Pagina 6 di 7 PrimaPrima ... 4567 UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 62
  1. #51
    Moderatore SolidEdge L'avatar di cacciatorino
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    9339
    Professione
    Ingegnere meccanico
    Regione
    Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
    Software
    SolidEdge CoCreate Salome-Meca

    Predefinito Riferimento: La modellazione parametrica

    Aggiungo un paio di immagini esemplificative.
    Immagini Allegate Immagini Allegate



    stimarchetti.altervista.org - Progettazione Meccanica

  2. #52
    Moderatore CAE/FEM/CFD L'avatar di Matteo
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    2008
    Professione
    Ingegnere meccanico
    Regione
    Lombardia
    Software
    Creo, ProEngineer, Creo Simulate, ProMechanica, SolidWorks, SolidEdge, SpaceClaim, OpenFOAM

    Predefinito Riferimento: La modellazione parametrica

    Citazione Originariamente Scritto da cacciatorino Visualizza Messaggio
    Aggiungo un paio di immagini esemplificative.
    Prendo spunto dalle immagini che ha pubblicato Cacciatorino epr sottolineare che usando bene un CAD parametrico (prendo come riferimento ProE) è possibile fare quello che "Er Presidente" auspica, cioè quotare come si quoterebbe un disegno... quanda facevo i corsi di ProE era una delle cose che sottolineavo: dimensionare pensando anche alla messa in tavola.

    C'è da dire che si può fare anche con un esplicito (vedi "SpaceClaim... parametrico?" nella sezione SC), più che altro è una questione di "manico" :)
    MP-ProgettazioneMeccanica
    Progettazione Meccanica e Simulazione
    www.mp-progettazionemeccanica.it

  3. #53
    Utente Senior L'avatar di marcof
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    3732
    Professione
    appiccico francobolli con lo schiacciasassi
    Regione
    Modena
    Software
    solidworks 2013 SP 5.0

    Predefinito Riferimento: La modellazione parametrica

    Citazione Originariamente Scritto da Matteo Visualizza Messaggio
    C'è da dire che si può fare anche con un esplicito (vedi "SpaceClaim... parametrico?" nella sezione SC), più che altro è una questione di "manico" :)
    Ho visto il video. per inserire quelle quote e rendere speculari i fori di una parte già fatta hai impiegato 3 minuti e mezzo. Con un cad parametrico, guardando il 2d quotato quel pezzo lo fai da zero in 2 minuti e poi controlli tutte le dimensioni, non solo quelle tre. Visti i tempi di ricalcolo delle modifiche che applicavi mi chiedo cosa succede se parametrizzi in maniera più spinta (ammesso che sia possibile e conveniente) un modello complesso come una fusione
    Le modifiche su un pezzo importato sicuramente le avresti fatte più velocemente con gli strumenti propri e peculiari di un contestuale. Ovviamente se mi dici che poi puoi rimodificare al volo quanto quotato allora ti rispondo che ti serviva un parametrico e non un contestuale.
    Mi pare che le varie softwre house stiano un po' navigando a vista. Per ora ci sono i contestuali che abbozzano qualche controllo della geometria guidata da quote ma sono anni luce lontani dalla modellazione top-down di un parametrico, mentre alcuni parametrici hanno funzioni di modellazione diretta che però genera feature, quindi sempre histoy based, mentre altri come SE hanno la modellazione diretta e quella parametrica che però non possono coesistere e se passi da quella parametrica a quella diretta poi non torni indietro
    Direi idee molte e altrettanto confuse, e gli utenti giù a fare da beta tester o meglio market-tester, o meglio markeTTing-tester a colpi di subscription più o meno salate e con la certezza di non poter tornare ad usare il CAD dell'anno prima.
    Ci tengno per le paxxe, non c'è che dire eh?

    ciao

  4. #54
    Moderatore L'avatar di Er Presidente
    Iscritto dal
    2009
    Messaggi
    3551
    Professione
    Moderatore
    Regione
    Italia
    Software
    ND

    Predefinito Riferimento: La modellazione parametrica

    Citazione Originariamente Scritto da marcof Visualizza Messaggio
    Ho visto il video. per inserire quelle quote e rendere speculari i fori di una parte già fatta hai impiegato 3 minuti e mezzo. Con un cad parametrico, guardando il 2d quotato quel pezzo lo fai da zero in 2 minuti e poi controlli tutte le dimensioni, non solo quelle tre. Visti i tempi di ricalcolo delle modifiche che applicavi mi chiedo cosa succede se parametrizzi in maniera più spinta (ammesso che sia possibile e conveniente) un modello complesso come una fusione
    Le modifiche su un pezzo importato sicuramente le avresti fatte più velocemente con gli strumenti propri e peculiari di un contestuale. Ovviamente se mi dici che poi puoi rimodificare al volo quanto quotato allora ti rispondo che ti serviva un parametrico e non un contestuale.
    Mi pare che le varie softwre house stiano un po' navigando a vista. Per ora ci sono i contestuali che abbozzano qualche controllo della geometria guidata da quote ma sono anni luce lontani dalla modellazione top-down di un parametrico, mentre alcuni parametrici hanno funzioni di modellazione diretta che però genera feature, quindi sempre histoy based, mentre altri come SE hanno la modellazione diretta e quella parametrica che però non possono coesistere e se passi da quella parametrica a quella diretta poi non torni indietro
    Direi idee molte e altrettanto confuse, e gli utenti giù a fare da beta tester o meglio market-tester, o meglio markeTTing-tester a colpi di subscription più o meno salate e con la certezza di non poter tornare ad usare il CAD dell'anno prima.
    Ci tengno per le paxxe, non c'è che dire eh?

    ciao
    Per me il parametrico e' zona minata e mi muovo con circospezione, pero' che devo dichiarare parallele due linee su un profilo per avere le facce parallele del solido generato e che poi devo mettere il simbolo di parallellismo sul disegno 2D, a me sembra di lavorare alla rovescio.
    Secondo me io faccio un "cubazzo" lo vincolo con gli strumenti del Q&T e automaticamente, non solo il cubo diventa un cubo, ma anche il suo 2D mostra i suoi bei simboli.
    Se anche non ho partecipato allo studio insieme al team di sviluppo del cubo, io che devo modificare il progetto del cubo, leggo il 2D (o le etichette corrispondenti del 3D) e so come e' stato vincolato e come devo agire per modificarlo.

    sono d'accordo che stiamo in una fase di transizione, ma il problema e' che a furia di parametrizzare, chi lavora sui grandi progetti in team (migliaia di persone in uffici distribuiti) stanno uscendo pazzi, credimi.

    Alcuni stanno cercando strade interne (il Chunk di cui parlava UgA) e altri stanno battendo la strada del DM, DT o come diavolo volete chiamarlo, semplicemente per dare la possibilità a chi deve lavorare su parti sconosciute di poter lavorare.

    La cosa si sta confondendo e gli utenti sono un po disorientati ma, secondo me, la strada maestra da seguire potrebbe essere quella che tutti conosciamo il GD&T, se stabiliamo che un disegno 2D che rappresenta un modello fisico, sia perfettamente rappresentato e vincolato dal GD&T, non capisco perche' non usare lo stesso strumento anche nel 3D.
    Da questa base si potrebbe partire con la parametrizzazione, ma sarebbe un esperanto con cui tutti potrebbero confrontarsi.

    P.S.: cerco che la parastrubbolite vi prende "brutto brutto"!

  5. #55
    Moderatore L'avatar di Er Presidente
    Iscritto dal
    2009
    Messaggi
    3551
    Professione
    Moderatore
    Regione
    Italia
    Software
    ND

    Predefinito Riferimento: La modellazione parametrica

    Citazione Originariamente Scritto da cacciatorino Visualizza Messaggio
    Aggiungo un paio di immagini esemplificative.
    Ok, perfetto per le Quote, ma io vorrei vedere in 3D quello allegato.
    Il pezzo e' vincolato in modo univoco e chiaro, se in 3D avessi gli stessi strumenti potrei vincolare in modo "internazionale", indipendentemente dal CAD.

    P.S.: il file pdf e' una ciofeca, allego il link diretto a wiki:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Geometr...nd_tolerancing

  6. #56
    Moderatore SolidEdge L'avatar di cacciatorino
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    9339
    Professione
    Ingegnere meccanico
    Regione
    Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
    Software
    SolidEdge CoCreate Salome-Meca

    Predefinito Riferimento: La modellazione parametrica

    Per me il parametrico e' zona minata e mi muovo con circospezione, pero' che devo dichiarare parallele due linee su un profilo per avere le facce parallele del solido generato
    Non lo devi fare, nel 95% dei casi lo fa il cad automaticamente.


    Se anche non ho partecipato allo studio insieme al team di sviluppo del cubo, io che devo modificare il progetto del cubo, leggo il 2D (o le etichette corrispondenti del 3D) e so come e' stato vincolato e come devo agire per modificarlo.
    No, se devi modificare un progetto, la tavola non la apri neanche, fai tutto in 3d, chiaramente se ilc ad ha gli strumenti idonei per farlo e non ti costringe a fare un "misura 3d" ogni due click. In solid edge io vado sulla feature, faccio "modifica dinamica" ed ecco apparirmi le quote da modificare.
    Nel momento in cui eseguo uno schizzo, nello schizzo ci sono gia' tutti i simboli necessari a chi prendera' il progetto dopo di me per capire cosa ho fatto, senza che mi debba telefonare. Se due rette sono vincolate ad essere parallele, stai sicuro che sullo schizzo quell'informazione e' ben visibile, non ho bisogno di aprire una tabella variabili e cercare di interpretare delle strane formule. Poi diciamolo chiaramente: moltissime informazioni in realta' sulle tavole 2d vengono omesse, non ho bisogno di esplicitare che due linee sono parallele o ortogonali.
    Intendo dire che il 90% delle info che servono potrei gia' ora ereditarle sulla tavola a partire dal modello. Alcuni cad stanno introducendo le PMI, ossia i trattamenti di superficicie e le tolleranze di forma, gia' all'interno del file 3d. Il motivo e' che il disegnatore quasi mai e' anche il modellatore, allora in questo modo si vorrebbe cercare di fornire al disegnatore anche quelle info un po' piu' fini sulla funzione del pezzo.

    Alcuni stanno cercando strade interne (il Chunk di cui parlava UgA) e altri stanno battendo la strada del DM, DT o come diavolo volete chiamarlo, semplicemente per dare la possibilità a chi deve lavorare su parti sconosciute di poter lavorare.
    Il problema nasce da modelli mal fatti per pigrizia/incompetenza, di sicuro non dal fatto che gli strumenti di progettazione sono carenti, perche' non lo sono.

    La cosa si sta confondendo e gli utenti sono un po disorientati ma, secondo me, la strada maestra da seguire potrebbe essere quella che tutti conosciamo il GD&T, se stabiliamo che un disegno 2D che rappresenta un modello fisico, sia perfettamente rappresentato e vincolato dal GD&T, non capisco perche' non usare lo stesso strumento anche nel 3D.
    Da questa base si potrebbe partire con la parametrizzazione, ma sarebbe un esperanto con cui tutti potrebbero confrontarsi.
    E' gia' cosi' in gran parte, tranne per le tolleranze di forma che hanno scopo di collaudo e non di modellazione dove le geometrie sono esatte per definizione.
    Il vero problema alla condivisione sono i formati dei file propietari che sono artatamente non compatibili: vedi la CoCreate che ha venduto OSD a chi usava Me10 garantendo la compatibilita' col formato mi, pur di fronte a limiti del cad veramente pesanti. Se tutti i cad usassero una specie di "Open document format" unico e condiviso, allora addio al vivere di rendita, una rivoluzione del genere non accadra' mai.


    Il GD&T come lo chiami tu e' studiato per la fabbricazione e per il collaudo post produzione, non tanto per la modellazione. Inoltre su certi pezzi (diciamo tutti quelli che non sono semplicemente torniti o fresati) non credo si presti molto.
    Infine vorrei ancora distinguere tra vincolo e parametro. Un vincolo e' un vincolo geometrico (sia una perpendicolarita' o una quota). Un parametro e' una relazione matematica fra varie grandezze fisiche di quel modello (per esempio la relazione che lega il numero dei bulloni al diametro della flangia). Nella modellazione normale si usano tantissimo i vincoli e rarissimamente i parametri.



    stimarchetti.altervista.org - Progettazione Meccanica

  7. #57
    Moderatore SolidEdge L'avatar di cacciatorino
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    9339
    Professione
    Ingegnere meccanico
    Regione
    Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
    Software
    SolidEdge CoCreate Salome-Meca

    Predefinito Riferimento: La modellazione parametrica

    Citazione Originariamente Scritto da Er Presidente Visualizza Messaggio
    Ok, perfetto per le Quote, ma io vorrei vedere in 3D quello allegato.
    Il pezzo e' vincolato in modo univoco e chiaro, se in 3D avessi gli stessi strumenti potrei vincolare in modo "internazionale", indipendentemente dal CAD.
    Non ho capito bene la domanda.
    Comunque come dicevo sopra i problemi al passaggio fra un cad e l'altro sarebbero risolvibili con un meeting di una settimana, ma in realta' non farebbe comodo a nessuno, per cui amen.



    stimarchetti.altervista.org - Progettazione Meccanica

  8. #58
    Bannato
    Iscritto dal
    2009
    Messaggi
    55
    Professione
    -
    Regione
    -
    Software
    -

    Predefinito Riferimento: La modellazione parametrica

    Citazione Originariamente Scritto da Er Presidente Visualizza Messaggio
    Ok, perfetto per le Quote, ma io vorrei vedere in 3D quello allegato.
    Il pezzo e' vincolato in modo univoco e chiaro, se in 3D avessi gli stessi strumenti potrei vincolare in modo "internazionale", indipendentemente dal CAD.

    P.S.: il file pdf e' una ciofeca, allego il link diretto a wiki:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Geometr...nd_tolerancing
    Io non ho capito molto bene cosa intendi; tipo qualcosa del genere, ovvero quotare direttamente in 3D?

    http://rapidshare.com/files/272320325/quote.jpg.html

  9. #59
    Moderatore L'avatar di Er Presidente
    Iscritto dal
    2009
    Messaggi
    3551
    Professione
    Moderatore
    Regione
    Italia
    Software
    ND

    Predefinito Riferimento: La modellazione parametrica

    Citazione Originariamente Scritto da Giorgio Mandelli Visualizza Messaggio
    Io non ho capito molto bene cosa intendi; tipo qualcosa del genere, ovvero quotare direttamente in 3D?

    http://rapidshare.com/files/272320325/quote.jpg.html
    Intendo quotare direttamente in 3D con l'automatica attribuzione dei vincoli.
    Come si vede dal tuo esempio, imponendo le quote, a me, sembrerebbe normale che le facce siano anche parallele (indipendentemente se lo avevo dichiarato nel profilo che ha generato il pezzo) e che le facce di riferimento siano "fisse" nel caso decida di "parametrizzare" il pezzo.

    Io come tutti, penso, non abbiamo difficoltà a comprendere il pezzo ed i suoi vincoli, cosi' come tu lo hai disegnato, il problema nasce quando il pezzo ha delle "leggi" nascoste (nei profili, nella storia) che ne rendono astrusa la comprensione.
    Se il pezzo e' quotato e vincolato correttamente utilizzando il GD&T, dovrebbe essere sufficiente a "maneggiarlo" e si avrebbe il vantaggio che il SW farebbe il suo "mestiere" ed io il mio.
    Il CAD si deve preoccupare di rendere efficaci le mie richieste ed io di porre richieste al CAD con un linguaggio (a livello superiore) universalmente comprensibile da tutti.

    E' chiaro che poi ogni CAD realizzerebbe la "vincolatura" come meglio crede, ma sinceramente a me potrebbe interessare poco, potrebbe invece darmi una mano a vincolare il pezzo in modo corretto dal punto di vista filosofico.

  10. #60
    Moderatore SolidEdge L'avatar di cacciatorino
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    9339
    Professione
    Ingegnere meccanico
    Regione
    Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
    Software
    SolidEdge CoCreate Salome-Meca

    Predefinito Riferimento: La modellazione parametrica

    Comunque non bisogna esagerare ad imbrigliare i progettisti in regole e metodologie. Se devo fare tutto quel lavoro di GD&T impiego il doppio del tempo, tempo che nessuno mi paghera' mai. Capisco che cosi' il flusso di lavoro in totale sara' piu' veloce, ma il mio pezzettino del flusso sara' piu' lento e nessuno mi paghera' in piu' la differenza, poco ma sicuro.



    stimarchetti.altervista.org - Progettazione Meccanica


  • Pagina 6 di 7 PrimaPrima ... 4567 UltimaUltima

    Discussioni Simili

    1. bottiglia parametrica
      Di diegus nel forum Inventor
      Risposte: 10
      Ultimo Messaggio: 22-05-2009, 13: 06
    2. Modellazione Parametrica -OmniCAD-
      Di oTToLeoP nel forum OmniCAD
      Risposte: 62
      Ultimo Messaggio: 15-04-2009, 09: 19
    3. Carpenteria parametrica
      Di carry nel forum Strutture
      Risposte: 1
      Ultimo Messaggio: 18-03-2009, 08: 45
    4. analisi parametrica
      Di a_montre nel forum Ansys
      Risposte: 0
      Ultimo Messaggio: 07-04-2008, 10: 59
    5. Cinghia parametrica
      Di Eman777 nel forum Solid Edge
      Risposte: 11
      Ultimo Messaggio: 04-01-2008, 22: 02

    Segnalibri

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  





    CAD3D.it - la community dei progettisti