Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 13 di 13
  1. #11
    Utente poco attivo
    Iscritto dal
    2010
    Messaggi
    8
    Professione
    Progettista elettronico
    Regione
    Italia
    Software
    Rhino

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da meccanicamg Visualizza Messaggio

    Per quanto riguarda le viti M12-8.8 in foro Ø14 se solo a taglio categoria C si ha:
    Fs,rd = Ks*n*fa*Fpr/1.25 = 9.6 kN
    con Fpr = 0.7*As*fub = 42208 N = 42.2 kN
    con fa = 0.3 superfici spazzolate alla fiamma senza ruggine
    fub = 800 MPa carico rottura 8.8
    As = 84.3 mmq
    Ks = 0.85 foro maggiorato perchè M12 normale è Ø13 mm
    n = numero superfici scorrimento = 1
    Leggendo la UNI ENV 1993-1-1 (unica che sono riuscito a visionare) a pagina 151 trovo la formula che mi hai indicato sopra, ritrovo tutti i coefficienti tranne il valore del coefficiente parziale di sicurezza che hai posto a 1.25 mentre io metterei 1.4 dato che in 6.5.8.1(4) si fa esplicito riferimento ai collegamenti con bulloni in fori maggiorati come nel nostro caso. So che utilizzando 1.4 sono più conservativo, ma mi interessava capire se sto sbagliando ad interpretare la norma oppure se esiste qualche motivo che mi sfugge per cui dovrei utilizzare invece il coefficiente pari a 1.25 come riportato in 6.5.8.1(3) per lo stato limite ultimo.

    Grazie

    Ciao
    Pow

  2. #12
    Utente poco attivo
    Iscritto dal
    2010
    Messaggi
    8
    Professione
    Progettista elettronico
    Regione
    Italia
    Software
    Rhino

    Predefinito

    Controllando anche gli altri conti non mi torna il valore della forza di precarico ovvero sostituendo i valori numerici nelle formule ottengo:

    0.7*84.3*800 = 47208 N

    mentre leggo 42208 N.

    Mi sono perso qualcosa?

    Ciao
    Pow

  3. #13
    Utente poco attivo
    Iscritto dal
    2010
    Messaggi
    8
    Professione
    Progettista elettronico
    Regione
    Italia
    Software
    Rhino

    Predefinito

    Ho alcune domande/dubbi sul calcolo della resistenza a rifollamento Fb,Rd.

    Sulla norma UNI ENV 1993-1-1 pagina 155 relazione [6.12] non mi è chiaro il significato di alcuni parametri in particolare:

    - fu indica la resistenza a rottura per trazione. In questo caso ho due piastre di materiali differenti, una è in Fe360 mentre la staffa della cerniera è in alluminio (richiederò al produttore il materiale e le varie caratteristiche). A questo punto il valore della resistenza a rottura, in modo magari semplicistico, ma penso cautelativo, dovrebbe essere data dalla minore fra i due materiali utilizzati, è corretto? Avete qualche suggerimento in merito?
    - d: rappresenta il diametro del foro o dell'area sottesa dal dado?
    - t: dovrebbe essere lo spessore complessivo dell'unione, nel caso di due piastre sovrapposte la somma degli spessori delle singole piastre, giusto?

    Scusate la raffica di domande, ma essendo un novizio dell'arte preferisco fare qualche domanda magari scontata piuttosto che avere dei dubbi.

    Grazie per l'attenzione.

    Saluti
    Pow


  • Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

    Discussioni Simili

    1. Come iniziare
      Di TRM nel forum Industrial Design
      Risposte: 6
      Ultimo Messaggio: 05-02-2011, 00: 01
    2. verifica struttura
      Di tato_83 nel forum Progettazione meccanica - forum generale
      Risposte: 5
      Ultimo Messaggio: 11-06-2010, 13: 04
    3. Consigli per iniziare
      Di Mondrian nel forum Solidworks
      Risposte: 5
      Ultimo Messaggio: 27-10-2009, 17: 01
    4. Struttura all'aperto per spettacoli: consigli
      Di Gianca81 nel forum Impianti
      Risposte: 0
      Ultimo Messaggio: 29-06-2009, 19: 44

    Segnalibri

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  





    CAD3D.it - la community dei progettisti