruppo ha un solo codice? Un solo file.
    Le parti componenti vanno codificate? Tanti files.
    Permettetemi solo una precisazione.
    Leggendo questo passo un visitatore distratto potrebbe pensare che con Solid Edge non sia possibile farlo. In realt in SE lo si pu fare dall'assembly e dico, per quello che pu contare, il comando che permette ci che si chiama "Strutture" e si utilizza sfruttando sia le librerie di parti standard, sia componenti progettati dall'utente, esempio: una tensostruttura con nodi fusi, e traverse e montanti estrusi.

    Vi invito tutti, se vi va, a parlar di Cina in "Cina: dazi o opportunit?" sarei molto interessato a conoscere le vostre opinioni in merito. Vi aspetto.

    Ciao!
    Ultima modifica di Sandra_ME30; 16-02-2008 alle 23: 12

  5. #15
    Moderatore Solidworks L'avatar di Oldwarper
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    2098
    Professione
    Progettista
    Regione
    Emilia Romagna
    Software
    Solidworks, Cimatron IT, Cimatron E, Rhino, AutoCAD, Logopress, Solidcam

    Predefinito

    tecnomarca
    10-06-2005, 16.54.11

    Scusami Baltoro ma tutto il pomeriggio che penso a quanto hai scritto.
    Se io ho un telaio rettangolare composto con un estruso tagliato a 45, io ho, per come sono abituato a lavorare, ma poi posso anche dire cazzate, il codice del telaio ed il codice dell'estruso, in distinta di taglio avr due pezzi per ogni lunghezza ottenuti dall'estruso che ha il suo codice, avr poi la lunghezza totale comprensiva degli sfridi per stabilire la quantit di quell'estruso che mi serve per produrre il telaio. Ora, senza entrare nel merito se sia giusto definirlo in un file MB o in un file di parte per poi utilizzarlo in un assembly, e tantomeno cosa sia meglio fare, il mio estruso un codice lo dovr pur avere? Se un componente standard il codice lo avr in automatico dalla libreria ES. UNI etc. etc. Io, lontano da ogni volont polemica, questo tuo discorso sulla discriminante: COSA SI CODIFICA proprio non riesco a capirlo. E soprattutto, se parli di percentuali di casi nel 95%. Qualsiasi tubo, qualsiasi profilato, ha un suo codice, che sia l'unificazione, quello del produttore, un codice interno, comunque sempre un codice ha, io non riesco a trovare casi dove non serva il codice dei componenti della struttura.

    Abbi pazienza ma possibile che con l'et stia perdendo COLPI.

    Ciao!


    vigz
    10-06-2005, 17.35.36

    Grazie, era un dubbio che mi impediva di seguire bene il discorso..

    J: le uniche cose di cui mi pregio di essere fan sono la Riga e la mia Ducati. Per il resto si cerca di sfruttare sempre al meglio quel che si ha. E cmq il sogno sempre san Pro/e...


    Jarno
    10-06-2005, 18.27.32

    la Riga?
    intendi la citt? cosa ci vai a fare?
    Il pompone pensi di riuscire a sfruttarlo a fondo?
    cmq scherzi a parte io sono d'accordissimo, anzi amo sfruttare a fondo. Non sempre x si pu fare: con il GSX su strade bianche mi trattengo un p!
    Sui CAD spero che tu abbia capito la portata del MBody in situazioni come la mia in cui praticamente mai codifico il singolo tubo. Ah, approposito: sono d'accordo con Baltoro, la codifica la discriminante. Sinceramente non capisco Mario, evidentemente hai esigenze molto lontane dalle mie che compendo, ma tu non comprendi le mie? Non pensavo che fosse raro.
    ciao!


    tecnomarca
    10-06-2005, 18.40.25

    Sinceramente non capisco Mario, evidentemente hai esigenze molto lontane dalle mie che compendo, ma tu non comprendi le mie?
    In che senso?


    tecnomarca
    11-06-2005, 09.40.28

    "si prega di leggere con tono molto pacato senza intendere intenti polemici"

    Mi sono riletto attentamente la discussione e mi sono nate delle perplessit, dei dubbi.

    Mi riferisco a questo passo di Marcof che non avevo letto.

    Semplicemente questo: in SWX le funzioni per la creazione AUTOMATICAAAAAAA degli elementi strutturali a partire da uno o pi sketch 2d o 3d sono in ambiente part e i vari elementi sono inseriti come multibody, con distinta di tagli, lunghezze codici ecc nel 2d. Non usando queste funzioni non ho idea del perch siano state messe in ambiente part e non in assembly. la mia discussione con Tecnomarca per puro "pugnettismo accademico"
    Senza volont polemica, ma solo per capire, in SWX, quindi non possibile costruire strutture in "automatico" direttamente dall'assembly, come invece mi era parso di capire?

    Perch Baltoro mi aveva detto che:
    Quello che diciamo del multibody "in pi", non "invece"
    Quindi, quello che ti serve, c'.

    Allora visto che mi avete "Smazzuolato" per bene e che per onesta intellettuale esco "sconfitto" e con le "ossa rotte", mi piacerebbe aver la certezza che il multibody, in SWX, sia l'unica strada possibile per automatizzare la progettazione di strutture. Perch io ho capito che questo automatismo disponibile, a scelta, sia nell'assembly che nel part col Mboby.

    Baltoro giusto per intenderci, un telaio, costruito con un unico estruso tagliato in varie lunghezze ha un solo codice nella distinta di taglio. L'estruso in SE contenuto univocamente in un file di parte al quale di norma io assegno un codice, di questo estruso io avr la relativa messa in tavola costituita dalla vista di sezione. Quindi ho un pezzo, un file di parte, un codice, una tavola. Pu sembrare macchinoso, ma vi garantisco che non lo affatto. Se il componente della struttura subisce lavorazioni diverse da quelle del taglio allora genero un disegno del pezzo lavorato con relativa messa in tavola dello stesso, assegnando il codice della lavorazione.
    Quando io utilizzo il mio estruso le lunghezze SE se le calcola in automatico, ma il codice del componente gi stato definito nel file di parte e quindi non mi preoccupo di gestirlo un'altra volta perch tutto automatico. Normalmente nel file di parte l'estruso lo disegno con una lunghezza arbitraria, perch sar lo schizzo nell'assembly che provveder a calcolarne la lunghezza opportuna.

    Scusatemi ma io non vedo cosa ci sia di cos irrazionale nel mio modo di progettare. Forse voi che fate carpenteria con profilati di acciaio avrete necessit diversa da chi opera con estrusi e fusioni d'alluminio, ma a me non sembra di essere fuori strada.

    Perdonatemi se sono DURO di comprendonio ma sono fatto cos.
    Ciao!


    Marcof
    11-06-2005, 18.21.15

    Senza volont polemica, ma solo per capire, in SWX, quindi non possibile costruire strutture in "automatico" direttamente dall'assembly, come invece mi era parso di capire?
    Gli elementi strutturali inseriti in automatico alla lunghezza giusta sui segmenti di schizzo con la realizzazione automatica delle giunzioni ad angolo o di testa sono funzioni all'interno delle parti, proprio perch sfruttano il multibody (o viceversa, non saprei..... )
    La distinzione parte o assieme diventa per relativa dal momento che all'interno dell'assieme inserisisci una nuova parte che viene modellata come carpenteria. Di fatto quindi lavori nel contesto dell'assieme, appoggiandoti alla geometria esistente, ma gli elementi strutturali che nbe derivano sono contenuti tutti nella stessa parte (o in pi parti se ne fai diversi) e puoi ovviamente creare geometrie complesse quanto ti pare.
    Se poi hai l'esigenza di avere un file per ogni componente della tua carpenteria saldata puoi sempre creare l'asieme dalla parte multibody e ogni body diventer una parte nel nuovo assieme
    Per le questioni di codifica, ti ha gi risposto Baltoro, io farei solo finta di sapere con certezza di cosa parlo dal momento che non codifico quasi mai

    Allora visto che mi avete "Smazzuolato" per bene e che per onesta intellettuale esco "sconfitto" e con le "ossa rotte", mi piacerebbe aver la certezza che il multibody, in SWX, sia l'unica strada possibile per automatizzare la progettazione di strutture.
    Intendendo con "automatizzare" questo:
    A) un wizard per la scelta del profilo (standard o personalizzato), misura, tipo di taglio finale, eventuale rotazoine del profilo sull'asse del segmento
    B) da li in poi ad ogni clic su un segmento rettilineo (o anche ad arco.....) ritrovarsi il pezzo di tubo piazzato sul segmento e via cos un clic dopo l'altro
    Allora la risposta SI.

    Perch io ho capito che questo automatismo disponibile, a scelta, sia nell'assembly che nel part col Mboby.
    Mi sa che ci siamo spiegati male.... Come ti ho detto, una parte la puoi creare nel contesto dell'assieme appoggiandoti alla sua geometria, quindi di fatto in quel caso modelli la tua struttura nell'assieme.
    Diventa una parte progettata in top-down.

    Scusatemi ma io non vedo cosa ci sia di cos irrazionale nel mio modo di progettare. Forse voi che fate carpenteria con profilati di acciaio avrete necessit diversa da chi opera con estrusi e fusioni d'alluminio, ma a me non sembra di essere fuori strada.
    La questione che ognuno di noi in qualche modo "costretto" a lavorare dentro alla logica del cad che usa. Poi puoi trovare delle scorciatoie o delle strade diverse ma alla fine SWX o SE che usi e quindi ti adegui. Naturalmente pi strumenti hai a disposizione e meno necessit hai di doverti adeguare tu.
    Vedi il discorso di convertire se proprio necessario la tua parte (un file) con 50 body in un assieme associativo con 50 parti (50 files).

    ciao
    Marco_f
    Ultima modifica di Sandra_ME30; 16-02-2008 alle 23: 21

  6. #16
    Moderatore Solidworks L'avatar di Oldwarper
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    2098
    Professione
    Progettista
    Regione
    Emilia Romagna
    Software
    Solidworks, Cimatron IT, Cimatron E, Rhino, AutoCAD, Logopress, Solidcam

    Predefinito

    tecnomarca
    13-06-2005, 08.30.49

    Grazie marcof per la precisazione, adesso mi chiaro. Avevo capito bene all'inizio della discussione, poi quella frase di Baltoro mi ha incasinato parecchio:

    "Quello che diciamo del multibody "in pi", non "invece"
    Quindi, quello che ti serve, c'".

    ed ho pensato che gli automatismi si potessero usare sia dall'assembly che dal part.
    Senza entrare nel merito della potenza dei comandi di automazione per la progettazione di strutture possiamo dire che la differenza tra SE e SWX che il primo li mette a disposizione nell'ambiente di assembly, il secondo nell'ambiente di part garantendo (e questo importante sottolinearlo) mantenendo valido l'approccio top-down grazie alle relazioni associative ed ai vincoli che legano la parte inserita al segmento di schizzo generato nell'assembly. Spero di aver riassunto bene il concetto.

    (Aggiunto in modifica) Ritiro, dopo l'opportuno chiarimento, ovviamente la mia affermazione "1) Il multibody lo consideriamo una utile scorciatoia" che non ha pi senso.

    Per le questioni di codifica, ti ha gi risposto Baltoro, io farei solo finta d isapere con certezza di cosa parlo dal momento che non codifico quasi mai
    Questa una cosa sulla quale ti inviterei ad una riflessione. Se hai una parte standart il problema non si pone, i semilavorati sono definiti dalle sigle univoche dell'ente che li norma, e vengono proposte in automatico dalla libreria di parti STD. Se utilizi un componente fuori STD (o se non hai acquistato una libreria di parti STD), non pensi che possa aver senso crearlo una volta sola, io faccio cos, metterlo in una cartella ad es. "normalizzati personalizzati" codificarlo assegnare il materiale, la densit, e poi utilizzare sempre quello senza doverlo definire tutte le volte nel file di parte Mbody? Credo che SWX non abbia problemi ad un approccio di questo tipo. Per quello che sostiene Baltoro io dovrei disegnarmi quella sezione tutte le volte nel file di parte. Tanto poi, pu salvarla quando ne ha voglia. Ma che mi frega salvare tutte le volte lo stesseo estruso, lo costruisco una sola volta e lo uso tutte le volte che mi serve.

    Io proprio Baltoro non ti capisco, scusami, sar l'et che avanza. E mi scuso anche con chi ti condivide, tipo Jarno, per non riuscire proprio a vedere l'utliit di questo approccio. Se la questione comprendere le esigenze degli altri, il mio problema attuale capire, visto che lo sostenete in parecchi, il perch operate cos.


    XMarcof quanto tempo ti occorre per smantellare una versione recente di SE?
    Poi facciamo, magari alle prime nebbie, un bel "SWX VS. SE" anzi perch non personalizzare la sfida un bel "Marcof VS. Tecnomarca"

    Ciao!

    (Aggiunto in modifica)
    PSx Marcof. Ho visto la domanda nel rileggermi la discussione. Per passare parametri alle features intendo l'impostazione che facciamo normalmente dei vincoli geometrici, dimensionali, relazioni, che poi attraverso l'interfaccia (la maschera a video in questione) vengono passati al solutore variazionale per il calcolo delle equazioni algebriche che risolvono il modello.


    MacGG
    13-06-2005, 10.10.07

    Ciao a tutti,
    purtroppo non riesco a scrivere ogni giorno!!!

    Poi facciamo, magari alle prime nebbie, un bel "SWX VS. SE" anzi perch non personalizzare la sfida un bel "Marcof VS. Tecnomarca"

    Ecco, visto che siamo all'interno del forum Consulenza per l'acquisto software CAD, sarebbe meglio continuare la discussione eventualmente dentro il forum Solid Edge o SolidWorks, visto i dettagli di modellazione di cui si parla.

    A parer mio, incominciando a parlare di codifica, standard, automatismi, assiemi di una certa dimensione, magari vari utenti che lavorano sugli stessi dati, bisognerebbe incominciare a parlare di sistema di gestione di questi dati/processi, ricordandosi che un CAD, semplicemente uno struemento che permette di visualizzare delle forme e da cui si possono estrapolare delle informazioni.

    Quindi, prima di andare a ricercare le features necessarie per disegnare, incominciamo a capire come si vuole progettare chi fa cosa, etc, poi anche il vecchio ME10 potrebbe andare bene (vi ricordate il mio precedente e l'inizio della discussione?).
    Saluti
    MacGG


    tecnomarca
    13-06-2005, 11.29.19

    MacGG dice:
    Ecco, visto che siamo all'interno del forum Consulenza per l'acquisto software CAD, sarebbe meglio continuare la discussione eventualmente dentro il forum Solid Edge o SolidWorks, visto i dettagli di modellazione di cui si parla.
    Dove porta una discussione lo decide chi vi partecipa, se si va fuori tema, PAZIENZA! Credo che sia anche inevitabile in una discussione cos lunga ed articolata. Se si parla di SE e SWX vuol dire che gli utilizzatori di MCAD diversi non avevano nulla da dire in merito, e comunque sono sempre in tempo a farlo, te compreso. Ti leggerei con interesse, CREDIMI.

    Ricordo che sia io, ma penso anche marcof (lo preciser lui se vorr), sono intervenuto perch si stavano dicendo inesattezze in particolare sulle presunte magagne di Solid Works, e si citava impropriamente Solid Edge. Se permetti quando si ritiene che un'affermazione non sia corrispondente al vero, per come la vedo io, la si discute.

    Poi la discussione si animata, tra me e marcof, ma ci siamo anche fermati e come vedi gi pensiamo di proseguirla altrove. Tu, se ritieni di aver qualcosa di diverso da portare in discussione, rispetto a ci che stato discusso, fallo. Nessuno ha mai detto che questa discussione sia esaurita. Se su i nuovi temi avr qualcosa da aggiungere, dar il mio contributo, diversamente lascer spazio ad altri. Non prima di aver chiarito con Baltoro e Jarno, perch se permetti vorrei portare a casa qualcosa di utile, da questa discussione.

    Personalmente ritengo che questa discussione non sia INUTILE al di la di incomprensioni e toni sarcastici, botte da orbi, si sta dando una bella idea di come si possono progettare strutture, con strumenti di creazione automatici. Se ritieni che ci non sia fondamentale nell'utilizzo di un MCAD, allora sono disaccordo con te. Per me un MCAD fatto di features ed una feature ben studiata ti da un vantaggio notevole nella progettazione.

    E poi questa cosa mi fa girare pure i coglio... noi ci mettiamo le nostre idee, giuste o sbagliate che siano, ci esponiamo al giudizio dei nostri colleghi, che possono, per quello che scriviamo giudicarci, come ABILI o come dei FESSI, io, ritengo di avere le spalle abbastanza larghe per mettermi "...una fetta di coglio... in tasca". La critica un diritto, ma per sarebbe pure utile confrontarsi su fatti concreti, perch a criticare senza portare nuovi temi in discussione, siamo capaci TUTTI.
    Accettata comunque la tua critica, adesso aspetto di leggere qualche tua idea. Se il problema di tempo io mi regolo come tutti: "Oggi ne ho domani non so!".

    Se vuoi parlare di gestione dati, chi te lo impedisce, dirotti il discorso con un tuo bell'intervento che ne spiega l'utilit, magari anche per realt molto piccole, e se ne discute.

    Con simpatia Mario.


    MacGG
    13-06-2005, 13.07.04

    OK tecnomarca,
    da poco che giro qu dentro e non ho ancora imparato come ci si muove.

    E' giusto correggere le inesattezze e consigliare come si potrebbero risolvere i problemi, ma detesto che difronte ad un titolo come:

    Pareri obiettivi su quale CAD pi performante!!

    si parli di qualche CAD e sembra che gli altri non possano fare semplici strutture che forse non servirebbe neppure un CAD per progettarle.

    Esperienza personale:
    ho trovato 1 cliente, che con semplici fogli excel, si sono costruiti un database di oggetti e di regole, in cui riuscivano a costruirsi una struttura reticolare, di qualche decine di elementi, per la quale riuscivano a calcolare con quona precisione, il peso, la lunghezza delle saldature, la distinta base (ovviamente), l'elemento strutturale pi critico (applicando la scienza delle costruzioni), e tutte le informazioni passavano direttamente al sistema ERP, per il lancio in produzione, il lancio degli ordini etc.
    Ottenevano dei "disegni" a wireframe, molto semplici ma comunque significativi e sufficienti per la produzione (in produzione forse c'erano buoni tecnici).
    Un progettista, con tale sistema, faceva circa 30 progetti nuovi al giorno.

    Un altro cliente, per fare lo stesso prodotto, usava CATIA V5 (Structure Design). Anche loro impostavano molti dati da fogli excel, che tramite macro si producevano dei disegni ben dettagliati e per la produzione, i disegni erano pi chiari, anche i calcoli strutturali apparivano pi ben fatti, la produzione era completamente automatizzata (il CAM viene prodotto automaticamente), ai loro clienti, prima di partire con la produzione, mostravano con ottime immagini e filmati, come appariva il prodotto da loro richiesto.

    Ora che ne dite, meglio excel o meglio CATIA V5?

    Molti diranno excel, costa poco (anche niente), un buon smanettone riesce a fare una tale applicazione (quello del IT), non si perde tempo, non servono geni nell'utilizzo.

    Io comprerei comunque azioni dell'azienda che ha CATIA, non si s mai che allo smanettone venga l'influenza, che ai tipi della produzione, venga l'idea di andare in pensione, o che la produzione si debba mandare all'estero.

    Quindi per la scelta del CAD, necessario capire il contesto in cui ci si muove (come gi detto).

    Saluti
    MacGG
    PS
    Se ora tutti vanno a comperare excel, chiamo BillGates e mi faccio dare le provvigioni!!
    Ultima modifica di Sandra_ME30; 16-02-2008 alle 23: 30
    Saluti, Stefano.
    “Timeo Fenestras et dona ferentes”

  7. #17
    Moderatore Solidworks L'avatar di Oldwarper
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    2098
    Professione
    Progettista
    Regione
    Emilia Romagna
    Software
    Solidworks, Cimatron IT, Cimatron E, Rhino, AutoCAD, Logopress, Solidcam

    Predefinito

    tecnomarca
    13-06-2005, 14.22.38

    Caro MacGG,
    Jarno ha detto:
    lo faccio come parte aggiungendo ev alla fine aggiustamenti ad uso cosmetico tipo il taglio a 45 (fatto come parte non hai la linea del taglio, quindi devi aggiungere un piccolo taglio di 0.01mm xk appaia uno spigolo in tavola).
    In questo io vedo una difficolt reale, ed una soluzione che pi un arrangiarsi con ci che si ha. Tutti noi ci arrangiamo con quello che abbiamo. Il punto stabilire cosa offre un MCAD rispetto ad un altro per risolvere un problema specifico. In questa discussione che meno "pugnettistica" di quello che pu sembrare, stiamo parlando di problemi concreti, che toccano quotidianamente il nostro approccio con la progettazione. Ed anche per questo che molto animata. Il problema non dunque far comprare excel a tutti noi che gi lo usiamo, ma piuttosto dire ad un progettista che usa Inventor come pu risolvere con CATIA V5 (Structure Design) il suo problema ed eventualmente con che costi e con che vantaggi rispetto a ci che si gi detto. Anch'io conosco gente che disegna strutture sulla lavagna col gesso, e manda l'impiegata a recuperare il materiale dal rottamaio, con l'elenco scritto su un post-it, ma non credo che sia una soluzione al problema.

    Comunque questo il contributo che ti sto chiedendo.
    Ciao!


    Marcof
    13-06-2005, 21.31.38

    (cut)
    ed ho pensato che gli automatismi si potessero usare sia dall'assembly che dal part.
    Senza entrare nel merito della potenza dei comandi di automazione per la progettazione di strutture possiamo dire che la differenza tra SE e SWX che il primo li mette a disposizione nell'ambiente di assembly, il secondo nell'ambiente di part garantendo (e questo importante sottolinearlo) mantenendo valido l'approccio top-down grazie alle relazioni associative ed ai vincoli che legano la parte inserita al segmento di schizzo generato nell'assembly. Spero di aver riassunto bene il concetto.
    Esatto, modellando dall'assieme in "modifica parte" una parte che contiene tutti i "membri strutturali" in multibody.
    Passatemi una battuta, ma la traduzione nei men di SWX del terminie "member" con "membro" proprio una trovata.....del "cazzo" !

    Marco_f dice:
    Per le questioni di codifica........

    tecnomarca risponde:
    Questa una cosa sulla quale ti inviterei ad una riflessione. Se hai una parte standart il problema non si pone, i semilavorati sono definiti dalle sigle univoche dell'ente che li norma, e vengono proposte in automatico dalla libreria di parti STD. Se utilizi un componente fuori STD (o se non hai acquistato una libreria di parti STD), non pensi che possa aver senso crearlo una volta sola, io faccio cos, metterlo in una cartella ad es. "normalizzati personalizzati" codificarlo assegnare il materiale, la densit, e poi utilizzare sempre quello senza doverlo definire tutte le volte nel file di parte Mbody? Credo che SWX non abbia problemi ad un approccio di questo tipo. Per quello che sostiene Baltoro io dovrei disegnarmi quella sezione tutte le volte nel file di parte. Tanto poi, pu salvarla quando ne ha voglia. Ma che mi frega salvare tutte le volte lo stesseo estruso, lo costruisco una sola volta e lo uso tutte le volte che mi serve.
    Lascio un quoting un po' lungo giusto per capire il senso della successione dei post...
    Dunque, per la questione delle codifiche il mio, una volta tanto, non era sarcasmo , intendevo dire proprio che conosco poco le problematiche perch io non ho bisogno di codificare quasi mai. Il mio uso di BOM a dire poco primitivo !
    Per mi pare di dover chiarire meglio la questione delle parti di libreria standard o personalizzate che siano.
    Queste, nelle funzioni per la progettazione di carpenterie, compaiono come un nome nell'elenco di quelle disponibili, ad esempio "Tubo quadro" che poi ha una serie di dimensionamenti elencati (es 20x20x2, 30x30x2, ecc).
    Quindi il tuo elemento strutturale viene generato automaticamente sui segmenti che selezioni con un clic, a partire da quello che hai scelto in libreria. Il tuo selemnto personalizzato, una volta inserito in libreria, personalizzabile anche quella lo usi quando vuoi, esattamente come inserire un bullone o una rondella dal toolbox. Il bello che questo elemento strutturale nel tuo multibody in pratica una feature che pu essere modificata cambiando tutti i parametri del profilo che la genera. Fai una struttura in tubo quadro 30x30x3 e poi cambi semplicemente la voce del men dei profili in "estruso alluminio modello pippo" e la struttura viene rifatta immediatamente con il nuovo profilo, giunzioni ad angolo e aggiornamento delle propriet (pesi,lunghezze ecc) nella distinta di taglio del 2d.
    Insomma, come editare una qualsiasi feature collegata ad una libreria.
    Non devi ridisegnare niente. Una volta fatto da li in poi lo riusi in qualsiasi progetto e basta.

    Io proprio Baltoro non ti capisco, scusami, sar l'et che avanza. E mi scuso anche con chi ti condivide, tipo Jarno, per non riuscire proprio a vedere l'utliit di questo approccio. Se la questione comprendere le esigenze degli altri, il mio problema attuale capire, visto che lo sostenete in parecchi, il perch operate cos.
    Visto che io davvero ne capisco poco di problemi di codifica, mi spieghi perch ogni elemento delle tue strutture, se viene ricavato da uno stesso tipo di elemento tubolare tagliato, debba poi avere un codice a parte ?
    Da quello che ho visto in SWX puoi comporre la distinta di taglio del 2d in modo da avere una colonna con le lunghezze dei singoli pezzi, il nome dei singoli pezzi (tubo 30x30x2....) dove il nome potrebbe essere quello commerciale o quello che interno in caso di elementi personalizzati, il nome creato in sede di modellazione del singolo elemento (montante destro_1, montante sinistro_1 ecc), la quantit di pezzi per ogni elemento ecc. Mi sembra che non dovrebbe mancare niente per poter fornire sia a fornitori esterni che internamente tutte le informazioni per sapere quanta "roba" ordinare, quanti pezzi tagliare lunghi quanto ecc.
    Non escludi di avere scritto un mare di fregnacce eh !

    XMarcof quanto tempo ti occorre per smantellare una versione recente di SE?
    Poi facciamo, magari alle prime nebbie, un bel "SWX VS. SE" anzi perch non personalizzare la sfida un bel "Marcof VS. Tecnomarca"
    Non capisco, cosa intendi per smantellare?.
    Per la sfida mi arrendo subito. Non son dignus..... Mentre mi attizzerebbe, tempo permettendo, una chiaccherata davanti ad un bel cestino di tigelle e dopo, in corso di digestione, fare uno scambio di portatili e smanettare !
    Zona Modena, chi ci st ?

    PSx Marcof. Ho visto la domanda nel rileggermi la discussione. Per passare parametri alle features intendo l'impostazione che facciamo normalmente dei vincoli geometrici, dimensionali, relazioni, che poi attraverso l'interfaccia (la maschera a video in questione) vengono passati al solutore variazionale per il calcolo delle equazioni algebriche che risolvono il modello.
    Orpo... son sobrio ma non ho ben capito a quale operazioni ti riferisci. Mi verrebbe da pensare che in realt si tratta di modificare i valori dei vari parametri (quote delle feature, mates, ecc) e poi rigenerare il modello......
    Ma io in questo di maschere tipo rogito non ne vedo mai.
    Illuminami...
    Ultima modifica di Sandra_ME30; 16-02-2008 alle 23: 37

  8. #18
    Moderatore Solidworks L'avatar di Oldwarper
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    2098
    Professione
    Progettista
    Regione
    Emilia Romagna
    Software
    Solidworks, Cimatron IT, Cimatron E, Rhino, AutoCAD, Logopress, Solidcam

    Predefinito

    tecnomarca
    14-06-2005, 14.49.12

    E' chiaro che il sarcasmo lo abbiamo abbandonato da un po di tempo.

    il nome creato in sede di modellazione del singolo elemento (montante destro_1, montante sinistro_1 ecc),
    In SE i montanti per come li descrivi nell'esempio sono lo stesso componente.
    Esempio creo un estruso in part e assegno il codice xxx.xxx.xxx salvo il file part e do il nome es: xxx_ES_6060. Se lo utilizzo venti volte all'interno della struttura io ho un solo componente utilizzato per venti volte, nella distinta di taglio compare il nome del componente xxx.xxx.xxx ragguppato secondo le lunghezze di taglio. Se un montante richiede una lavorazione ulteriore diversa dal taglio, es. una fresata normale all'asse di estrusione, allora ne derivo una nuova parte dove assegner il codice di lavorazione.

    Non escludi di avere scritto un mare di fregnacce eh!
    (1)

    Non credo!
    Quando non avevo a disposizione l'automatismo facevo la stessa procedura. L'estruso lo disegnavo in un file di parte lungo quanto la lunghezza di fornitura es. L=5000. Poi creavo gli schizzi nell'assieme, posizionavo il componente sugli schizzi corrispondenti, e lo tagliavo a lunghezza utilizzando lo scavo d'assieme. Alla fine comunque ottenevo un assieme, con quel componente utilizato N volte. La modifica della struttura era semplice, bastava variare le quote dello schizzo, e tutto si aggiornava sulle nuove misure, tagli compresi e messa in tavola compresa, la distinta era per da fare in manuale. Adesso con l'automatismo si risparmia del tempo, ma il metodo sempre quello. Se questa una fregnaccia pazienza. Col mio metodo (che poi non mio) non ho mai avuto bisogno di creare righe centesimali sulla parte per rappresentare lo stacco del componente nella messa in tavola, e le modifiche sono sempre state facilmente gestibili.
    In merito alla tua delucidazione, se capisco bene, nel file multibody non costruisci un bel niente ( o perlomeno non utile farlo), e solo il luogo dove si posiziona N volte il componente di libreria che per contenuto in un file di parte diverso da quello dove viene utilizzato. Ed allora mi chiedo perch mi si obbietta che la discriminante il codice quando comunque il componente generato in un file a parte e messo in una libreria di componenti personalizzati? Chi "discrimina" sul codice, lavorer come dici tu? O cadr nella tentazione di modellare il componente direttamente nel multibody, "...tanto poi dopo posso gestirlo come mi pare"? Non vi utile codificarlo? Tanto tutto, lo si pu fare dopo! OK! Fatelo dopo, fatelo mai, fatevelo come e quando vi pare!!! Ma a tutti quelli che modellano scavi centesimali sulla parte per vedere una righina di stacco nella messa in tavola dico: "valutate ALTRI metodi di modellazione", perch esistono, e sono certamente attuabili con gli strumenti in vostro possesso. Cos facendo magari vi "caricate" un p nell'attesa di veder comparire degli automatismi per progettare strutture in Inventor

    Ciao!
    PS. Per il rogito, ritiro quella frase, rientra nei "gusti personali" a me non piace a te si, non ho intenzione di riaprire quella discussione.
    PS Smantellare= valutare attentamente la demo di SE da te richiesta a ferro in un tuo precedente intervento. In effetti si poteva pensare a qualcosa d'altro che non nomino.
    (1) Non mi piacciono questi argomenti!


    Jarno
    14-06-2005, 17.57.35

    La strada da te suggerita x Inv non funziona. Gli schizzi di Inv in assieme sono pensati solo x poter creare delle lavorazioni di estrusione ecc all'assieme saldato. X cui non possibile vincolarci un bel nullan creare dei piani o assi basandosi su quello. Detta tecnica (chiamata scheleton) necessita un file di parte che poi inserisci in assieme. Poco male. X le lavorazioni di taglio le devo cmq fare aprendo ogni singola parte ed inserendo l i tagli xk se lo facessi in ass. tale lavorazione non si rifletterebbe sul file di parte. Es: un semplice rettangolo di 800x500 tutti tagli a 45. In totale ho 3 files: l'assieme, il tubo l=800 e quello di 500. Devo dar loro un nome e metterli in una cartella... quale? Boh, alla fine tanto vale metterli nella cartella del progetto, xk in pratica non mi ricapita mai di riusare proprio un 40x40 l=800 tagli a 45; a me, almeno, ma cmq non lo vedo tanto pratica come via: avrei un file x ogni tipo di lunghezza, che x quanto mi sforzi sempre di usare dei numeri da cristiano avrei cmq almeno tutti i multipli di 20; l=820, l=840, l=860 ecc. senza considerare i tipi di taglio. Forse a te Mario sfuggiva che non posso avere la messa intavola di un tubolare l=5000 a cui metto in assieme dei tagli, x cui magari tu fai con un solo tubolare.
    Con il multibody avrei un solo file.
    Tornando a SWX invece, non vorrei dire minchiate io, ma IMHO non hai ancora afferrato il concetto: puoi lavorare a scheleton come SE e ci senz'altro utile in casi in cui si deve codificare e fare distinte di taglio, mentre se non ti serve nessun codice ma basta l'assembly allora me lo faccio in una parte multibody, dove (azzardo?) uso uno schizzo con la sez del tubolare che in libreria e nelle varie lavorazioni ottenuto come riferimento esterno cosicch in caso volessi usare un 50x50 mi basta modificare solo il puntamento. Inv ad es invece lo schizzo non lo puoi avere come riferimento esterno, puoi solo fare copia e incolla poi se ci tieni che si possa cambiare il 40x40 in 50x50 devi modificare tutti i valori delle quote (cio copia mantenendo lo stesso valore numerico, ma se ad es quello che copio ha il lato = al parametro "A" che poi io ho posto =40, lo schizzo incollato viene con il lato s di 40 ma non associato a "A")
    spero di essere stato chiaro, e spero anche che adesso tutti abbiano chiaro xk sono cos invelenito nei confronti di Inv ed adorante verso SWX.
    ciao!


    Marcof
    14-06-2005, 19.07.24

    Marco_ scrive a Tecnomarca:
    Non escludi di avere scritto un mare di fregnacce eh !(1)
    Ti hiedo scusa, ma io ho il viziaccio di scrivere velocemente e non rileggere. Ho perstato la "i" al posto della "o".
    Quindi il significato della frase si capovolge e diventa:
    "Non ESCLUDO di avere scritto fregnacce" proprio perch non ero sicuro di avere scritto cose senzate a proposito delle questioni di codifica che io conosco poco.

    Adesso vado a leggere qullo che hai scritto e mi riprometto di rilegger meglio. Guarda te che cosa pu succedere per una " i" al posto della "o"

    scusa di nuovo.


    tecnomarca
    15-06-2005, 09.57.23

    Nessun problema Marcof, stato un UTILE equivoco che mi ha permesso di spiegare meglio come procedo.

    X Jarno: accidenti ma Inventor veramente indietro! Ma allora perch non cambiare? Per quello che mi dici se devi progettare strutture con una certa frequenza, il costo del nuovo software (SWX) non lo dovresti recuperare in tempi brevi? Nell'esempio che ti ho fatto pre-automatismi, io ho solo due files per N strutture possibili su quello schema: l'assembly di guida e il part dell'estruso; poi un terzo file per la messa in tavola. Dopo l'automatismo continuo ad avere gli stessi due files, per quello schema, e gli schemi (gli assembly di guida) vecchi li posso adoperare con l'automatismo "strutture". Questo per me un notevole vantaggio, perch mi permette di utilizzare lo storico pre-automatismo senza modifiche particolari agli assembly di guida.

    Per quello che riguarda la codifica "...ci do su..." purtroppo credo di essere troppo inquadrato nel mio modo di lavorare.

    Comunque questa discussione NON mi sembra sia stata cos inutile.
    Si parlato di configurazioni di parti o famiglie di parti, di mating condition, di approccio alla modellazione top-down, constatando che per evidenti limiti Inventor costringe, gli utenti a modellare le stesse tipologie in bottom-up (rispetto a SWX e SE e mi sarebbe piaciuto un intervento su CATIA), abbiamo parlato di codifica e di come siano diverse le necessit da progettista a progettista, da azienda ad azienda. Prendo atto (scusatemi, ma fino ad oggi ho sempre pensato il contrario) che in molti casi la codifica NON necessaria.

    Il quesito di Solution, Autocad VS M10, stato evaso all'inizio di questa discussione, per Inventor VS SWX, beh! spero che questo lungo contributo, se pur esaminante aspetti limitati a qualche funzione, sia stato l'espressione di punti di vista diversi ma al tempo stesso OBBIETTIVI riguardo agli M-Cad menzionati.

    Ripropongo quello che io reputo fondamentale nella scelta di MCAD:
    Per me un MCAD fatto di features ed una feature ben studiata ti da un vantaggio notevole nella progettazione.
    Quando si vanno a vedere le demo bisogna anche avere le idee chiare su cosa si sta cercando per soddisfare alle proprie esigenze. Le features sono tante, percui il compito di chi sceglie non affatto semplice. Sicuramente limitare l'osservazione solo sulle features, per alcuni pu essere sbagliato, ma per me si progetta con quelle, ed il resto (PDM, etc.) a corredo.
    E' uno sforzo che tutti noi abbiamo fatto, spendendo tempo e soprattutto denaro.

    Spero che il contributo di chi a partecipato a questa, per me, BELLA discussione sia di aiuto a qualcuno. Io personalmente porto a casa qualcosa, percui mi va bene cos.
    Ciao!
    Ultima modifica di Sandra_ME30; 16-02-2008 alle 23: 46
    Saluti, Stefano.
    “Timeo Fenestras et dona ferentes”

  9. #19
    Moderatore Solidworks L'avatar di Oldwarper
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    2098
    Professione
    Progettista
    Regione
    Emilia Romagna
    Software
    Solidworks, Cimatron IT, Cimatron E, Rhino, AutoCAD, Logopress, Solidcam

    Predefinito

    Marcof
    15-06-2005, 13.31.22

    Tornando a SWX invece, non vorrei dire minchiate io, ma IMHO non hai ancora afferrato il concetto: puoi lavorare a scheleton come SE e ci senz'altro utile in casi in cui si deve codificare e fare distinte di taglio, mentre se non ti serve nessun codice ma basta l'assembly allora me lo faccio in una parte multibody, dove (azzardo?) uso uno schizzo con la sez del tubolare che in libreria e nelle varie lavorazioni ottenuto come riferimento esterno cosicch in caso volessi usare un 50x50 mi basta modificare solo il puntamento.
    Direi che esatto.
    In SWX quando inserisci le strutture non devi neanche fare lo schizzo del profilo. fai clic sul egmento e viene inserito il tubolare che hai scelto dalla libreria che personalizzabile.
    Il tipo di profilo in pratica una feature che piazza automaticamente sullo schizzo della struttura gli elementi scelti, gi tagliati nelle giunte ad angolo in funzione di come/cosa intersecano.
    Se poi entri in modifica della feature e scegli un profilo diverso tutto il tuo telaio si riaggiorna con il nuovo profilo.
    Essendo tutti elementi in multibody hai all'interno del file di struttura i signoli pezzi distinti, quindi puoi nasconderli, vedi le giunte d'angolo (anche del 2d) come se fossero parti singole in un assieme ecc.
    Giocando poi con le configurazioni puoi fare la messa in tavola della parti con lavorazioni meccaniche successive o senza.........

    Ah Jarno, ho visto il tuo post sul forum di inventor.......... mettiti le mutande di ferro !


    Jarno
    15-06-2005, 14.20.06

    ricordavo bene, allora. Crdo x che le utility sulle giunzioni non ci siano sulla 2003 che ho modo di smanettare ognitanto. O forse non le trovo io, l l'help sul multib. scarnissimo.
    Quanto al mio post sul forum di Inv.: in realt temo + di non venire ascoltato e d'altronde dopo un paio d'anni in cui erano tutti commerciali di Inv, da un p non si vedono che sporadici interventi da parte di formatori, insomma credo che il fenomeno si sia ridimensionato; cmq io volevo solo dei contributi, xk io non mi sento l'unto dal Signore e seguendo questo 3ad ho dovuto verificare un paio di volte la fondatezza delle mie idee; magari qlc1 + intelligente di me ha trovato una soluzione migliore. Anche xk a st punto dove st la possibilit di avere un approccio top-down serio?
    Tecnomarca: eh, temo proprio di dover sottoscrivere. Non che io passi la vita sulle strutture, ma le mie macchine sono largamente di carpenteria. E non il solo campo in cui ha dei limiti pesanti. Cambiare CAD? Non lo escludo affatto. Ancora non siamo migrati completamente in 3D il che da un lato un problema (spendere ancora x il 3D?) dall' altro un vantaggio xk non ho molto storico con Inv. Vedremo.
    Ciao


    tecnomarca
    15-06-2005, 14.56.51

    Marcof per quello che scrivi nel tuo ultimo passaggio e che hai gi pi volte descritto quello che faccio con SE, la mia perplessit, come gi detto in precedenza, nasce dal fatto che, se capisco bene Jarno intende disegnare il profilo della sezione direttamente nel file multibody della struttura (Jarno se ti ho inteso male correggimi). Giustamente tu gli fai presente che:
    In SWX quando inserisci le strutture non devi neanche fare lo schizzo del profilo
    E' questo dettaglio, piccolo cavillo, che continua a mandarmi in crisi. Il file multibody non devrebbe contenere solo dei puntatori a componenti definiti all'esterno? Non dovrebbe avere le caratteristiche di un sottoassieme? Se disegno al suo interno la sezione allora non diventa un'altra cosa? Non "snaturo" lo strumento? Ha senso farlo?
    Ma ormai possibile che stia capendo "fischi per fiaschi".

    Abbiate pazienza, un piccolo sforzo ancora, chiaritemi, per favore questa cosa. Scusatemi ma "...sono di coccio"!
    Ciao!


    MacGG
    15-06-2005, 15.11.40

    Tecnomarca,
    scusa il ritardo con cui ti scrivo, le solite...

    Il problema non dunque far comprare excel a tutti noi che gi lo usiamo, ma piuttosto dire ad un progettista che usa Inventor come pu risolvere con CATIA V5 (Structure Design) il suo problema ed eventualmente con che costi e con che vantaggi rispetto a ci che si gi detto. Anch'io conosco gente che disegna strutture sulla lavagna col gesso, e manda l'impiegata a recuperare il materiale dal rottamaio, con l'elenco scritto su un post-it, ma non credo che sia una soluzione al problema.
    Comunque questo il contributo che ti sto chiedendo.
    La quantificazione dei costi, potrebbe essere abbastanza semplice, anche se poi chi ti vende il software e ti supporta (che poi quello che ti assiste quotidianamente anche se i forums possono servire a qualche cosa) non sempre in grado di guidarti correttamente.
    I vantaggi, forse si possono valutare solo dopo un certo tempo (mesi/anni) ma un CAD pu influire nell'intero processo progettuale e quindi nell'intera azienda, quindi tale valutazione pu essere complessa.
    Passando a cose molto pi pratiche (le features), in base alle vostre discussioni si pu dire:
    Caso 1, Lavoro a superfici o a solidi:
    Indifferente, posso iniziare a lavorare con i solidi, che posso modificare con superfici, poi estrarre delle superfici e continuare la modellazione a superfici, quindi poi ritrasforamare le superfici in solidi etc. Il tutto parametrico associativo, st a m scegliere la strada che pi mi piace.

    Caso2, lavoro in assembly o in multibody:
    Indifferente, se voglio avere vari file, perch li utilizzo in vari prodotti, faccio degli assembly, comunque le varie parti le posso delimitare, con operazioni boolene tra i vari componenti, oppure posso parametrizzare un componente rispetto ad un'altro (in realt, per fare questo non serve che i componenti siano nello stesso assieme).
    Posso avere anche componenti di costruzione, posso avere componenti di libreria (anche parametrizzati da tabelle excel), o features in libreria (come sopra).
    Eviterei di parlare di BOM, ovviamente questa si f solo per l'assembly (posso non considerare componenti nella BOM, ne posso creare di fittizzi), ma in ogni caso la BOM conviene farsela con un PDM, in quanto in un'azienda vi sono N BOM (di progettazione, di produzione, per gli acquisti, per la spedizione, etc), quindi alla fine non conviene farsela.

    Queste funzionalit si hanno nei moduli base di CATIA V5, poi vi sono i moduli dedicati, come Structure Design, in cui si hanno degli ambienti pre-costituiti per modellare strutture reticolari. Tali ambienti li si trovano per molte altre discipline, come il tubing, il cabling, il shipbulding, etc, in cui le solite features, sono ottimizzate ed utilizzate in base alla specifica applicazione. Ad esempio, nello shipbuilding, per modellare il ponte di una nave, che fatto da una lamiera, posizioanta ad una certa altezza, delimitata dalla carena, in cui sono disposte delle travi di rinforzo, basta scegliere l'altezza in cui posizionare tale ponte, los pessore della lamiera, la distanza tra le travi e il loro tipo e tutti gli elementi vengono modellati, tagliati, posizionati, preparati per le saldature, etc.
    Ritornando al semplice Structure Design, in esso ci sono i catalogli delle sezioni tipiche e gli ambienti per definirne degli altri. Poi, in fase di definizione delle travi, quando 2 travi si incrociano, il software identifica l'intersezione e viene chesto come lavorare le travi per connetterle (a vite, a saltaura, etc). Tutti i tipi di connesione (con le relative preparazioni), sono definiti in altri catalogli, personalizzabili etc.
    Per tali modelli, si possono fare delle BOM, relative al peso, lunghezza, delle varie travi utilizzate, oltre che la BOm in base agli identificativi.
    Se voglio analizzare con il FEA tali modelli, il modello FE, viene costruito automaticamente a beam, con le caratteristiche dei catalogli sopra descritti.

    Ogniuno libero di pensare se questo sia vantaggioso o meno, credo per che l'aspetto pi importante di CATIA V5, che ci si pu configurare il sistema in base alle esigenze, ovvero usare le features di base per fare tutto, o usare ambienti dedicati per fare al meglio il tipo di progettazione di cui si ha bisogno, In ogni caso, anche l'ambiente base, pu essere configurato e progettare ci che in precedenza non era mai stato fatto e mai si arriva a sfruttare quell'ultima feature, che mi d la speranza di riuscire a fare quello di cui si ha bisogno.

    Saluti
    MacGG
    Ultima modifica di Sandra_ME30; 16-02-2008 alle 23: 51
    Saluti, Stefano.
    “Timeo Fenestras et dona ferentes”

  10. #20
    Moderatore Solidworks L'avatar di Oldwarper
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    2098
    Professione
    Progettista
    Regione
    Emilia Romagna
    Software
    Solidworks, Cimatron IT, Cimatron E, Rhino, AutoCAD, Logopress, Solidcam

    Predefinito

    tecnomarca
    15-06-2005, 20.12.06

    x Jarno e marcof:
    scusatemi ma credo di aver equivocato un p.
    quando Jarno dici: "uso uno schizzo con la sez del tubolare" ho inteso lo schizzo della sezione del tubolare non quello di guida del tubolare, tu intendi "uso uno schizzo per posizionare la sezione del tubolare", in ogni caso, se fosse corretta la prima interpretazione (quella del mio messaggio precedente), ora mi chiaro che ti sarebbe utile, in quel dato contesto, procedere con una strategia bottom-up all'interno di un'unico file di parte che definisce tutto il progetto, costruendovi direttamente le parti come assemblate, e del quale ti interessano solo la messa in tavola e la distinta di taglio. Cosa che effettivamente mi aliena, ma che pu avere la sua utilit.
    Sicuramente il pensiero vi risulter contorto, perdono.

    x MacGG.
    Intanto grazie per aver risposto.

    Dando per scontato che le funzionalit da te descritte siano uguali, superiori o non presenti in quelle di SWX, SE, INV, ti chiedo:

    CATIA mi risulta in un fascia diversa da quella di SE, SWX, INV, ora il pacchetto con le funzionalit di base quanto arriva a costare (circa)?
    E' sempre difficile da valutare, ma CATIA pu essere introdotto con profitto anche in aziende dove esiste una sola postazione? Ad esempio da me?
    In altri termini quale dovrebbe essere il criterio per il quale preferire CATIA agli altri MCAD di fascia pi bassa?
    Per quale motivo una PICCOLA azienda dovrebbe preferire una soluzione integrata con la possibilit di acquistare "TUTTO E DI PIU" rispetto alla scelta di programmi prodotti da aziende diverse cercando compatibilmente alle proprie necessit il prodotto migliore?
    Il prezzo non pu essere gi un motivo sufficiente per preferire un prodotto di fascia pi bassa, oppure trascuro altri aspetti che nelle realt come la mia meritano di essere valutati?

    Scusa se le domande sono un po rozze ( $? ? ?), ma da umile utilizzatore, con pochi soldi da spendere, penso che raggiungere lo scopo col minor costo possibile sia buona cosa (logicamente senza tornare a disegnare sulla lavagna col gesso).
    Ciao!


    Marcof
    15-06-2005, 22.49.51

    Marco_f dice:
    In SWX quando inserisci le strutture non devi neanche fare lo schizzo del profilo

    tecnomarca dice:
    E' questo dettaglio, piccolo cavillo, che continua a mandarmi in crisi. Il file multibody non devrebbe contenere solo dei puntatori a componenti definiti all'esterno?
    Non ho idea di cosa sia il multibody in SE, ma in SWX semplicemente la possibilit di avere in un file di parte alcune o tutte le singole feature che aggiungono materiale feature "scollegate". Se ad esempio fai un cilindro e poi selezioni la faccia superiore come schizzo, estrudi di nuovo per allungare il cilindro, in multibodi vedrai la linea di giunzione e puoi ad esempio nasconderne uno dei due. Come corpo unico vedresti un cilindro di lunghezza maggiore.
    Sono corpi solidi indipendenti per cui in molti casi ti permettono di modellare pi semplicemente un componente a partire ad esempio da elementi periferici ai quali costruisci per ultimo il nucleo centrale di collegamento.
    Nel caso degli elementi strutturali la stessa cosa, la differenza che il programma piazza i vari corpi solidi, creati a partire da modelli di libreria, appoggiandoli ciascuno ad un segmento di schizzo. In questo caso poi possibile fare la messa in tavola con ala distinta di taglio.
    Non mi chiaro il discorso ceh fai del puntamento a componenti definiti all'esterno, perch i singoli corpi sono dentro alla parte e i riferimenti esterni sono quelli che fai alla geometria dell'assieme se la tua parte, e in particolare lo schizzo di guida dei tubolari, nasce li dentro.

    Non dovrebbe avere le caratteristiche di un sottoassieme?
    Se intendi un "contenitore" di parti indipendenti all'interno dell'assieme di livello superiore, allora nel caso del multibody usato per gli elementi strutturali realizzati con gli strumenti di saldatura, potresti anche intenderlo anche come un sottoassieme.

    Se disegno al suo interno la sezione allora non diventa un'altra cosa?
    Quando usi i famigerati "membri strutturali" non disegni nessuna sezione. Selezioni i segmenti di schizzo sui quali SWX ti "schiaffa" i tuoi profilati che hai scelto dalla libreria. Tutto dentro una parte che pu essere contenuta in un sottoassieme del quale pu usare la geometria come riferimento per la costruzione degli schizzi .
    Ti assucuro che visto di persona sarebbe decisamente pi facile.....


    Marcof
    15-06-2005, 22.56.24

    MacGG dice:
    cuttone
    Ritornando al semplice Structure Design, in esso ci sono i catalogli delle sezioni tipiche e gli ambienti per definirne degli altri. Poi, in fase di definizione delle travi, quando 2 travi si incrociano, il software identifica l'intersezione e viene chesto come lavorare le travi per connetterle (a vite, a saltaura, etc). Tutti i tipi di connesione (con le relative preparazioni), sono definiti in altri catalogli, personalizzabili etc.
    mi pare chiaro che Catia assiema a UG siano su livelli di potenzialit decisamente diversi da SWX, SE ecc. Peccato che siano potenti anche come prezzo d'acquisto e di manutenzione altrimenti ci si farebbe tutti un pensierino credo.....


    UGoverAll
    15-06-2005, 23.32.55

    Ti informo che il pacchetto di UG dedicato alle strutture (Steel Work) fa abbastanza c.a.g.a.r.e...
    credo che di utenti di questo modulo in italia non ce ne siano...

    Discorso diverso invece se parliamo del pacchetto dedicato alle strutture NAVALI: stato sviluppato di recente, sotto specifiche del consorzio navale tedesco: una roba incredibile.

    Non sempre alla concezione "high end" si pu associare il concetto di "potente"...


    tecnomarca
    16-06-2005, 08.15.04

    marcof dice:
    Non ho idea di cosa sia il multibody in SE, ma in SWX semplicemente la possibilit di avere in un file di parte alcune o tutte le singole feature che aggiungono materiale feature "scollegate".
    In SE la possibilit di avere parti disgiunte finalizzata alla costruzione della parte principale. Solo 1 corpo solido gli altri che vai a definire sono di costruzione. In teoria nulla vieta di operare per costruire una struttura definendo 10 parti di costruzione, ma sarebbe una forzatura, un'uso impropio del comando. Questi solidi di costruzione li ottieni "unendo superfici" o importando parti esterne. Come avrai capito se voui costruire una struttura in SE lo fai dall'assembly.

    Quando usi i famigerati "membri strutturali" non disegni nessuna sezione. Selezioni i segmenti di schizzo sui quali SWX ti "schiaffa" i tuoi profilati che hai scelto dalla libreria. Tutto dentro una parte che pu essere contenuta in un sottoassieme del quale pu usare la geometria come riferimento per la costruzione degli schizzi .
    Ti assucuro che visto di persona sarebbe decisamente pi facile.....
    Questo come lo utilizzerei io se avessi SWX. Ed ci che si faccio in SE ma dentro un file assembly rispetto a SWX che lo mette dentro un file di parte.
    Se intendi un "contenitore" di parti indipendenti all'interno dell'assieme di livello superiore, allora nel caso del multibody usato per gli elementi strutturali realizzati con gli strumenti di saldatura, potresti anche intenderlo anche come un sottoassieme.
    Finalmente sono riuscito a chiudere il cerchio.
    Grazie marcof.
    Ciao!


    adest
    16-06-2005, 19.56.17

    Mi intrometto in questo thread provenendo da un thread di Inventor in cui Jarno chiedeva di fornire le proprie riflessioni quindi non ho una panoramica completa ma un riassunto offerto gentilmente dallo stesso Jarno perci mi scuso in anticipo se espongo un'opinione gi discussa.
    Perch non si possono costruire i telai in INVENTOR con un semplice file di parti?
    Quale potrebbe essere il problema, a parte la gestione delle parti componenti nel caso sia richiesto un disegno per ognuna ?
    Io dopo le passate esperienze e non avendo bisogno della gestione parti far sicuramente cos in futuro, l'unico disbrigo sar quello di creare le Ifeature per ogni tipo di profilo da utilizzare.
    ciao : Andrea


    Jarno
    17-06-2005, 08.36.15

    Ok, Andrea. Il tuo sistema lo uso anche io. Non che non si possa fare. Solo che ad es: 2 tubolari giuntati a 45 in un unica parte danno continuit di materiale e x ci viene eliminato lo spigolo. Ci mi impone di trovare un trucco (a volte una semplice estrusione di taglio) x ogni giunzione. Altre volte capita che magari hai una piastra strana e la vuoi mettere in tavola come dettaglio senza tutto il resto attaccato attorno, allora sarebbe stato comodo averlo come parte. Insomma non che non si possa fare, ma non previsto e Inv non ti aiuta di certo su questa strada. Il fatto che poi dal mio punto di vista non hai scelta, xk per poter controllare un intero telaio senza impiegare ore e ore di parametrizzazioni (excel o parti derivate) che peraltro rischiano di esser vane alla prima modifica "sostanziale" (bastando un cambio di giunzione x mettere in crisi il tutto), DEVI fare tutto di parte. Adesso ricordo pure che qlc1 chiese se si poteva avere le iFeature "parametriche" cio che vi fosse un legame con il profilo di libreria (cambi quello, ti cambia automaticamente nella tua parte). Questo proprio ci che invece SE e SWX con modalit diverse ti forniscono.
    Dove st l' approccio TopDown? Xk io devo impazzire mentre con SE e SWX fanno nella met di tempo, ma sopratutto meglio?
    Per me questa una problematica critica, e non solo x me vedo (anche dai pacchetti sviluppati dalla QSinfor).
    Ciao
    Ultima modifica di Sandra_ME30; 17-02-2008 alle 00: 09


  • Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

    Discussioni Simili

    1. [Recuperato] Pareri...
      Di RUGGIUNO nel forum Thinkdesign
      Risposte: 8
      Ultimo Messaggio: 27-02-2008, 13: 43
    2. [Recuperato] Quale convertitore?
      Di Oldwarper nel forum CAD meccanici a confronto
      Risposte: 0
      Ultimo Messaggio: 18-02-2008, 12: 00
    3. [Recuperato] Quale Cad 3d
      Di Sandra_ME30 nel forum CAD meccanici a confronto
      Risposte: 6
      Ultimo Messaggio: 18-02-2008, 11: 55
    4. [Recuperato] NX3... pareri
      Di RUGGIUNO nel forum NX (Unigraphics)
      Risposte: 5
      Ultimo Messaggio: 06-02-2008, 11: 13
    5. [Recuperato] Coda su "Pareri"
      Di Oldwarper nel forum Thinkdesign
      Risposte: 10
      Ultimo Messaggio: 28-01-2008, 11: 56

    Segnalibri

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  





    CAD3D.it - la community dei progettisti