Pagina 5 di 7 PrimaPrima ... 34567 UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 62
  1. #41
    Mod. Creo e Reverse Eng. L'avatar di maxopus
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    6101
    Professione
    Progettista meccanico
    Regione
    Marche (PU)
    Software
    Creo Parametric

    Predefinito

    Ok ... visto.
    Non fatemi domande, non so fare.

  2. #42
    Utente Senior L'avatar di marcof
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    3733
    Professione
    appiccico francobolli con lo schiacciasassi
    Regione
    Modena
    Software
    solidworks 2013 SP 5.0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Giorgio Mandelli Visualizza Messaggio
    Buonasera a tutti,
    quello che scrive Maxopus riguardo a ThinkDesign è giusto se parliamo di ThinkDesign V. 9.0 del 2003. Mi fa piacere confutare quanto indicato con un video che mostra che le relazioni vengono conservate rispetto alle features inserite

    http://www.megavideo.com/?v=J3RUB90X
    Visto, grazie.
    Continuo però a chiedermi, pensando alla progettazione di oggetti reali e non ad esercizi accademici, a cosa serva avere un assieme con un componente sospeso nel vuoto o collegato a geometria che non esiste più.
    Sarò "gnucco" ma mi pare più una mina vagante che un valore aggiunto.
    Avete esempi concreti da farmi in cui questa "potenzialità" di Pro-e e Tink3 serva durante la progettazione, tenendo conto che se ci si deve appoggiare a geometria di riferimento per la modellazione top-down si possono usare piani, sketch 2d/3d, o intere parti nascoste di supporto?

    ciao

  3. #43
    Utente Senior L'avatar di Parametric_Ozzy
    Iscritto dal
    2009
    Messaggi
    1313
    Professione
    Galoppino
    Regione
    Svizzera
    Software
    Creo/Windchill/Arbortext

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da marcof Visualizza Messaggio
    Visto, grazie.
    Continuo però a chiedermi, pensando alla progettazione di oggetti reali e non ad esercizi accademici, a cosa serva avere un assieme con un componente sospeso nel vuoto o collegato a geometria che non esiste più.
    Sarò "gnucco" ma mi pare più una mina vagante che un valore aggiunto.
    Avete esempi concreti da farmi in cui questa "potenzialità" di Pro-e e Tink3 serva durante la progettazione, tenendo conto che se ci si deve appoggiare a geometria di riferimento per la modellazione top-down si possono usare piani, sketch 2d/3d, o intere parti nascoste di supporto?

    ciao
    La modellazione top/down serve a ben poco se non usata correttamente con l'ausilio degli scheletri.
    Semplici schizzi guida che ti movimentano un intera macchina ti danno un vantaggio non indifferente, senza poi parlare della propagazione dei parametri a cascata.
    Se vuoi ti vengo a fare una demo...

  4. #44
    Utente Senior L'avatar di marcof
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    3733
    Professione
    appiccico francobolli con lo schiacciasassi
    Regione
    Modena
    Software
    solidworks 2013 SP 5.0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Parametric_Ozzy Visualizza Messaggio
    La modellazione top/down serve a ben poco se non usata correttamente con l'ausilio degli scheletri.
    Semplici schizzi guida che ti movimentano un intera macchina ti danno un vantaggio non indifferente, senza poi parlare della propagazione dei parametri a cascata.
    La modellazione top-down la conosco e la uso intensamente e ti assicuro che riesce bene anche con SWX :-) quindi mi è ben chiaro cosa sia lo scheletro, che sia esso 2do 3d.
    Non mi è chiara invece l'utilità mi mantenere dei vincoli tra le parti rispetto a geometria cancellata nel corso della modellazione e ritrovarsi con le parti dell'assieme che galleggiano nel vuoto come nel video d'esempio con tink3. Se la ageometria è stata cancellata (o assorbita da nuove feature) è perchè nella parte finita, quella che uscira dall'officina, quella geometria non serve quindi appunto non esiste. Mi spieghi perchè ma soprattutto quando deve diventare un riferimento per un vincolo di assemblaggio?

    Se vuoi ti vengo a fare una demo...
    Quando passi da Modena sei il benvenuto; se devi venire appositamente declino ogni responsabilità sull'esito dell'operazione commerciale...

    ciao

  5. #45
    Utente Senior L'avatar di Parametric_Ozzy
    Iscritto dal
    2009
    Messaggi
    1313
    Professione
    Galoppino
    Regione
    Svizzera
    Software
    Creo/Windchill/Arbortext

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da marcof Visualizza Messaggio
    La modellazione top-down la conosco e la uso intensamente e ti assicuro che riesce bene anche con SWX :-) quindi mi è ben chiaro cosa sia lo scheletro, che sia esso 2do 3d.
    Non mi è chiara invece l'utilità mi mantenere dei vincoli tra le parti rispetto a geometria cancellata nel corso della modellazione e ritrovarsi con le parti dell'assieme che galleggiano nel vuoto come nel video d'esempio con tink3. Se la ageometria è stata cancellata (o assorbita da nuove feature) è perchè nella parte finita, quella che uscira dall'officina, quella geometria non serve quindi appunto non esiste. Mi spieghi perchè ma soprattutto quando deve diventare un riferimento per un vincolo di assemblaggio?



    Quando passi da Modena sei il benvenuto; se devi venire appositamente declino ogni responsabilità sull'esito dell'operazione commerciale...

    ciao
    Ok bene, no perchè a volte c'è un concetto astratto di top-down.
    Non dubito che funzioni bene anche con swx ma chiaramente con proe è meglio.
    Per quanto riguarda i video, non mi piace assolutamente quella metodologia di lavoro, francamente è molto instabile, qualsiasi cad tu usi...
    Ok per Modena, tranquillo mi basta un bel pranzo in un bel posto consigliato da te che so sei di buona forchetta.

  6. #46
    Utente Senior L'avatar di marcof
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    3733
    Professione
    appiccico francobolli con lo schiacciasassi
    Regione
    Modena
    Software
    solidworks 2013 SP 5.0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Parametric_Ozzy Visualizza Messaggio
    Ok bene, no perchè a volte c'è un concetto astratto di top-down.
    Non dubito che funzioni bene anche con swx ma chiaramente con proe è meglio.
    fa troppo caldo per far partire un flame; ti va bene se ne ripaliamo in autunno? ...

    Per quanto riguarda i video, non mi piace assolutamente quella metodologia di lavoro, francamente è molto instabile, qualsiasi cad tu usi...
    Probabilmente non è instabile se il cad si iene a mente le coordinate della geometria di riferimento modificata dalle feature successiva. Per il momento la trovo inutile, come se su avessi la possibilità mentre lavori sulle superfici di "sentire" ancora la geometria trimmata.

    Ok per Modena, tranquillo mi basta un bel pranzo in un bel posto consigliato da te che so sei di buona forchetta.
    Vada per il pranzo consigliato da me e pagato da te. In fondo sei tu che stai cercando un potenziale cliente e da che modno è mondo sono i fornitori a pagare i pranzi e le cene

    ciao

  7. #47
    Mod. Creo e Reverse Eng. L'avatar di maxopus
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    6101
    Professione
    Progettista meccanico
    Regione
    Marche (PU)
    Software
    Creo Parametric

    Predefinito

    Tornando sull'argomento:
    è chiaro Marco che nessuno di noi utilizza un taglio come quello che ti ho fatto vedere nel filmato per ridurre le dimensioni di una parte.
    Modifichi la quota e mantieni le superfici dei diversi solidi adiacenti.

    Ti ho voluto far vedere le differenze fra i modi di concepire le topologie geometriche a seconda del cad utilizzato.
    Sono due modi diversi di concepire la generazione e le relazioni fra le entità geometriche.

    Converrai però con me che applicando un arrotondamento od uno smusso ... è meglio se gli eventuali accoppiamenti rimangano li dove sono senza fallire.

    Alcuni cad nell'effettuare gli accoppiamenti riconoscono una superficie o uno spigolo di quella forma (operazione molto facile da gestire e molto flessibile ma a rischio di instabilità quanto vai ad effettuare una modifica), altri cad (come Pro/E) attribuiscono un identità ad ogni entità geometrica generata (soluzione stabilissima dal punto di vista delle relazioni con il limite che va usata con raziocinio e non alla caxxo di cane).

    Ognuno di noi può preferire l'uno o l'altro come sistema, io con il tempo ho imparato ad apprezzare il metodo utilizzato da Pro/E perchè quando gestisco assiemi da decine di migliaia di componenti è bellissimo rigenerare e non avere neanche un fallimento da sistemare.
    Non mi piace avere il pensiero che un semplice arrotondamento possa crearti dei problemi.
    Non fatemi domande, non so fare.

  8. #48
    Utente Senior L'avatar di marcof
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    3733
    Professione
    appiccico francobolli con lo schiacciasassi
    Regione
    Modena
    Software
    solidworks 2013 SP 5.0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da maxopus Visualizza Messaggio

    Ti ho voluto far vedere le differenze fra i modi di concepire le topologie geometriche a seconda del cad utilizzato.
    Sono due modi diversi di concepire la generazione e le relazioni fra le entità geometriche
    E' crtamente una scelta di chi progetta il software determinare fino a che livello di "annidamento", se mi passi il termine, il software deve tenere cocnto della geometria via via generata. Se ci pensi con qualsiasi cad parametrico (almeno spero...) puoi partire a modellare una nuova parte nel contesto di un assime appoggiando il primo sketch alla geometria circostante. Nel corso della modellazione di quella parte se il solido generato da quel primo sketch viene modificato anche pesantemente comunque i riferimenti esterni vengono mantenuti. Probabilmente è una scelta progettuale delle varie software house stabilire che negli assimi come nel caso che abbiamo visto, le relazioni si mantengono se viene mantenuta la geometria che le generava, pena trovarsi con parti che non si capisce bene a cosa stiano attaccate pur non generando apparenti errori.

    Converrai però con me che applicando un arrotondamento od uno smusso ... è meglio se gli eventuali accoppiamenti rimangano li dove sono senza fallire.
    IMHO la giusta via di mezzo sarebbe un warning che i chiede cosa vuoi fare da grande e quantomeno ti consigli di spostare l'accoppiamento da uno spigolo, che il tuo fresatore tanto tirerà via facendo un bello smusso, a una faccia esistente nel pezzo finito e pronto per l'assemblaggio in officina.

    Alcuni cad nell'effettuare gli accoppiamenti riconoscono una superficie o uno spigolo di quella forma (operazione molto facile da gestire e molto flessibile ma a rischio di instabilità quanto vai ad effettuare una modifica), altri cad (come Pro/E) attribuiscono un identità ad ogni entità geometrica generata (soluzione stabilissima dal punto di vista delle relazioni con il limite che va usata con raziocinio e non alla caxxo di cane).
    Ok, mi è ben chiaro, solo che continuo a non capire, nello specifico caso, l'utilità di mantenere relazioni rispetto a gemetria cancellata nel corso della modellazione con tutti i rischi a questo connesso, perchè se ad esempio aggiungi una feature che rimuove del materiale dalla parte proprio dove c'erano dei riferimenti d'assemblaggio e il software non te lo segnala rischi davvero di rigenerare cocrrettamente un assieme che poi in officina presenterà problemi di assemblaggio. Non parlo di una voragine nel mezzo della macchina o di un cuscinetto che galleggia nel vuoto, ma magari due piastre separate di 1 mm, che quindi non ti danno interferenza se fai il controllo ma magari ti sfuggono in un complessivo di 4-5000 parti. Questo è un esempio di controindicazione di questo modo di gestire i vincoli d'assieme. Di vantaggi non riesco proprio a farmene venire in mente. Scusa eh, ma in questo periodo mi va di fare il temperacaxxi e quindi vorrei che mi faceste degli esempi dove serve vincolarsi a geometria che poi verrà rimossa :-)

    Ognuno di noi può preferire l'uno o l'altro come sistema, io con il tempo ho imparato ad apprezzare il metodo utilizzato da Pro/E perchè quando gestisco assiemi da decine di migliaia di componenti è bellissimo rigenerare e non avere neanche un fallimento da sistemare.
    Non mi piace avere il pensiero che un semplice arrotondamento possa crearti dei problemi.
    Diciamo che non avere problemi un assiemi di quella dimensione dipende principalmente dal manico di chi l'ha realizzato, non dal software. Per gli amanti dei riferimenti circolari de della progettazione penis-based non c'è pro-e che tenga

    ciao
    Ultima modifica di marcof; 26-08-2009 alle 14: 15 Motivo: mancava un quoting

  9. #49
    Moderatore L'avatar di Er Presidente
    Iscritto dal
    2009
    Messaggi
    3552
    Professione
    Moderatore
    Regione
    Italia
    Software
    ND

    Predefinito Riferimento: La modellazione parametrica

    Ho difficoltà a seguirvi.
    Cerco di ritornare al punto di cui volevo discutere.
    Nel disegno meccanico esistono una serie di strumenti di "quotatura" "posizionamento" e "tolleranza".
    Con questi strumenti universalmente conosciuti, io posso "vincolare" qualsiasi disegno 2D e nessuno avrà difficoltà a comprendere come il "pezzo" sia vincolato e come eventualmente intervenire successivamente per le modifiche.
    Esiste una filosofia e una simbologia chiara e vecchia di decenni di lavoro di affinamento delle regole e delle modalità di applicazione.
    Applicando queste regole su un modello 3D perche' non dovrebbe essere naturale seguire la stessa strada?
    Perche' il modello deve essere "vincolato" seguendo le regole "proprietarie" del CAD in uso e assecondando la metodologia e il capriccio del progettista rendendo difficile se non impossibile la comprensione e l'intervento successivamente ad altri progettisti?
    Ecco che nasce l'esigenza di lavorare "pulito" ed in modo "intelligente", ma a me sembra poco chiaro e poco regolamentato un generale richiamo al buon modo di lavorare quando si potrebbero usare regole gia' esistenti e collaudate.
    Inoltre i CAD hanno un modulo per il D&T come parte separata e "avulsa" dal sistema fino ad arrivare all'assurdità (per me) di avere quattro fori su un modello "vincolati" diversamente e contemporaneamente se la si guarda dal lato dei "vincoli dinamici" e quelli di quotatura.
    Se ho quattro fori su una flangia posso pensare tre o quattro maniere diverse di quotatura e di posizionamento, tutti validi e riconoscibili con la loro bella simbologia a cui tutti possono fare riferimento, invece mi ritrovo in mondo confuso e "proprietario" dove possono esistere centinaia di modi diversi di "vincolatura" dai piu' semplice ai piu' astrusi, ma tutti comunque non immediatamente comprensibili.
    Allora io mi domando, se il sistema di Posizionamento e' in grado di "vincolare" quattro fori in modo univoco e universalmente valido, perche' dovrei sognarmi un modo diverso di vincolare la stessa foratura?

  10. #50
    Moderatore SolidEdge L'avatar di cacciatorino
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    9341
    Professione
    Ingegnere meccanico
    Regione
    Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
    Software
    SolidEdge CoCreate Salome-Meca

    Predefinito Riferimento: La modellazione parametrica

    Citazione Originariamente Scritto da Er Presidente Visualizza Messaggio
    Perche' il modello deve essere "vincolato" seguendo le regole "proprietarie" del CAD in uso e assecondando la metodologia e il capriccio del progettista rendendo difficile se non impossibile la comprensione e l'intervento successivamente ad altri progettisti?
    Il tuo problema e' che vieni da anni di uso di un cad contestuale.
    Come ti avevo gia' risposto in precedenza, con i cad basati su schizzi e feature puoi generare gli schizzi quotandoli (e su certi cad tollerandoli anche) esattamente come faresti nel 2d. Solid edge per esempio ha la funzione "recupera quote" (funzione analoga credo esista i tutti i 3d "sketch based") che ti mette automaticamente in tavola le quote inserite nei profili 3d.
    a quel punto tutto sta alla perizia e pazienza di chi fa il modello 3d, cioe' se ha volgia di lavorare come se stesse disegnando il particolare in 2d oppure no. Io in genere lo faccio, ma mi capita di vedere modelli fatti da altri progettisti che invece seguono regole diverse. In quei casi dunque la funzione "recupera quote" non serve a nulla.
    Purtroppo in questo momento non ho solid edge installato in questo pc e non posso caricare un'immagine.



    stimarchetti.altervista.org - Progettazione Meccanica


  • Pagina 5 di 7 PrimaPrima ... 34567 UltimaUltima

    Discussioni Simili

    1. bottiglia parametrica
      Di diegus nel forum Inventor
      Risposte: 10
      Ultimo Messaggio: 22-05-2009, 13: 06
    2. Modellazione Parametrica -OmniCAD-
      Di oTToLeoP nel forum OmniCAD
      Risposte: 62
      Ultimo Messaggio: 15-04-2009, 09: 19
    3. Carpenteria parametrica
      Di carry nel forum Strutture
      Risposte: 1
      Ultimo Messaggio: 18-03-2009, 08: 45
    4. analisi parametrica
      Di a_montre nel forum Ansys
      Risposte: 0
      Ultimo Messaggio: 07-04-2008, 10: 59
    5. Cinghia parametrica
      Di Eman777 nel forum Solid Edge
      Risposte: 11
      Ultimo Messaggio: 04-01-2008, 22: 02

    Segnalibri

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  





    CAD3D.it - la community dei progettisti