• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

2008: Solidworks o Solid Edge???

stef_design

Utente Senior
Professione: ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
Software: SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM
Regione: Veneto - Austin (TX)
#41
DELTAGEN è sicuramente il miglior sistema di rendering real-time del mercato... certo che te lo consiglierei.
L'ho visto e provato al centro Stile Fiat: favoloso.
Lo so che è fantastico...a noi ce lo insegnano all'univ.
 

Strumpf

Utente Standard
Professione: progettazione meccanica, industrial design, reverser engineering...
Software: SolidWorks, Rhino, NX
Regione: Veneto, Schio - (VI)
#44
Che vuol dire "latitato"?
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#45
Che vuol dire "latitato"?
Essere assente, sparito. Voce del verbo "latitare", in genere si dice delle persone che la polizia cerca e loro scappano, appunto che sono "latitanti".

Ciao
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#46
Ahhh io aspetto, tanto ho latitato x qualche giorno ma ora ci sono!!:eek:
Ecco la mia risposta in merito alla preferenza di Pro/E rispetto a SWX.
Partiamo dalle esigenze dello studio di progettazione di cui sono titolare.
Noi ci occupiamo principalmente di progettazione, reverse engineering e collaudo dimensionale e di forma.

Per il collaudo il problema non si pone perché viene eseguito con software che non appartiene al settore CAD (nello specifico utilizziamo Geomagic Qualify).

Per il reverse engineering il discorso è stato praticamente obbligatorio e spiego il perché.
Pro/E dispone di un modulo dedicato al reverse molto potente.
Sulla base del dato acquisito, normalmente si tratta di una nuvola di punti o di un STL consente di realizzare superfici nurbs in automatico (metodo inadatto alla meccanica e all’automotive e da noi utilizzato soltanto per bozze e per il settore dei beni culturali) oppure matematiche del tutto identiche a quelle ottenibili con la modellazione tradizionale come solidi e superfici da estrusione, rivoluzione … ecc ecc.
SWX in questo campo è ancora molto immaturo sia perché non riesce a gestire dati consistenti (il programma ti butta fuori appena inizi a gestire nuvole di punti di una certa importanza) sia perché non ti forniscono i plug-in necessari all’acquisizione con strumenti professionali (Faro, Athos, Steinbichler, Leica …. ).
Quindi se avessi dovuto scegliere un software alternativo a Pro/E, avrei dovuto fare la valutazione su Catia e UGS NX, SWX non è utilizzabile.

Per la progettazione il discorso è più complesso:
noi siamo un piccolo studio tecnico e siccome serviamo i settori più disparati abbiamo bisogno di un software CAD che sia:
• flessibile (in questo Pro/E da 50 giri a SWX con le sue 120 pagine di parametri di configurazione …. );
• molto potente nella gestione e manipolazione di assiemi complessi (hai mai sentito parlare dell’AXX di Pro/E con Pro/program con i quali le parti si configurano automaticamente a seconda del contesto nel quale vengono inserite ?);
• largamente utilizzato in aziende qualificate (prova ad entrare in Ferrari, Piaggio, Aprilia, Teuco. Guzzini e a dire che usi SWX … probabilmente non ti fisseranno neanche un colloquio conoscitivo).
• scalabile con moduli per settori specialistici, perché oggi facciamo determinate cose ma, domani non sappiamo cosa faremo ed in questo vogliamo aver la tranquillità di poter affrontare qualsiasi problema progettuale senza dover cambiare software;
1. quelli che per SWX sono i membri strutturali per Pro/E è un intero modulo chiamato Expert Framework Extension dedicato alla progettazione di strutture complesse e carpenterie;
2. per le superfici il modulo base dispone di funzioni sufficienti ad affrontare il progetto per qualsiasi settore ma, se il tuo lavoro è l’automotive puoi utilizzare il modulo ISDX che ha un approccio più snello e dedicato (se conosci qualcuno che usa Pro/E con l’ISDX guardaci e fammi sapere le tue impressioni);
3. quelli che dicono che Pro/E è troppo rigido per il concept probabilmente non hanno mai visto Pro/Concept un modulo specifico che ti consente di effettuare sketch senza vincoli, rendering in real time, manipolazione di file stl, e fotoritocco.
I moduli di espansione di Pro/E sono circa 60 e non si tratta di programmi di terze parti ma di moduli che funzionano in Pro/E con tutti i vantaggi di disporre di un’ unica piattaforma software.

Concludendo, Pro/E nasce come CAD di fascia alta nel 1988 e fino a 10 anni non avrei nemmeno sognato di poterlo acquistare perché come per Catia i prezzi erano inavvicinabili.
L’avvento di nuovi software ha indotto PTC ad intervenire nel mercato delle piccole e medie aziende e dei piccoli studi tecnici creando delle pacchettizzazioni adatte a questo mercato (una licenza base di Pro/E oggi costa meno di una licenza SWX o SE e comprende modellazione solida e di superfici, sheet metal, assembly, messa in tavola e tante altre cose).
Ciò consente a realtà piccole come la mia di partire dal basso ma, di mantenere aperte le porte per future evoluzioni.

Ad un anno e mezzo da questa scelta mi ritengo soddisfatto e non tornerei indietro.
 

Strumpf

Utente Standard
Professione: progettazione meccanica, industrial design, reverser engineering...
Software: SolidWorks, Rhino, NX
Regione: Veneto, Schio - (VI)
#47
Ciao Max
due domande...
sti moduli, fanno parte del Pro-E, sono moduli "a parte"?
a parita di pacchetto SolidWorks Premium, qunti moduli di Pro-E devo acquistare e quanto costarebbero?
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#48
Ecco la mia risposta in merito alla preferenza di Pro/E rispetto a SWX.
Partiamo dalle esigenze dello studio di progettazione di cui sono titolare.
Noi ci occupiamo principalmente di progettazione, reverse engineering e collaudo dimensionale e di forma.

Per il collaudo il problema non si pone perché viene eseguito con software che non appartiene al settore CAD (nello specifico utilizziamo Geomagic Qualify).

Per il reverse engineering il discorso è stato praticamente obbligatorio e spiego il perché.
Pro/E dispone di un modulo dedicato al reverse molto potente.
Sulla base del dato acquisito, normalmente si tratta di una nuvola di punti o di un STL consente di realizzare superfici nurbs in automatico (metodo inadatto alla meccanica e all’automotive e da noi utilizzato soltanto per bozze e per il settore dei beni culturali) oppure matematiche del tutto identiche a quelle ottenibili con la modellazione tradizionale come solidi e superfici da estrusione, rivoluzione … ecc ecc.
SWX in questo campo è ancora molto immaturo sia perché non riesce a gestire dati consistenti (il programma ti butta fuori appena inizi a gestire nuvole di punti di una certa importanza) sia perché non ti forniscono i plug-in necessari all’acquisizione con strumenti professionali (Faro, Athos, Steinbichler, Leica …. ).
Quindi se avessi dovuto scegliere un software alternativo a Pro/E, avrei dovuto fare la valutazione su Catia e UGS NX, SWX non è utilizzabile.

Per la progettazione il discorso è più complesso:
noi siamo un piccolo studio tecnico e siccome serviamo i settori più disparati abbiamo bisogno di un software CAD che sia:
• flessibile (in questo Pro/E da 50 giri a SWX con le sue 120 pagine di parametri di configurazione …. );
• molto potente nella gestione e manipolazione di assiemi complessi (hai mai sentito parlare dell’AXX di Pro/E con Pro/program con i quali le parti si configurano automaticamente a seconda del contesto nel quale vengono inserite ?);
• largamente utilizzato in aziende qualificate (prova ad entrare in Ferrari, Piaggio, Aprilia, Teuco. Guzzini e a dire che usi SWX … probabilmente non ti fisseranno neanche un colloquio conoscitivo).
• scalabile con moduli per settori specialistici, perché oggi facciamo determinate cose ma, domani non sappiamo cosa faremo ed in questo vogliamo aver la tranquillità di poter affrontare qualsiasi problema progettuale senza dover cambiare software;
1. quelli che per SWX sono i membri strutturali per Pro/E è un intero modulo chiamato Expert Framework Extension dedicato alla progettazione di strutture complesse e carpenterie;
2. per le superfici il modulo base dispone di funzioni sufficienti ad affrontare il progetto per qualsiasi settore ma, se il tuo lavoro è l’automotive puoi utilizzare il modulo ISDX che ha un approccio più snello e dedicato (se conosci qualcuno che usa Pro/E con l’ISDX guardaci e fammi sapere le tue impressioni);
3. quelli che dicono che Pro/E è troppo rigido per il concept probabilmente non hanno mai visto Pro/Concept un modulo specifico che ti consente di effettuare sketch senza vincoli, rendering in real time, manipolazione di file stl, e fotoritocco.
I moduli di espansione di Pro/E sono circa 60 e non si tratta di programmi di terze parti ma di moduli che funzionano in Pro/E con tutti i vantaggi di disporre di un’ unica piattaforma software.

Concludendo, Pro/E nasce come CAD di fascia alta nel 1988 e fino a 10 anni non avrei nemmeno sognato di poterlo acquistare perché come per Catia i prezzi erano inavvicinabili.
L’avvento di nuovi software ha indotto PTC ad intervenire nel mercato delle piccole e medie aziende e dei piccoli studi tecnici creando delle pacchettizzazioni adatte a questo mercato (una licenza base di Pro/E oggi costa meno di una licenza SWX o SE e comprende modellazione solida e di superfici, sheet metal, assembly, messa in tavola e tante altre cose).
Ciò consente a realtà piccole come la mia di partire dal basso ma, di mantenere aperte le porte per future evoluzioni.

Ad un anno e mezzo da questa scelta mi ritengo soddisfatto e non tornerei indietro.

Ti credo sulla parola e grazie alla tua esperienza e a quella di Ozzy, a disposizione degli utenti di questo forum, sono molto invogliato ad approfondire Proe.
Sinceramente, nel mio settore, con Solidworks, mi sento molto competitivo e ti posso dire che le poche volte in cui mi sono trovato in concorrenza con utenti Proe sono risultato più competitivo.
Quello che mi piacerebbe veramente è avere un faccia a faccia con un utente come te o Ozzy, non per scannarci ma per tirare conclusioni sulla base di un confronto diretto.
Sono d’accordo sul discorso superfici / riverse, so che per swx esistono pacchetti esterni ma non so se funzionano bene (non li conosco).
Per la carpenteria e la meccanica ti posso assicurare che vado come una scheggia e riesco a clonare e modificare assiemi composti di lamiere/tubolari e parti “standard” in tempi molto competitivi e con risultati che ritengo molto positivi.
In questo periodo (per circa un paio di mesi) sono strafogato di lavoro, ma per un prossimo futuro lancio la proposta di incontrarci e di confrontarci a viso aperto (ovviamente estendo ad Ozzy, se vuole).
 

Strumpf

Utente Standard
Professione: progettazione meccanica, industrial design, reverser engineering...
Software: SolidWorks, Rhino, NX
Regione: Veneto, Schio - (VI)
#49
...
In questo periodo (per circa un paio di mesi) sono strafogato di lavoro, ma per un prossimo futuro lancio la proposta di incontrarci e di confrontarci a viso aperto (ovviamente estendo ad Ozzy, se vuole).
wooow, sarebbe moooolto interessante, voglio partecipare anche io, propongo di invitare Mediaset a registrare il tutto :D
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#50
Re ... io ritengo SWX un ottimo software, non ho mai sostenuto che si tratti di un prodotto scandente.
La considerazione è sempre la solita: dipende da cosa ci devi fare.
Ora devo andare .... ci vediamo dopo
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#51
Re ... io ritengo SWX un ottimo software, non ho mai sostenuto che si tratti di un prodotto scandente.
La considerazione è sempre la solita: dipende da cosa ci devi fare.
Ora devo andare .... ci vediamo dopo
Lo stesso vale per me riguardo proe. La mia non è una "sfida" ma una proposta di confronto, penso che sia costruttivo per tutti. Ovviamente serve tempo, voglia e curiosità verso l'altro prodotto.
Semplice semplice è un po' come dire come si realizza una o un'altra cosa con proe e con swx e vedere vantaggi/svantaggi dell'uno o dell'altro. Sinceramente mi paicerebbe acquistarlo e avrei anche già modo di utilizzarlo da subito, ma non ho mai avuto feedback tali da giustificarne l'acquisto. I commerciali per ora li ho lasciati fuori anche perchè voglio convicermi da solo senza continue pressioni di chi deve fare budget. Con tutto il rispetto per il loro lavoro vorrei muovermi se convinto, senza interferenze.
 

Strumpf

Utente Standard
Professione: progettazione meccanica, industrial design, reverser engineering...
Software: SolidWorks, Rhino, NX
Regione: Veneto, Schio - (VI)
#52
Lo stesso vale per me riguardo proe. La mia non è una "sfida" ma una proposta di confronto, penso che sia costruttivo per tutti. Ovviamente serve tempo, voglia e curiosità verso l'altro prodotto.
Semplice semplice è un po' come dire come si realizza una o un'altra cosa con proe e con swx e vedere vantaggi/svantaggi dell'uno o dell'altro. Sinceramente mi paicerebbe acquistarlo e avrei anche già modo di utilizzarlo da subito, ma non ho mai avuto feedback tali da giustificarne l'acquisto. I commerciali per ora li ho lasciati fuori anche perchè voglio convicermi da solo senza continue pressioni di chi deve fare budget. Con tutto il rispetto per il loro lavoro vorrei muovermi se convinto, senza interferenze.
concordo il 95% ;)
 

DESIGN

Utente Standard
Professione: Lavoratore autonomo
Software: Alibre, solidworks, catia, pro-e, inventor, autocad
Regione: Novara
#53
Ciao Pablo
esprimo anch'io la mia idea sul confronto, durante tutta la mia esperienza lavorativa posso dire di aver provato quasi tutti i cad migliori (pro-e / inventor / solidworks / catia / solidedge / think design ) e posso dirti che, per quello che ho fatto, erano tutti validi.
Per primo bisogna vedere che tipologia di lavoro andrai a fare, per secondo invece quanto vuoi/puoi cacciare di soldi e infine ti dirò che è solo questione di abitudine.
Attualmente anch'io ho richiesto un paio di preventivi per acquistare un cad e prezzi sono quasi gli stessi, a parte catia, per il resto come dicevo prima per me è solo questione di abitudine, io adesso lavoro con solidworks e mi trovo bene ma comunque mi sono trovato bene con tutti.

Un saluto
DESIGN
 

Ozzy

Guest
#54
Nessuno la prende come sfida...
Siamo abbastanza intelligenti tutti da capire che può essere una cosa molto utile, in se si potrebbe anche fare, io sono sempre aperto a questo genere di confronti costruttivi, visto che sono stato tirato in causa.:D
 

Ozzy

Guest
#55
Ciao Pablo
esprimo anch'io la mia idea sul confronto, durante tutta la mia esperienza lavorativa posso dire di aver provato quasi tutti i cad migliori (pro-e / inventor / solidworks / catia / solidedge / think design ) e posso dirti che, per quello che ho fatto, erano tutti validi.
Per primo bisogna vedere che tipologia di lavoro andrai a fare, per secondo invece quanto vuoi/puoi cacciare di soldi e infine ti dirò che è solo questione di abitudine.
Attualmente anch'io ho richiesto un paio di preventivi per acquistare un cad e prezzi sono quasi gli stessi, a parte catia, per il resto come dicevo prima per me è solo questione di abitudine, io adesso lavoro con solidworks e mi trovo bene ma comunque mi sono trovato bene con tutti.

Un saluto
DESIGN
Quoto...
Indubbiamente conta molto la tipologia di lavoro che vai a svolgere, altrimenti ti trovi un cad sovradimensionato, ma meglio sovradimensionato che sottodimensionato.:rolleyes:
 

Pablo

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Solidworks
Regione: Piemonte
#57
Ecco la mia risposta in merito alla preferenza di Pro/E rispetto a SWX.
Partiamo dalle esigenze dello studio di progettazione di cui sono titolare.
Noi ci occupiamo principalmente di progettazione, reverse engineering e collaudo dimensionale e di forma.

Per il collaudo il problema non si pone perché viene eseguito con software che non appartiene al settore CAD (nello specifico utilizziamo Geomagic Qualify).

Per il reverse engineering il discorso è stato praticamente obbligatorio e spiego il perché.
Pro/E dispone di un modulo dedicato al reverse molto potente.
Sulla base del dato acquisito, normalmente si tratta di una nuvola di punti o di un STL consente di realizzare superfici nurbs in automatico (metodo inadatto alla meccanica e all’automotive e da noi utilizzato soltanto per bozze e per il settore dei beni culturali) oppure matematiche del tutto identiche a quelle ottenibili con la modellazione tradizionale come solidi e superfici da estrusione, rivoluzione … ecc ecc.
SWX in questo campo è ancora molto immaturo sia perché non riesce a gestire dati consistenti (il programma ti butta fuori appena inizi a gestire nuvole di punti di una certa importanza) sia perché non ti forniscono i plug-in necessari all’acquisizione con strumenti professionali (Faro, Athos, Steinbichler, Leica …. ).
Quindi se avessi dovuto scegliere un software alternativo a Pro/E, avrei dovuto fare la valutazione su Catia e UGS NX, SWX non è utilizzabile.

Per la progettazione il discorso è più complesso:
noi siamo un piccolo studio tecnico e siccome serviamo i settori più disparati abbiamo bisogno di un software CAD che sia:
• flessibile (in questo Pro/E da 50 giri a SWX con le sue 120 pagine di parametri di configurazione …. );
• molto potente nella gestione e manipolazione di assiemi complessi (hai mai sentito parlare dell’AXX di Pro/E con Pro/program con i quali le parti si configurano automaticamente a seconda del contesto nel quale vengono inserite ?);
• largamente utilizzato in aziende qualificate (prova ad entrare in Ferrari, Piaggio, Aprilia, Teuco. Guzzini e a dire che usi SWX … probabilmente non ti fisseranno neanche un colloquio conoscitivo).
• scalabile con moduli per settori specialistici, perché oggi facciamo determinate cose ma, domani non sappiamo cosa faremo ed in questo vogliamo aver la tranquillità di poter affrontare qualsiasi problema progettuale senza dover cambiare software;
1. quelli che per SWX sono i membri strutturali per Pro/E è un intero modulo chiamato Expert Framework Extension dedicato alla progettazione di strutture complesse e carpenterie;
2. per le superfici il modulo base dispone di funzioni sufficienti ad affrontare il progetto per qualsiasi settore ma, se il tuo lavoro è l’automotive puoi utilizzare il modulo ISDX che ha un approccio più snello e dedicato (se conosci qualcuno che usa Pro/E con l’ISDX guardaci e fammi sapere le tue impressioni);
3. quelli che dicono che Pro/E è troppo rigido per il concept probabilmente non hanno mai visto Pro/Concept un modulo specifico che ti consente di effettuare sketch senza vincoli, rendering in real time, manipolazione di file stl, e fotoritocco.
I moduli di espansione di Pro/E sono circa 60 e non si tratta di programmi di terze parti ma di moduli che funzionano in Pro/E con tutti i vantaggi di disporre di un’ unica piattaforma software.

Concludendo, Pro/E nasce come CAD di fascia alta nel 1988 e fino a 10 anni non avrei nemmeno sognato di poterlo acquistare perché come per Catia i prezzi erano inavvicinabili.
L’avvento di nuovi software ha indotto PTC ad intervenire nel mercato delle piccole e medie aziende e dei piccoli studi tecnici creando delle pacchettizzazioni adatte a questo mercato (una licenza base di Pro/E oggi costa meno di una licenza SWX o SE e comprende modellazione solida e di superfici, sheet metal, assembly, messa in tavola e tante altre cose).
Ciò consente a realtà piccole come la mia di partire dal basso ma, di mantenere aperte le porte per future evoluzioni.

Ad un anno e mezzo da questa scelta mi ritengo soddisfatto e non tornerei indietro.

Sono onorato di una rispoasta così complessa e articolata!!...
La mia sarà molto più veloce e stringata: dato che mi rivolgerò prevalentemente a piccole aziende di produzione metalmeccaniche (carpenteria, agricoltura, piccola attrezzatura industriale, etc...) penso che SWX possa esere + indicato di ProE, anche se nel futuro non escludo di poterne aver bisogno. Posso farti l'esempio mio attuale: dove lavoro sto usando autocad 2002 con modellazione 3D, e in un primo momento il pensiero si era rivolto per stretta parentela ad Inventor, ma col passare del tempo e l'acquisizione di un po' di informazioni ho optato (sto optando, in realtà) per SWX.......
 

Pablo

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Solidworks
Regione: Piemonte
#58
Ti credo sulla parola e grazie alla tua esperienza e a quella di Ozzy, a disposizione degli utenti di questo forum, sono molto invogliato ad approfondire Proe.
Sinceramente, nel mio settore, con Solidworks, mi sento molto competitivo e ti posso dire che le poche volte in cui mi sono trovato in concorrenza con utenti Proe sono risultato più competitivo.
Quello che mi piacerebbe veramente è avere un faccia a faccia con un utente come te o Ozzy, non per scannarci ma per tirare conclusioni sulla base di un confronto diretto.
Sono d’accordo sul discorso superfici / riverse, so che per swx esistono pacchetti esterni ma non so se funzionano bene (non li conosco).
Per la carpenteria e la meccanica ti posso assicurare che vado come una scheggia e riesco a clonare e modificare assiemi composti di lamiere/tubolari e parti “standard” in tempi molto competitivi e con risultati che ritengo molto positivi.
In questo periodo (per circa un paio di mesi) sono strafogato di lavoro, ma per un prossimo futuro lancio la proposta di incontrarci e di confrontarci a viso aperto (ovviamente estendo ad Ozzy, se vuole).
Condivido anch'io sul confronto (costruttivo) tra i vari sw.

Ciò che hai detto su SWX dà forza alle mie aspettative, il discorso su carpenteria e meccanica è quello che mi interessa di +;)
 

re_solidworks

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016
Regione: Veneto
#59
Nessuno la prende come sfida...
Siamo abbastanza intelligenti tutti da capire che può essere una cosa molto utile, in se si potrebbe anche fare, io sono sempre aperto a questo genere di confronti costruttivi, visto che sono stato tirato in causa.:D
Potremmo incontrarci, vedere un po' di esempi con l'uno e l'altro cad e poi andarcene a pranzo o cena da qualche parte.

Ozzy, ho tirato in ballo anche te perchè mi sembrate i più "attivi" sul forum di proe. Avrei voluto conoscervi anche in occasione della cena, ma sono veramente full.

Ciao.
 

Ozzy

Guest
#60
Potremmo incontrarci, vedere un po' di esempi con l'uno e l'altro cad e poi andarcene a pranzo o cena da qualche parte.

Ozzy, ho tirato in ballo anche te perchè mi sembrate i più "attivi" sul forum di proe. Avrei voluto conoscervi anche in occasione della cena, ma sono veramente full.

Ciao.
Si si ma tranquillo e poi come tu sai ho usato anche abbastanza swx quindi ne conosco pure bene i pregi e difetti.
Eh peccato si per la cena cad3d, ma appunto ci saranno altre occasioni,adesso arriva anche il bel tempo, quindi qualche week end via me lo faccio anche volentieri, devo solo trovare la badante per la belva.
Direi che verso fine maggio giugno si potrà anche fare volentieri.:)