Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 40
  1. #11
    Moderatore Solidworks L'avatar di re_solidworks
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    3920
    Professione
    Progettista
    Regione
    Veneto
    Software
    Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016

    Predefinito

    Abolire il 2d? E nelle piccole attività artigianali come faranno? Io ho un sacco di clienti ai quali do della carta stampata e ai quali non interessa nulla se disegno con il tecnigrafo o con un 3d.
    Mi pare una scelta azzardata e che non farà altro che selezionare ulteriormente il mercato.

  2. #12
    Utente Senior L'avatar di cubalibre00
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1159
    Professione
    Progettazione meccanica
    Regione
    Emilia Romagna
    Software
    NX3;NX6 e SW2009

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da re_solidworks Visualizza Messaggio
    Abolire il 2d? E nelle piccole attività artigianali come faranno? Io ho un sacco di clienti ai quali do della carta stampata e ai quali non interessa nulla se disegno con il tecnigrafo o con un 3d.
    Mi pare una scelta azzardata e che non farà altro che selezionare ulteriormente il mercato.
    Però l'artigianetto ha l'X5 supertecnologico.
    Gli stampisti non hanno bisogno del disegno.
    I lamierai neppure.
    I carpentieri gli basta la lista di taglio che potrebbe essere inglobata come oggetto OLE nel file, come pure tutte le altre informazioni.
    Un paio di PC in officina ci possono stare e lo possono usare, visto che sanno programmare le macchine.
    Si tratta solo di avere degli strumenti assodati e funzionanti.
    Ci vuole un'aziende che abbia intenzione di portare questa tecnologia alla portata di tutti.
    Gli operai lo possono usare visto che hanno telefonini dell'ultima generazione.
    Non stiamo parlando di utopia...ma la vera innovazione sarebbe anche questa.
    Alessandro

  3. #13
    MoldKiller
    Visitatore

    Predefinito

    Io francamente se potessi fare a meno di delle messe in tavola ne sarei felice.

  4. #14
    Stefano_ME30
    Visitatore

    Predefinito

    Pensavo ad un sistema ideale dove fosse possibile lavorare veramente tutti insieme.
    Andiamo per assurdo cercando di immaginare il massimo.
    Io immagino il progetto di un grande assieme, tipo una piattaforma petrolifera, tutta completa di carpenteria, impiantistica, stampi, fusioni, edilizia praticamente tutto, dalla maniglia della porta di un ufficio ai piloni di sostegno, passando per le prese dell'antenna satellitare.
    Centinaia di migliaia di pezzi tutti pensati progettati e modellati con i CAD piu' diversi in una catena di santantonio senza fine, milioni di disegni quote informazioni, diramando tutto fin dentro i fornitori primari fino ad arrivare in cima alla catena di produzione.
    Intendo il massimo, partendo dalla sala pompe per arrivare al modello per la fusione delle carcasse delle pompe o all'anello di tenuta dell'alberino della ventolina della centralina di controllo.
    Questo assieme dovrebbe essere reso disponibile per la visualizzazione nel formato piu' leggero possibile e visualizzabile senza un particolare strumento.
    Dovrebbe essere basato sul web, una cosa tipo il vrml o simile, potrebbe essere una sorta di JT o di edrawings 3D, un formato semplice veloce nella visualizzazione e abbastanza sempliciotto da non lasciare trapelare informazioni a chi non autorizzato.

  5. #15
    Moderatore Solidworks L'avatar di re_solidworks
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    3920
    Professione
    Progettista
    Regione
    Veneto
    Software
    Swx2016-R2W2016-Power Surfacing 2.1-Creo 2.0- PDSU 2016 - Composer 2016

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da cubalibre00 Visualizza Messaggio
    Però l'artigianetto ha l'X5 supertecnologico.
    Gli stampisti non hanno bisogno del disegno.
    I lamierai neppure.
    I carpentieri gli basta la lista di taglio che potrebbe essere inglobata come oggetto OLE nel file, come pure tutte le altre informazioni.
    Un paio di PC in officina ci possono stare e lo possono usare, visto che sanno programmare le macchine.
    Si tratta solo di avere degli strumenti assodati e funzionanti.
    Ci vuole un'aziende che abbia intenzione di portare questa tecnologia alla portata di tutti.
    Gli operai lo possono usare visto che hanno telefonini dell'ultima generazione.
    Non stiamo parlando di utopia...ma la vera innovazione sarebbe anche questa.
    Nelle piccole aziende è un salto troppo lungo, direi più lungo della gamba. La maggior parte dei carpentieri sono abituati a lavorare con della carta e con l'avvento dei 3d e di disegni sempre + completi diventano sempre + esigenti. Pensiamo che la maggioranza di questi non ha alle spalle un'istruzione superiore alla licenza media e che comprendere strumenti tecnologici non è da tutti. Molti non lo vogliono nemmeno vedere il pc o il telefono tecnlogico, ma quando assemblano il ferro sono dei maestri. Perdere questa manovalanza per non fare le tavole mi pare un suicidio della piccola impresa artigianale italiana.
    Io sono abituato a girare per queste aziende e vi posso assicurare che senza tavola non farebbero nulla.
    Io farei volentieri a meno di farle.
    Un'altra cosa: quando un progetto deve essere certificato da un ente tipo TUV vengono richiesti disegni in PDF. Come si fa senza tavole? Dico all'ente di acquistare il software per leggere il mio 3d?
    Mi pare utopia....

  6. #16
    Moderatore CATIA V5 L'avatar di falonef
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1660
    Professione
    PLM Support Expert (Consumer Goods)
    Regione
    Svizzera
    Software
    CATIA V5 / PARTsolutions / QA-Report / Q-Checker / Type3toCatia / Agile-PLM / Windows 10

    Predefinito

    senza polemiche:
    é quello che vuole fare DS con la V6. Peccato che sia soltanto limitato a CATIA V6 e non aperto anche ad altri CAx's
    Solo lottando capisci chi sei!
    Ruba il mestiere! Impara i trucchi e ricordali!


  7. #17
    SE_CP
    Visitatore

    Predefinito Dico la mia...

    Ciao a tutti,
    dall'alto della mia ignoranza semplicistica, vorrei esprimere una visione che si è materializzata nella mia testa pelata durante gli anni trascorsi da progettista civile prima e tecnico/comm.le poi.
    La mia visione non si chiama CAD nè tanto meno CAM, FEM, PDM o DDT o 730 o bla bla bla. Il suo nome è Operatore e vado a presentarvelo.
    Si tratta di una piattaforma operativa in tutti i sensi.
    Le oramai conclamate esigenze di mercato/concorrenza ci hanno portato ad avere a disposizione una vasta gamma di prodotti che soddisfano le più disparate esigenze progettuali e procedurali (ndr: così è e così rimarra affinche sussista il mercato).
    Operatore si adatta alle esigenze dell'utente che può essere un progettista così come un semplice disegnatore o un grafico o un magazziniere.
    Si basa su piattaforma collaborativa la cui operatività è direttamente gestita da criteri di gruppo.
    Esiste un unico formato che rilascia tutte le informazioni a chiunque abbia accesso alla piattaforma: saranno gli stessi criteri di gruppo che filtreranno o meno l'accessibilità a taluni dati e la relativa operabilità (lettura, scrittura, modifica).
    La parte di CAD supporta in egual misura sia il parametrico che il contestuale: libertà dell'utente se e quando adottare l'una o l'altra o ambedue.
    Il contesto modellato definirà il tipo di oggetto (parte meccanica, assiemi, lamiere) ma con un'unico formato. Voglio lavorare un materiale e non un formato file (l'acciaio è acciaio ovunque e comunque esso sia modellato). Proprio per questo dev'essere così intelligente da impedirmi di fare lavorazioni materialmente impossibili (un'imbutitura di un metro su una lamiera da 8/10 non può e non deve essere eseguita).
    Non esiste rilascio dei dati per il post processing: la parte FEM, CAM e compagnia bella devono "ragionare" sull'utilizzo e sullo status fisico dell'oggetto progettato. Il funzionamento è insito nel montaggio: se un pezzo può essere montato, deve esserlo senza che io debba effettuare un'ulteriore verifica. All'utente deve spettare la sola scelta di attribuire ambiti operativi o filtrare analisi indesiderate.
    La parte gestionale è implicita alla possibilità di poter estrarre dati da chiunque acceda alla piattaforma (codifica, revisioni e caxxatine varie non sono altro che macro e permessi di r/w). Ciò che mi interessa è che le informazioni siano accessibili a tutti (o a qualcuno soltanto).
    La parte di gestione delle informazioni crea tutta la documentazione necessaria: dalla tavola 2D all'ultima delle distinte, passando per fogli di calcolo, word processing e manuali.
    La parte di grafica non esiste: voglio modellare, assemblare, tagliare, imbutire... il real-time; basta con stili, colori, ombre, spigoli... quando modello una piastra voglio vedere una piastra e non un parallelepipedo shadeato.
    Questo è quanto. Questo è Operatore... il massimo comun divisore!
    ...c'entra un caxo ma fa rima!

  8. #18
    Utente Senior L'avatar di cubalibre00
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1159
    Professione
    Progettazione meccanica
    Regione
    Emilia Romagna
    Software
    NX3;NX6 e SW2009

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SE_CP Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti,
    dall'alto della mia ignoranza semplicistica, vorrei esprimere una visione che si è materializzata nella mia testa pelata durante gli anni trascorsi da progettista civile prima e tecnico/comm.le poi.
    La mia visione non si chiama CAD nè tanto meno CAM, FEM, PDM o DDT o 730 o bla bla bla. Il suo nome è Operatore e vado a presentarvelo.
    Si tratta di una piattaforma operativa in tutti i sensi.
    Le oramai conclamate esigenze di mercato/concorrenza ci hanno portato ad avere a disposizione una vasta gamma di prodotti che soddisfano le più disparate esigenze progettuali e procedurali (ndr: così è e così rimarra affinche sussista il mercato).
    Operatore si adatta alle esigenze dell'utente che può essere un progettista così come un semplice disegnatore o un grafico o un magazziniere.
    Si basa su piattaforma collaborativa la cui operatività è direttamente gestita da criteri di gruppo.
    Esiste un unico formato che rilascia tutte le informazioni a chiunque abbia accesso alla piattaforma: saranno gli stessi criteri di gruppo che filtreranno o meno l'accessibilità a taluni dati e la relativa operabilità (lettura, scrittura, modifica).
    La parte di CAD supporta in egual misura sia il parametrico che il contestuale: libertà dell'utente se e quando adottare l'una o l'altra o ambedue.
    Il contesto modellato definirà il tipo di oggetto (parte meccanica, assiemi, lamiere) ma con un'unico formato. Voglio lavorare un materiale e non un formato file (l'acciaio è acciaio ovunque e comunque esso sia modellato). Proprio per questo dev'essere così intelligente da impedirmi di fare lavorazioni materialmente impossibili (un'imbutitura di un metro su una lamiera da 8/10 non può e non deve essere eseguita).
    Non esiste rilascio dei dati per il post processing: la parte FEM, CAM e compagnia bella devono "ragionare" sull'utilizzo e sullo status fisico dell'oggetto progettato. Il funzionamento è insito nel montaggio: se un pezzo può essere montato, deve esserlo senza che io debba effettuare un'ulteriore verifica. All'utente deve spettare la sola scelta di attribuire ambiti operativi o filtrare analisi indesiderate.
    La parte gestionale è implicita alla possibilità di poter estrarre dati da chiunque acceda alla piattaforma (codifica, revisioni e caxxatine varie non sono altro che macro e permessi di r/w). Ciò che mi interessa è che le informazioni siano accessibili a tutti (o a qualcuno soltanto).
    La parte di gestione delle informazioni crea tutta la documentazione necessaria: dalla tavola 2D all'ultima delle distinte, passando per fogli di calcolo, word processing e manuali.
    La parte di grafica non esiste: voglio modellare, assemblare, tagliare, imbutire... il real-time; basta con stili, colori, ombre, spigoli... quando modello una piastra voglio vedere una piastra e non un parallelepipedo shadeato.
    Questo è quanto. Questo è Operatore... il massimo comun divisore!
    ...c'entra un caxo ma fa rima!
    A me sembra che Siemens e DS con i loro PLM siano già con una realtà del genere.
    Io credo che nessuno abbia scritto qualcosa di innovativo.

    La richiesta di Stefano è :'Perché non riusciamo a colloquiare senza perdere i dati ? E non parlo dell'albero della storia.
    Perché solo le grandi lo stanno facendo ?
    Questo è il succo del discorso, mentre PDM e PLM va visto su medio-grandi Aziende....dove l'integrazione tra il gestionale aziendale e le informazioni tecniche necessitano di una fusione ben accorta (tanti soldi ci vogliono per queste cose).
    Alessandro

  9. #19
    Utente Senior L'avatar di cubalibre00
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1159
    Professione
    Progettazione meccanica
    Regione
    Emilia Romagna
    Software
    NX3;NX6 e SW2009

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da falonef Visualizza Messaggio
    senza polemiche:
    é quello che vuole fare DS con la V6. Peccato che sia soltanto limitato a CATIA V6 e non aperto anche ad altri CAx's
    Fatti, non pugnette.
    Vogliamo avere dei riscontri su realtà che hanno implementato questo PLM2.0.
    TC lo farà a breve con FIAT e Chrysler.
    ENOVIA dove la vedremo e cosa farà ?
    Sulla carta sembra interessante, ma se funziona come SmartTeam allora siete fritti.
    Alessandro

  10. #20
    MoldKiller
    Visitatore

    Predefinito

    Però!
    Pensate ad un bel monitor da 50" di fianco alla macchina utensile da dove l'operatore legge direttamente le quote dal modello 3D.

    Già il 90% delle lavorazioni cnc possono potenzialmente essere programmate tramite cam. Abbinando questo a nuove tecnologie, almeno in alcune officine sarebbe realmente possibile fare a meno della carta.


  • Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

    Discussioni Simili

    1. Risposte: 9
      Ultimo Messaggio: 04-03-2013, 14: 44
    2. Risposte: 3
      Ultimo Messaggio: 02-08-2010, 12: 50
    3. lavorare in 2 sullo stesso assieme
      Di pagatti nel forum Inventor
      Risposte: 3
      Ultimo Messaggio: 13-02-2009, 18: 04
    4. Catturare i colori sullo schermo
      Di arri nel forum Software freeware di utilizzo generale
      Risposte: 0
      Ultimo Messaggio: 30-01-2008, 09: 27
    5. immagine sullo specchio
      Di diliiimamo nel forum Inventor
      Risposte: 4
      Ultimo Messaggio: 28-01-2008, 11: 42

    Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 200 Giorni: 0

    Segnalibri

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  





    CAD3D.it - la community dei progettisti