Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15
  1. #1
    Utente Junior L'avatar di OsKaR-WildFire
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    55
    Professione
    Mechanical Engineer
    Regione
    all the world
    Software
    Office

    Predefinito Trattamento termico su 36NiCrMo16

    XXXXXXXXXXXXXXXX
    messaggio cancellato
    XXXXXXXXXXXXXXXX

    Oskar
    Ultima modifica di OsKaR-WildFire; 22-02-2008 alle 20: 11
    www.camdesign.tk
    Best solutions for manufacturing

  2. #2
    Utente Senior L'avatar di Meccbell
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1322
    Professione
    cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
    Regione
    Malpensaland - Lombardia
    Software
    SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D

    Predefinito

    Ciao Oskar,
    per "maschera" intendi una cosa simile a quella che si usa sugli impianti di trattamento degli ingranaggi Gleason ?
    Se sì, la cosa dovrebbe essere fattibilissima. L'unico problema è il costo della "pressa" e dello stampo (la "maschera").
    Vabbè che dove lavori il grano è disponibile in quantità industriale, ma sarebbe comunque sempre un bell'investimento.
    :)
    Meccbell, the Chipmaker

    "L'epoca della procrastinazione, delle mezze misure, del mitigare, degli espedienti inutili, del differire sta giungendo alla fine.
    Ora stiamo entrando nell'epoca dove ogni azione causa conseguenze."


    Winston L.S. Churchill
    (dal discorso alla House of Commons del 12 novembre 1936, citato anche da Al Gore in Una scomoda verità)



  3. #3
    Utente Standard L'avatar di stevie
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    373
    Professione
    Ingegnere meccanico
    Regione
    Lombardia
    Software
    Solidedge, Cosmos

    Predefinito

    ma il 34NiCrMo16 è un acciaio da bonifica in particolare è detto acciaio autotemprante non adatto a trattamento di cementazione.Se vuoi impiegare quel materiale hai diverse possibilità:
    -Finisci il particolare lasciando un sovrametallo di 1-2 decimi, bonifichi il particolare alla durezza desiderata con un trattamento sottovuoto o in atmosfera controllata, al fine di evitare deformazioni notevoli del pezzo stesso e poi puoi finire le superfici che ti interessano
    -Esegui le lavorazioni che ti interessano sul materiale bonificato ma con una durezza tale da consentirti una buona lavorabilità, lasci il sovrametallo sulle zone soggette a usura che andrai poi a trattare con una tempra a induzione e poi finisci quelle zone
    Esistono altre possibilità come cambiare il materiale e usarne uno da cementazione come il 18NiCrMo5, oppure se hai problemi di usura notevole puoi anche ricorrere ai rivestimenti superficiali (TiN,etc)

  4. #4
    Utente Senior L'avatar di Preparation-H
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1051
    Professione
    Lavoro Monotono
    Regione
    Piemonte
    Software
    "Pala e Picco"

    Predefinito

    Ciao,

    Come detto da stevie il 34NiCrMo16 è un acciaio da bonifica e non è dei più adatti per un trattamento di cementazione.
    Se intendi adoperare materiali alternativi come indicato come il 18NiCrMo5 (classicissimo materiale da cementazione, usato moltissimo nella costruzione di particolari di macchine utensili) il sovrametallo che devi lasciare per una eventuale finitura deve essere di almeno .3 mm. Se poi il pezzo è pure forato internamente aumenta pure lo spessore a .4/.45mm.
    La finitura avviene mediante rettifica?

    Ciao

  5. #5
    MOD.Stampi e manuf.indust L'avatar di SHIREN
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1987
    Professione
    Perito Ind.mecc.MODELLI E ATTREZZATURE PER FONDERIE STAMPI-PROTOTIPI INDUSTRIALI
    Regione
    NAPOLI
    Software
    "ah capa"

    Predefinito trattamenti

    ciao a tutti
    spero di aver capito bene
    il pezzo ha delle sez.lunghe e "snelle"
    diciamo sez di spessore fine
    dico che se sottoponi sta cosa ad un trattamento
    nessuno ti dara' mai la certezza che esse rimangono immobili
    neanche se usi "gusci-impronte negative-e punti di ancoraggio per tenerle al loro posto"
    in questi casi(non sono un esperto in trattamenti)
    si usa lasciare un abbondante materiale sulle sez a rischio
    poi si fanno delle sagome in metallo non ferroso
    e dopo al banco si lima a mano l'eventuale anomalia
    questa e' la mia esperienza diretta
    quando si ha che fare con il calore
    e sempre stata na rogna
    posto una mia esperienza
    dovevamo trattare in olio dei listelli 250x40x8 in c45
    una volta raggiunta la caloria necessaria li immergevamo come capitava nell'olio
    dopo avevamo non un listello
    ma un'onda
    ci accorgemmo che se invece calavamo in perpendicolare il listello
    nell'olio rimaneva dritto lineare
    ma nel frattempo ne avevamo gia buttati un centinaio
    e' un'altro mestiere dove l'esperienza conta piu della teoria
    grazie mille
    shiren

  6. #6
    Utente Senior L'avatar di Preparation-H
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1051
    Professione
    Lavoro Monotono
    Regione
    Piemonte
    Software
    "Pala e Picco"

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SHIREN Visualizza Messaggio
    ciao a tutti
    spero di aver capito bene
    il pezzo ha delle sez.lunghe e "snelle"
    diciamo sez di spessore fine
    dico che se sottoponi sta cosa ad un trattamento
    nessuno ti dara' mai la certezza che esse rimangono immobili
    neanche se usi "gusci-impronte negative-e punti di ancoraggio per tenerle al loro posto"
    in questi casi(non sono un esperto in trattamenti)
    si usa lasciare un abbondante materiale sulle sez a rischio
    poi si fanno delle sagome in metallo non ferroso
    e dopo al banco si lima a mano l'eventuale anomalia
    questa e' la mia esperienza diretta
    quando si ha che fare con il calore
    e sempre stata na rogna
    posto una mia esperienza
    dovevamo trattare in olio dei listelli 250x40x8 in c45
    una volta raggiunta la caloria necessaria li immergevamo come capitava nell'olio
    dopo avevamo non un listello
    ma un'onda
    ci accorgemmo che se invece calavamo in perpendicolare il listello
    nell'olio rimaneva dritto lineare
    ma nel frattempo ne avevamo gia buttati un centinaio
    e' un'altro mestiere dove l'esperienza conta piu della teoria
    grazie mille
    shiren

    Ciao Shiren,

    hai centrato il problema, quando hai a che fare con i trattamanti termici non esiste nessuna teoria, ci vuole molta pratica ed esperienza. Quando noi eseguiamo la cementazione e la tempra i pezzi vengono appesi in verticale sul telaio. La deformazione comunque dipende molto anche dal materiale che si va a trattare. Anche se molte volte lo stesso materiale reagisce in maniera differente, questo potrebbe dipendere anche dalla composizione chimica della barra che non sempre è uguale,lo noti già da come si comporta l'utensile in fase di taglio...
    Su dei tondi di diametro esterno 110 forato internamente da diametro 90, abbiamo delle ovalizzazioni che variano dai .2 ai .3mm, si riescono comunque a raddrizzare, ma il lavoro è immane. Però anche in questi casi non sempre, o comunque non su tutti i pezzi, avviene l'ovalizzazione.

    Saluti

  7. #7
    Utente Senior L'avatar di Preparation-H
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1051
    Professione
    Lavoro Monotono
    Regione
    Piemonte
    Software
    "Pala e Picco"

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da OsKaR-WildFire Visualizza Messaggio
    .... Il mio dubbio riguarda l'utilità delle "maschere" per il trattamento utili a diminuire le eventuali deformazioni. Qaualcuno ha esperienza in merito?
    No per l'uso delle maschere no... Sorry.

    Ciao

  8. #8
    Utente Standard L'avatar di stevie
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    373
    Professione
    Ingegnere meccanico
    Regione
    Lombardia
    Software
    Solidedge, Cosmos

    Predefinito

    non capisco, se sai che il materiale non è adatto alla cementazione perchè lo vuoi cementare comunque?se vuoi ottenere una durezza elevata in quelle zone soggette a usura dovrai ricorrere a una tempra a induzione nelle suddette zone

  9. #9
    Utente Senior L'avatar di Meccbell
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1322
    Professione
    cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
    Regione
    Malpensaland - Lombardia
    Software
    SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da OsKaR-WildFire Visualizza Messaggio
    Vi chiedo scusa ma mi rendo conto di non essermi espresso bene. :D
    Sono ignorante in TECNICHE di trattamento termico, non in trattamenti termici :D. So che l'acciaio in questione è da tempra, anzi tempra a cuore! non mi sono espresso bene nel trattamento di cementazione, questa non è fatta su tutto il pezzo ma solo sulle parti soggette ad usura (chiamiamole guide) che andranno successivamente rettificate, (il pezzo viene finito pretrattemento, il sovrametallo rimane solo nelle zone da cemetare) le altre zone vengono protette con della pasta protettiva. Il materiale sicuramente è quello e non può essere modificato.
    No,no...stop, wait a moment, please.
    Se il materiale è temprabile al cuore, allora puoi proteggere quello che vuoi, ma al momento del raffreddamento di temprerà tutto lo stesso, magari con qualche Hrc in meno nelle zone protette per via di una velocità di raffreddamento minore, ma si temprerà comunque.
    Allora, o fai come ti ha proposto Stevie e fai fare una tempra superficiale ad induzione solo sulle parti che sono da indurire, o cambi il materiale (ma se ciò non si può fare...).
    Attenzione che su un acc. da bonifica ad alta lega, come quello in questione, la tempra ad induzione, se non curata al massimo, può creare cricche e fragilità, soprattutto nella zona di transizione tra la parte temprata e quella no.

    Piuttosto, dato che alla pagina del rivenditore della Aubert&Duval http://www.faroacciai.it/it/819b.html si dice che è possibile la nitrurazione (anche se con riserva), si potrebbe fare una prebonifica dopo sgrossatura, seguita dalla bonifica definitiva a pezzo finito prima della rettifica.
    Quindi si proteggono le superfici da non trattare e si fa una nitrurazione prof. 0,4-0,5 e si rettifica il pezzo.
    Però va verificata questa storia della nitrurazione. Data la presenza di Nickel nell'acciao il rischio è sempre quello di una certa fragilità.
    Il ciclo con doppio trattamento di bonifica garantisce la quasi assenza di deformazioni, sia tra la sgrossatura e la finitura e, soprattutto, con la nitrurazione.
    Citazione Originariamente Scritto da OsKaR-WildFire Visualizza Messaggio
    Il mio dubbio riguarda l'utilità delle "maschere" per il trattamento utili a diminuire le eventuali deformazioni. Qaualcuno ha esperienza in merito?
    Io direttamente no, anche se le ho viste all'opera nel settore della produzione delle trasmissioni aeronautiche.
    Come ti accennavo nell'altro post, questa è una tecnica che è stata sviluppata dagli americani della Gleason per la tempra di ruote e corone dentate, specialmente in 2 casi: grandi dimensioni a livello di diametro con una relativa "snellezza" dei pezzi (esempio una corona ad anello da 600 mm di diametro, 40 di spessore e foro da 480, con una dentatura modulo 4 e che non si deforma oltre 0,1-0,2 mm).
    Altra applicazione tipica sono gli ingranaggi dei cambi di velocità automobilistici, dove, anche per ovvii motivi di costo, si deve contenere al minimo la deformazione da trattamento per ridurre altrettanto al minimo il sovrametallo da asportare in rettifica o addirittura eliminare del tutto tale operazione.

    Le cosiddette "presse Gleason" sono attrezzature abbastanza complesse, non tanto a livello di costruzione meccanica, quanto nello sviluppo dell'attrezzatura (stampo) che deve contenere il pezzo in fase di tempra, in quanto occorre stabilire in quali punti il pezzo va vincolato ed in quali punti far giungere il liquido di tempra, che deve contemporaneamente raffreddare anche lo stampo.
    Ovviamente ci sta anche la "piccola complicazione" data dal fatto che il pezzo va estratto dal forno e posto nello stampo per lo spegnimento. Nel caso di pezzi di grandi dimensioni questo fa sì che si debba studiare anche un'appropriato sistema di movimentazione.
    Per capire il principio costruttivo di tali presse, grazie all'ottimo Google Patents, ecco un paio di brevetti che le illustrano.
    http://www.google.com/patents/pdf/Qu...NP3V-zsn3bfpR0
    http://www.google.com/patents/pdf/QU...aWEsMA_tOR4t1U

    :)
    Meccbell, the Chipmaker

    "L'epoca della procrastinazione, delle mezze misure, del mitigare, degli espedienti inutili, del differire sta giungendo alla fine.
    Ora stiamo entrando nell'epoca dove ogni azione causa conseguenze."


    Winston L.S. Churchill
    (dal discorso alla House of Commons del 12 novembre 1936, citato anche da Al Gore in Una scomoda verità)



  10. #10
    Utente Senior L'avatar di Meccbell
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    1322
    Professione
    cercare di risolvere i problemi esistenti più velocemente dei nuovi che si creano
    Regione
    Malpensaland - Lombardia
    Software
    SE + SinteCam25 + Featurecam Mill3D

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da OsKaR-WildFire Visualizza Messaggio
    Alt!!!....la tempra veine effettuata su tutto il pezzo, è nella cementazione che questo viene protetto in alcune zone.


    L'ufficio metallurgia ha già verificato questi problemi.
    Cementazione su materiale temprabile ? Sinceramente è la prima volta che la sento 'sta cosa.
    Dato che, come poi dici, non è sul trattamento che dobbiamo concentrarci, in seguito, magari con comodo, ci spieghi esattamente che trattamento viene eseguito ? Secondo me quello che definisci "cementazione" o è una nitrurazione, oppure è una carbonitrurazione. Altrimenti non si spiega il discorso della protezione delle parti da non trattare.
    Citazione Originariamente Scritto da OsKaR-WildFire Visualizza Messaggio
    Attenzione però, l'argomento viene sempre spostato sul trattamento termico. Ha riguardo c'è una procedura ben precisa da seguire che è ben collaudata da tempo su questo materiale. Ripeto che la mia domanda non si riferisce al TT!

    @mecbell ho problemi con la visualizzazione dei link!
    Pardon. Mi sono dimenticato che per vedere la copia integrale di alcuni brevetti dell'USPTO occorre un apposito plugin.
    Ecco direttamente i pdf in questione.

    Quench_press.pdf

    QUENCHING_PRESS_X__L.pdf

    Enjoy
    :)
    Meccbell, the Chipmaker

    "L'epoca della procrastinazione, delle mezze misure, del mitigare, degli espedienti inutili, del differire sta giungendo alla fine.
    Ora stiamo entrando nell'epoca dove ogni azione causa conseguenze."


    Winston L.S. Churchill
    (dal discorso alla House of Commons del 12 novembre 1936, citato anche da Al Gore in Una scomoda verità)




  • Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

    Discussioni Simili

    1. Trattamento termico Blacknite
      Di Fulvio Romano nel forum Progettazione meccanica - forum generale
      Risposte: 3
      Ultimo Messaggio: 04-03-2011, 15: 42
    2. Trattamento termico dopo taglio laser?
      Di meccamartini nel forum Stampaggio industriale
      Risposte: 15
      Ultimo Messaggio: 10-11-2010, 22: 45
    3. Trattamento termico...
      Di HOOPS nel forum Progettazione meccanica - forum generale
      Risposte: 3
      Ultimo Messaggio: 28-04-2009, 11: 00
    4. Trattamento finale
      Di Bolik182 nel forum Solidworks
      Risposte: 1
      Ultimo Messaggio: 17-10-2008, 15: 31
    5. Trattamento termico 39NiCrMo3
      Di Guido nel forum Progettazione meccanica - forum generale
      Risposte: 28
      Ultimo Messaggio: 03-09-2008, 21: 59

    Segnalibri

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  



    CAD3D.it - la community dei progettisti