è la voce narrante di Levante, che dopo aver sentito la musica dal paese si precipita a casa col motorino e si schianta nella stalla, stupìto dalle ragazze che ballano nell'aia assieme a Libero e Selvaggia, distruggendolo.

io dopo il tubone "nologo" di terza mano che ho sempre sostenuto essere uno scorpio a causa di uno scorpione stilizzato appiccicato sul serbatoio (mi sovviene ora che oltre alle 6 marce aveva la testa compact system con raffreddamenteo ad aria e i miei amici han sempre cercato di convincermi a metterci su l'80 "dài, hai 6 caxxo di marce, metti su l'80 e vedrai come entra in coppia", ma la paghetta era quel che era) a molto malincuore e altrettanto obbligato sono passato ad un decisamente più moderno motron gl4, ma a cui mi sono limitato a togliere le strozzature.
gli amici più grandi avevano tutti il cobra, di cui uno in grado di toccare i 120 (come collettore un tubo telato da irrigazione di 50, e un carburatore penso preso da un 125).
una leggenda locale narra che tale Monari (personaggio pluriripetente da me personalmente conosciuto) avrebbe reso un ciao in grado di superare i 110, ma sono numeri che già allora mi lasciavano perplesso, di sicuro c'è che per dare aria al carburatore aveva traforato le carene laterali.
il mio top è stato poter tirare su un Malanca 125 bicilindrico (!) in linea doppio carburatore che aveva dei problemi di accensione. nel senso che l'isolamento del cavo della candela era andato, ma siccome ai tempi l'alternatore era coi controcohones faceva delle scariche verso la testa lunghe 3 centimetri, sembrava di vedere quelle che adesso sono le sfere al plasma, solo che erano in aria, per cui la scintilla non è mai mancata...
ma già si vedevano in giro i primi booster e sfera

basta che mi sta già scendendo una lacrima