Ansys.com


Risultati da 1 a 1 di 1
  1. #1
    RUGGIUNO
    Visitatore

    Predefinito [Recuperato] Sfilamento in un accop. con interferenza Come si fa?

    MasAnto
    13-10-2005, 12.40.24

    Ciao a tutti
    Sono nuovo del forum e... conosco un gran poco di elementi finiti! Scusatemi in anticipo se la mia domanda sarà banale. Vorrei studiare con Cosmos (DesignStar 4) un accoppiamento con interferenza. Ho un albero e un mozzo di diametro leggermente inferiore dell'albero. Sulla boccola è applicata una pressione che agisce in direzione parallela all'asse. Il mozzo scivola? Si riesce con COSMOS? Come si fa?
    Vi ringrazio in anticipo
    Ciao
    MasAnto



    baltoro
    20-10-2005, 17.27.14

    Perché usi la versione 4? E' vecchia di due anni...
    La versione che sta uscendo adesso ha delle novità proprio sui contatti.
    Scusa la rudezza dell'approccio: ho voglia di scherzare.
    Come risolvere il tuo problema?

    1) Definire uno studio (statico! lineare o non lineare)
    2) Click destro su "Contact/Gaps"
    3) Sul menu: "Define contact pair"
    4) Tipo: "Shrink fit"
    5) selezionare le facce che si forzano

    NOTA 1:
    è ESSENZIALE che la geometria abbia VERA INTERFERENZA
    (non basta un valore nominale sulle quote)

    NOTA 2:
    se vuoi l'attrito, devi andare nelle proprietà dello studio
    e attivare l'opzione "Include friction" con l'opportuno coefficiente.

    (mi accorgo adesso che CosmosWorks in SWX ha più opzioni di Designstar...)

    Beh, dovrei aver detto tutto.
    Ciao B-)



    MasAnto
    21-10-2005, 07.38.16

    Grazie Baltoro
    Adesso mi è più chiaro.
    Ciao
    MasAnto

    PS Uso la versione 4 perchè ho quella... A che versione siamo arrivati? Cambia molto tra la 4 e l'attuale?



    baltoro
    21-10-2005, 15.57.07

    Scusa la freddezza della cosa, ma faccio prima postare il testo:
    Preciso che a breve uscirà una ulteriore versione con ALTRE novità)
    (chi ha SolidWorks+Cosmos 2006 le ha già)


    What's New in COSMOSDesignSTAR 4.5

    Support for 3Dconnexion Motion Controllers
    COSMOSDesignSTAR™ 4.5 software supports the popular motion controllers CadMan®, SpaceBall®, SpaceMouse®, and SpaceTraveler™ from 3Dconnexion. 3Dconnexion's controllers operate together with a traditional mouse to provide a very efficient and intuitive way to work with 3D geometry. Instead of using a "normal" mouse with one hand as an input device for all activities - including zoom, pan, rotate, select, and click on icons and menus - users of 3Dconnexion's motion controllers can use one hand to move and rotate the part or assembly, and see CAD models and analysis results from all sides and angles, while using the other hand to perform all the normal selection tasks with the mouse.

    Extended Material Library
    COSMOSDesignSTAR now supports material libraries created in SolidWorks 2004, SolidWorks 2005, and COSMOSWorks 2005.

    COSMOSDesignSTAR Task Scheduler
    The COSMOSDesignSTAR Task Scheduler is a utility program devised to facilitate the run of COSMOSDesignSTAR studies in the batch mode. In particular, the COSMOSDesignSTAR Task Scheduler lets you schedule the meshing and analysis of up to 10 models. All defined studies or any specified one can be run. Delayed and immediate runs are supported. To access the COSMOSDesignSTAR Task Scheduler, click Start, Programs, COSMOS 2005 Applications, COSMOSDesignSTAR Task Scheduler. For more information, refer to the COSMOSDesignSTAR Task Scheduler online help.

    Updated Solvers
    In this release of COSMOSDesignSTAR, the FFEPlus and the Direct Sparse solvers take advantage of multiple processors when available. For a machine with two similar processors, the solution time could reduce by up to around 40%.

    The following versions of CAD systems are supported by COSMOSDesignSTAR 4.5

    Solid Edge V15 & V16

    Autodesk Inventor V8 and V9

    CATIA V5 (*.CATProuct and *.CATPart) R2-R13


    In addition, COSMOSDesignSTAR 4.5 supports the following modeling kernel versions:

    Parasolid (*.x_t) up to version 16

    ACIS (*.sat) up to R13


    Support of 3-D Nonlinear Contact Analysis
    This release of COSMOSDesignSTAR supports 3-D contact for nonlinear studies. Contact is a common source of nonlinearity. Static studies allow the solution of contact problems with small and large displacements. The following are limitations on using static studies to solve contact problems:

    If you use large displacements, the results are available only at the last solution step. In nonlinear studies, you can get results at every solution step.

    If a nonlinearity other than that caused by contact is present, you cannot use static studies. This can be due to nonlinear material properties, changed loads, or restraints, or any other nonlinearity.

    When using static studies to solve contact problems with large displacements, the program does not update the load directions as the model deforms. In nonlinear studies, the program updates the directions of pressure loading based on the deformed shape at each solution step if the Update load direction with deflection is checked in the properties of the study.

    In nonlinear studies, you have control over the solution steps. In static studies using large displacements, the program sets the solution steps internally.

    Support of Different Initial Temperatures for Assemblies in a Transient Thermal Analysis
    In earlier releases of COSMOSDesignSTAR, you can only define one initial temperature for the whole part or assembly for use in thermal transient studies. In this release, you can apply different initial temperatures to different components within an assembly. You can also specify initial temperatures on faces, edges, and vertices.

    Thermostat Controlled Heater or Cooler
    For transient thermal studies, all heat power and heat flux assignments can be controlled by a thermostat mechanism defined by a desirable temperature range at a vertex. For each solution step, the status of the heat power or heat flux condition (on/off) is decided based on the temperature at the specified vertex in the previous time step. You can use multiple thermostats in a study at different locations.

    Generating Default Plots for All Modes in Frequency Studies
    In previous releases of COSMOSDesignSTAR, the program creates, by default, the plot of the fundamental mode shape (first mode shape) after running a frequency study successfully. In this release, the program creates mode shape plots for the number of mode shapes you specify in the frequency study properties dialog box.

    Response Option in the Probe dialog box for Transient Thermal Analysis
    The probing function lets you display the numerical value of the plotted field at the closest node to the point of clicking. In this release, a Response button has been added to the Probe dialog box to allow you to generate 2-D graphs of the plotted field versus time for the model locations (nodes) you probed.



    Fulvio Romano
    29-08-2007, 12.40.12

    Scusate, ma eguagliando le epsilon si ottiene la pressione relativa. Dividendola per il coefficiente di primo distacco si ottiene la forza da applicare.

    In questo modo (due moltiplicazioni ed una divisione...più o meno) si evita di incappare in errori di modello, approssimazioni numeriche, ecc. no?

    Se serve un po' di teoria, basta cercare qualche testo sui recipienti autoforzati.



    baltoro
    29-08-2007, 12.53.06

    Corretta osservazione.
    Ma qui si entrerebbe nel lungo dibattito su quando val la pena di fare i conti a mano e quando con il fem (di solito, se è possibile, è meglio fare entrambe le cose).
    Mi permetto però di osservare che con i conti "a mano" si è sicuri di non introdurre errori di mesh, di modello (matematico), etc., ma si introducono approssimazioni dovute all'idealizzazione della forma (i pezzi non sono quasi mai dei solidi semplici).
    In generale sui testi specialistici si trovano sia le formule che le avvertenze riguardo all'applicabilità, nonché le eventuali tabelle di correzione basate su rilievi...



    Fulvio Romano
    29-08-2007, 17.12.07

    Pienamente daccordo. Ma visto che si tratta di un albero e di un mozzo siamo nell'idealizzazione data dalla teoria dei recipienti autoforzati, così come suggerivo nel post precedente.
    Se invece degli sterili manuali si trova la dimostrazione delle formule si capisce molto bene quando applicarle e dove applicarle.

    A mio avviso il FEM è per l'ingegnere quello che la calcolatrice è per il commercialista. Io con una calcolatrice in mano non riuscirei nemmeno a capire lontanamente il lavoro di un commercialista. Nello stesso modo ho visto relazioni tecniche di progettazioni FEM con il risultato tensionale nel punto più sollecitato di 2e+06 MPa...
    Giuro, era la relazione tecnica consegnata dall'azienda di cui non faccio il nome ma che è stata buttata fuori dal progetto a calcioni...il calcolo l'avrà fatto un commercialista?
    Ultima modifica di Sandra_ME30; 10-04-2008 alle 00: 29


  • Discussioni Simili

    1. simulazione-interferenza
      Di mali_fx nel forum Creo Parametric - Assemblaggio
      Risposte: 3
      Ultimo Messaggio: 21-12-2010, 16: 58
    2. Interferenza in movimento
      Di BIXIO nel forum Solidworks
      Risposte: 3
      Ultimo Messaggio: 10-11-2009, 15: 19
    3. Bloccaggi per interferenza
      Di cacciatorino nel forum CAE/FEM/CFD forum generale
      Risposte: 16
      Ultimo Messaggio: 28-03-2009, 23: 37
    4. interferenza, ma dove?
      Di gdl1969 nel forum CATIA V5 CATProduct
      Risposte: 6
      Ultimo Messaggio: 10-11-2008, 16: 51
    5. [Recuperato] Blocco ad interferenza
      Di RUGGIUNO nel forum Inventor
      Risposte: 0
      Ultimo Messaggio: 26-02-2008, 12: 59

    Chi Ha Letto Questa Discussione: 0

    Segnalibri

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  



    CAD3D.it - la community dei progettisti