Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234
Risultati da 31 a 34 di 34

Discussione: cartigli e tavole

  1. #31
    Utente Standard L'avatar di Mocca
    Iscritto dal
    2009
    Messaggi
    179
    Professione
    Baracchino
    Regione
    Piemonte
    Software
    Alcuni

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da monster Visualizza Messaggio
    mocca vai piano non correre via!!! stai buono che domani mattina ho un'altra rogna da sbrigare che e' quella dello stampo con i raggi scaricati....
    mi vien da piangere solo a pensare di far le chiusure doppie con file parte doppio uno fissa e uno per mobile con il 100% di fare CAPPELLE!!!

    ...OSSIGNORE!!!...
    Su, su... la necessità aguzza l'ingegno. Non voglio traumatizzarti all'inizio della settimana ma se usi una certa procedura l'attività che dovrai fare risulterà relativamente semplice.
    Premetto che per lo stampo NON uso, o meglio, non usavo il modulo specifico per gli stampisti ma utilizzavo una serie di operazioni che mi permettevano di avere lo stampo parametrico. Mi spiego:
    1° creo il mio fuori figura
    2° creo la pelle matrice+fuori figura (file "pelle matrice")
    3° creo la pele punzone+ fuori figura (file "pelle punzone")
    Le operazioni precedenti immagino tu sappia come realizzarle con la procedura "dividi"
    4° creo un blocco per la matrice (file "matrice")
    5° creo un blocco per il punzone (file "punzone")
    6° al file "matrice" inserisco la "pelle matrice" che utilizzo per tagliare completamente il blocco
    7° al file "punzone" inserisco la "pelle punzone" che utilizzo per tagliare completamente il blocco
    8° creo un nuovo file "tallonaggi" con la forma TEORICA e SENZA RAGGI della sagoma dei talloni che mi serviranno.
    9° Apro il file "matrice" ed inserisco al suo interno il file dei tallonaggi che mi serveranno per AGGIUNGERE materiale alla matrice (o togliere se sono negativi)
    10° Apro il file "punzone" ed ed inserisco al suo interno il file dei tallonaggi che mi serveranno per TOGLIERE materiale al punzone (o aggiungere se sono positivi)
    11° O sulla matrice o sul punzone, qualora i tallonaggi avessero una luce tra la parte matrice e la parte punzone, dai uno spessore
    12° Crei i raggi sulla matrice con un valore e sul punzone con un'altro valore ottenenedo quello che dovevi fare.

    Spero di non averti confuso maggiormente le idee ma considera che tutto ciò è parametrico e che ti troverai magari a modificare l'impostazione dello stampo senza "grossi" problemi ed abbastanza velocemente.
    Buon lavoro.
    Mocca

  2. #32
    Utente Standard
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    187
    Professione
    progettazione stampi
    Regione
    veneto
    Software
    dipende da quello che devo fare

    Predefinito

    Su, su... la necessità aguzza l'ingegno
    ...EHHHHH

    Le operazioni precedenti immagino tu sappia come realizzarle con la procedura "dividi"
    procedura di Q-split o procedura in solido con comando dividi?

    mi ricordo che su cimit cera il comando dividi che ti permetteva di colorare le sup sup e inf del modello ....bah andro incerca di sta cosa se ce...


    per il resto tutte le procedure che hai scritto le faccio anchio pero' dove lavoravo prima non siscaricavano i raggi quindi viaggiavo piu velocemente con q-split.....dovrò adattarmi anche se cmq secondo me e' una perdita di tempo
    oppure meglio dire che non e' una perdita di tempo ma un miglioramento nell'esecuzione dello stampo in officina

    per il resto le idee non me le hai confuse

  3. #33
    Utente Standard
    Iscritto dal
    2008
    Messaggi
    187
    Professione
    progettazione stampi
    Regione
    veneto
    Software
    dipende da quello che devo fare

    Predefinito

    per Mocca

    ho seguito un po' la tua idea per il discorso delle etichette per la quotatura delle teste degli estrattori

    1 bisogna fare un file parte altrimenti niente etichette
    2 per le modifiche che si fa? se il file viene da esterno file assemblaggio?
    3 tutto bene etichettare teste estrattori finche sono piani....
    4 e quelli sagomati?? se sono 50 di cui circa 6 gruppi di diametro diverso?
    che si fa...50 sistemi di riferimento per fare poi le etichette?
    5 ma quando mi passa?
    6 presento in officina una tabella con 50 quote?

    occhio la mia e' solo una valutazione del sistema di lavoro

    io mi domando... ma quei signori che fanno i "beta-tester" cosa fate?
    mettete uno schifo di comando che mi permetta di vedere una quota in Z rispetto ad un sistema di riferimento, fare un comandino che mi permetta di selezionare gli estrattori incriminati associargli una lettera per il gruppo e fare una bella tabellina con le letterine associate al gruppo con gli Z esatti e magari perche no cacciare in pianta le lettere del gruppi per identificare gli estrattori.....INVECE NO TUTTO A MANO!!!!!! PERDITA DI TEMPO...E POSSIBILITA DI SBAGLIARE AL 200%

  4. #34
    Utente Standard L'avatar di Mocca
    Iscritto dal
    2009
    Messaggi
    179
    Professione
    Baracchino
    Regione
    Piemonte
    Software
    Alcuni

    Predefinito

    Monster...al tempo....
    Premetto che, come dici tu, ogniuno ha un proprio metodo di lavoro.
    Detto ciò, per quanto riguarda gli estrattori e se vogliamo anche le fontane o pozzetti come vogliamo chiamarli) io ho un file parte per ogni gruppo di estrattori dello stesso tipo (file: estrattori Ø8; estrattori Ø12: ecc) e faccio una tabella per ogni gruppo di estrattori. E' vero che è una rottura di p...e inserire queste etichette ma per lo meno non devo andare a rilevare a mano la quota massima dell'estrattore e scriverla sempre a mano in una pseudo tabella. Poi c'è chi nell'assemblaggio inserisce ogni estrattore come singolo elemento quindi il mio metodo risulta eccessivamente macchinoso io invece ho preferito un'altra metodo che utilizzo tutt'ora e mi trovo bene.

    Gli estrattori al 99 %, a meno che tu non faccia bacinelle, sono centinati quindi quando vado ad inserire le etichette vado a posizionarli a "stima" sul punto più alto della centina per identificarne l'altezza massima; la quaota che farò apparire sarà SOLO la Z che precedentemente avrò rinominato in H; le coordinate X ed Y NON le utilizzo; tuttalpiù nella messa in tavola in pianta quoto il loro posizionamento nel modo "classico".
    Quando, nel 2D, estraggo le etichette mi faccio anche apparire la tabella specifica per ogni gruppo di estrattori e non trascrivo nulla a mano.
    Hai ragione che MS dovrebbe migliorare questa attività ma la richiesta che tu avanzi personalmente la feci circa 4 anni fa e, non utilizzando piu Cimatron, vedo che ad oggi non è cambiato nulla.
    Per le modifiche non ricordo se le etichette conservano la paremetricità ma a stima mi sembra di no! Quindi in caso di modifica dovresti elimiare l'etichetta modificata ed aggiungere la nuova; nel 2D rintavolare le etichette.
    Salutammo


  • Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234

    Discussioni Simili

    1. cartigli, come fareste per?
      Di bazzy nel forum Solid Edge
      Risposte: 9
      Ultimo Messaggio: 06-01-2011, 21: 02
    2. creazione di cartigli
      Di axia94 nel forum Solidworks
      Risposte: 8
      Ultimo Messaggio: 26-05-2010, 14: 43
    3. info per cartigli
      Di kpinti nel forum Annotation
      Risposte: 3
      Ultimo Messaggio: 04-12-2009, 18: 37
    4. Creazione cartigli
      Di tormar nel forum AutoCAD
      Risposte: 11
      Ultimo Messaggio: 09-06-2008, 21: 49
    5. cartigli
      Di Br1 nel forum Solidworks
      Risposte: 2
      Ultimo Messaggio: 20-04-2008, 01: 12

    Segnalibri

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  





    CAD3D.it - la community dei progettisti