Pagina 15 di 23 PrimaPrima ... 51314151617 ... UltimaUltima
Risultati da 141 a 150 di 230
  1. #141
    Moderatore SolidEdge L'avatar di cacciatorino
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    9338
    Professione
    Ingegnere meccanico
    Regione
    Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
    Software
    SolidEdge CoCreate Salome-Meca

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Focus Visualizza Messaggio
    Rileggendo....mi sono domandato com facessero al tempo del 2D e del tecnigrafo + china, oggi siamo molto avvantaggiati IMHO.
    Gia', infatti una volta serviva molto piu' tempo per progettare le macchine, e sicuramente la qualita' della progettazione era inferiore.

    ricordo il mio primo progetto serio, appena laureato. Il mio cliente voleva una revisione del progetto ogni settimana, e io perdevo un giorno ogni settimana a riordinare gli assiemi, rifare le sezioni, etc etc, e si parla di cad2d, non di tecnigrafo...



    stimarchetti.altervista.org - Progettazione Meccanica

  2. #142
    Moderatore L'avatar di Focus
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    642
    Professione
    Odio il sitema italiota e gli italioti di professione.
    Regione
    Toscana
    Software
    Solid Edge

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da cacciatorino Visualizza Messaggio
    Gia', infatti una volta serviva molto piu' tempo per progettare le macchine, e sicuramente la qualita' della progettazione era inferiore.

    ricordo il mio primo progetto serio, appena laureato. Il mio cliente voleva una revisione del progetto ogni settimana, e io perdevo un giorno ogni settimana a riordinare gli assiemi, rifare le sezioni, etc etc, e si parla di cad2d, non di tecnigrafo...
    Bè 3 anni di tecnigrafo e 10 di 2D me li sono fatti anch'io ma non ricordo bene come si faceva, anzi oggi probabilmente non sarei più in grado di progettare in 2D.
    Lasciamo che il futuro dica la verità, e giudichiamo ciascuno secondo le proprie opere e obiettivi.
    (Nikola Tesla)

  3. #143
    Utente Senior L'avatar di stef_design
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    2292
    Professione
    ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
    Regione
    Veneto - Austin (TX)
    Software
    SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da UGoverALL Visualizza Messaggio
    Vi omaggio di una presentazione che ho fatto in Fiat per fargli capire che cosa è la ST, perchè è nata ed alcuni scenari applicativi.
    fatemi sapere che ne pensate...
    Come sapete io sono sempre disponibile a cambiare idea se ben argomentata.
    Ciao,
    Ciao Beppe, bella presentazione. Mi piace l'approccio e il future plan di Siemens. Come ben sai io uso Catia, vedendo le prime demo/video di V6 penso che i due approcci (Siemens&Dassaul) siano diversi. La prima è entrata nel panorama CAD, con la ST, molto più pesantemente rispetto all'ultima (dassault). Ai giorni d'oggi dove il time to market è importante penso che Siemens con le sue "innovazioni" sta aprendo la strada ad un nuovo modo di progettare.

    Faccio un esempio concreto:
    in questi giorni in azienda stiamo ultimando un telaio di una macchina da non so quante feauture (100mb di file, model tree lunghissimo, versione R18).
    E' impossibile modificare un feature all'inizio dell'albero, ci vuole una pausa pranzo per aggiornare il modello.
    Pensate se devo spostare un poppetta (fatta all'inizio) di una quota X. Oltre al tempo di rigenerazione del modello, sicuramente nascono nuovi "warning" (tipo: non trovo il raccordo, lo sformo non viene...). Soluzione adottata: congelo il modello. Cioè elimino tutta la storia, lo rendo un solido unico e da lì comincio a lavorare. E se devo spostare una poppetta?!? Semplice, la elimino e la ricostruisco.

    Il problema non ci sarebbe con la ST, perchè il modello non deve ri-aggiornarsi.
    ciao
    P.S. Beppe, se hai altri pdf/video sulla ST o DM posta pure, sono interesssssantisimi
    Ultima modifica di stef_design; 14-02-2009 alle 17: 06

  4. #144
    Moderatore SolidEdge L'avatar di cacciatorino
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    9338
    Professione
    Ingegnere meccanico
    Regione
    Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
    Software
    SolidEdge CoCreate Salome-Meca

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da stef_design Visualizza Messaggio
    Ciao Beppe, bella presentazione. Mi piace l'approccio e il future plan di Siemens. Come ben sai io uso Catia, vedendo le prime demo/video di V6 penso che i due approcci (Siemens&Dassaul) siano diversi. La prima è entrata nel panorama CAD, con la ST, molto più pesantemente rispetto all'ultima (dassault). Ai giorni d'oggi dove il time to market è importante penso che Siemens con le sue "innovazioni" sta aprendo la strada ad un nuovo modo di progettare.

    Faccio un esempio concreto:
    in questi giorni in azienda stiamo ultimando un telaio di una macchina da non so quante feauture (100mb di file, model tree lunghissimo, versione R18).
    E' impossibile modificare un feature all'inizio dell'albero, ci vuole una pausa pranzo per aggiornare il modello.
    Pensate se devo spostare un poppetta (fatta all'inizio) di una quota X. Oltre al tempo di rigenerazione del modello, sicuramente nascono nuovi "warning" (tipo: non trovo il raccordo, lo sformo non viene...). Soluzione adottata: congelo il modello. Cioè elimino tutta la storia, lo rendo un solido unico e da lì comincio a lavorare. E se devo spostare una poppetta?!? Semplice, la elimino e la ricostruisco.

    Il problema non ci sarebbe con la ST, perchè il modello non deve ri-aggiornarsi.
    ciao
    P.S. Beppe, se hai altri pdf/video sulla ST o DM posta pure, sono interesssssantisimi

    A me non capitano casi cosi' intricati, ma problemi del genere non si potrebbero risolvere dividendo il modello in sottoparti? Cioe' facendo degli assemblati di piu' solidi elementari e poi codificarli come oggetto unico a livello di distinta di macchina? forse il multybody di SWX e' una cosa del genere? Dico forse perche' poi questo multibody non lo conosco dal vivo.

    Comunque mi sto facendo un'idea:
    ST e' utile per chi lavora con solidi complessi come le fusioni, stampaggi, etc. Invece e' inutile se non dannosa per chi fa solidi semplici come capita a me (pezzi torniti, fresati, etc etc).



    stimarchetti.altervista.org - Progettazione Meccanica

  5. #145
    Utente Senior L'avatar di stef_design
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    2292
    Professione
    ingegnerizzatore prodotto-automotive (dream cars)
    Regione
    Veneto - Austin (TX)
    Software
    SW 2009 - Pro/E WF4 - Catia V5 R20 - Matlab - Ansys - TC7 - VPM

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da cacciatorino Visualizza Messaggio
    A me non capitano casi cosi' intricati, ma problemi del genere non si potrebbero risolvere dividendo il modello in sottoparti? Cioe' facendo degli assemblati di piu' solidi elementari e poi codificarli come oggetto unico a livello di distinta di macchina? forse il multybody di SWX e' una cosa del genere? Dico forse perche' poi questo multibody non lo conosco dal vivo.

    Comunque mi sto facendo un'idea:
    ST e' utile per chi lavora con solidi complessi come le fusioni, stampaggi, etc. Invece e' inutile se non dannosa per chi fa solidi semplici come capita a me (pezzi torniti, fresati, etc etc).
    Ok ma se ho un oggetto che si chiama mettiamo TELAIO ed è un unico componente in plastica (unico stampo, un'unica impronta) avrebbe poco senso dividerlo in parti. poi allo stampista cosa mando?!? E poi mi creo un codice per ognuno...sai codici in azienda?!?

    Secondo me è utilissima la ST, se viene implementata nei CAD non è detto che è necessario usarla.
    ciao
    ciao

  6. #146
    Moderatore SolidEdge L'avatar di cacciatorino
    Iscritto dal
    2007
    Messaggi
    9338
    Professione
    Ingegnere meccanico
    Regione
    Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
    Software
    SolidEdge CoCreate Salome-Meca

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da stef_design Visualizza Messaggio
    Ok ma se ho un oggetto che si chiama mettiamo TELAIO ed è un unico componente in plastica (unico stampo, un'unica impronta) avrebbe poco senso dividerlo in parti. poi allo stampista cosa mando?!? E poi mi creo un codice per ognuno...sai codici in azienda?!?

    Secondo me è utilissima la ST, se viene implementata nei CAD non è detto che è necessario usarla.
    ciao
    ciao
    Mica li devi codificare tutti: io, quando faccio gli assiemi saldati, faccio un file per ogni componente da assiemare (il tubolare, la piattina di rinforzo, la squadretta, etc etc) piu' un file assembly che li contiene tutti, ma poi all'ufficio acquisti arriva solo il codice del'assieme, che a livello gerarchico sara' allo stesso livello dei vari altri pezzi della macchina.
    Con solid edge poi potrei esportare il pezzo in step e reimportarlo come parte singola e avrei finalmente il pezzo da mandare allo stampista.
    Per quanto riguarda la ST, purtroppo non e' come dici tu: se mi arriva in casa un file fatto in modalita' ST, lo posso modificare o come se fosse uno step, come fai tu, oppure usando i comandi della ST, con tutte le possibili conseguenze di cui abbiamo parlato.



    stimarchetti.altervista.org - Progettazione Meccanica

  7. #147
    MoldKiller
    Visitatore

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da UGoverALL Visualizza Messaggio
    Vi omaggio di una presentazione che ho fatto in Fiat per fargli capire che cosa è la ST, perchè è nata ed alcuni scenari applicativi.
    fatemi sapere che ne pensate...
    Come sapete io sono sempre disponibile a cambiare idea se ben argomentata.
    Ciao,
    Io lo trovo molto interessante.

    Vedo ancora molti limiti pratici, un esempio moto evidente è quello della faccia occultata dal raccordo che non può essere rigenerata. Poi c'è sempre il problema di tutta la geometria che non è facilmente interpretabile come una feature, perché proviene da una modellazione avanzata o di scarsa qualità.
    Comunque prendo atto del fatto che come hai detto Tu si tratta dei primi passi di una nuova tecnologia che deve essere ancora sviluppata.

    Nel mio settore vedo grandi potenzialità future nella modifica dei modelli importati, mentre nel progetto vero e proprio dello stampo mi sembra ancora più efficace il parametrico top-down. Anche se per effettuare degli studi preliminari potrebbe essere molto più pratica e immediata la ST.

    Ciao

  8. #148
    Stefano_ME30
    Visitatore

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da UGoverALL Visualizza Messaggio
    Vi omaggio di una presentazione che ho fatto in Fiat per fargli capire che cosa è la ST, perchè è nata ed alcuni scenari applicativi.
    fatemi sapere che ne pensate...
    Come sapete io sono sempre disponibile a cambiare idea se ben argomentata.
    Ciao,
    Mi sono sentito a "casa" vedendolo!
    Grazie

  9. #149
    Stefano_ME30
    Visitatore

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da stef_design Visualizza Messaggio
    Ciao Beppe, bella presentazione. Mi piace l'approccio e il future plan di Siemens. Come ben sai io uso Catia, vedendo le prime demo/video di V6 penso che i due approcci (Siemens&Dassaul) siano diversi. La prima è entrata nel panorama CAD, con la ST, molto più pesantemente rispetto all'ultima (dassault). Ai giorni d'oggi dove il time to market è importante penso che Siemens con le sue "innovazioni" sta aprendo la strada ad un nuovo modo di progettare.

    Faccio un esempio concreto:
    in questi giorni in azienda stiamo ultimando un telaio di una macchina da non so quante feauture (100mb di file, model tree lunghissimo, versione R18).
    E' impossibile modificare un feature all'inizio dell'albero, ci vuole una pausa pranzo per aggiornare il modello.
    Pensate se devo spostare un poppetta (fatta all'inizio) di una quota X. Oltre al tempo di rigenerazione del modello, sicuramente nascono nuovi "warning" (tipo: non trovo il raccordo, lo sformo non viene...). Soluzione adottata: congelo il modello. Cioè elimino tutta la storia, lo rendo un solido unico e da lì comincio a lavorare. E se devo spostare una poppetta?!? Semplice, la elimino e la ricostruisco.

    Il problema non ci sarebbe con la ST, perchè il modello non deve ri-aggiornarsi.
    ciao
    P.S. Beppe, se hai altri pdf/video sulla ST o DM posta pure, sono interesssssantisimi
    E' incredibile, per 20 anni mi sono sentito un eremita e poi tutto all'improvviso mi accorgo che quello che solo io vedevo,ora lo vedono anche gli altri.
    Possono farmi uscire dal manicomio adesso!

  10. #150
    MoldKiller
    Visitatore

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da cacciatorino Visualizza Messaggio
    A me non capitano casi cosi' intricati, ma problemi del genere non si potrebbero risolvere dividendo il modello in sottoparti? Cioe' facendo degli assemblati di piu' solidi elementari e poi codificarli come oggetto unico a livello di distinta di macchina? forse il multybody di SWX e' una cosa del genere? Dico forse perche' poi questo multibody non lo conosco dal vivo.
    Il multibody di SWx non è assolutamente sfruttabile per risolvere questo genere di problemi.
    Il multibody è semplicemente una parte che può contenere più corpi separati ma l'albero delle funzioni è uno solo, quindi se devo modificare la prima feature dell'albero SWx mi rigenera tutte le features anche se sono quelle di altri corpi.
    Inoltre visto che stai lavorando su vari corpi che a lavoro finito ne devono formare uno solo, saresti costretto a creare delle features ripetitive e come effetto avresti un l'albero più lungo.
    Senza contare che alcune sagome sarebbe impensabile ottenerle a pezzi, quindi dovresti crearti un corpo per poi dividerlo e saresti messo peggio ancora.

    Invece il multibody è molto potente se utlizzato come strumento di modellazione.



    Citazione Originariamente Scritto da cacciatorino Visualizza Messaggio
    Comunque mi sto facendo un'idea:
    ST e' utile per chi lavora con solidi complessi come le fusioni, stampaggi, etc. Invece e' inutile se non dannosa per chi fa solidi semplici come capita a me (pezzi torniti, fresati, etc etc).
    Il fatto è che paradossalmente le parti semplici sembrerebbero quelle più adatte ad essere modificate con la ST.
    Quelle complesse dipende da cosa intendi per complesso. Ad esempio se devo spostare una nervatura in un cruscotto certamente la ST è velocissima, mentre se devo modificarne la sagoma la vedo dura.

    Io sono del parere che al momento la ST è adatta a modificare modelli semplici ma non fa la differenza, è ottima per modificare geometrie semplici su parti complicate e invece non è utilizzabile per modificare forme complesse.


  • Pagina 15 di 23 PrimaPrima ... 51314151617 ... UltimaUltima

    Discussioni Simili

    1. disattivare synchronous technology
      Di strangelittle_girl nel forum Solid Edge
      Risposte: 3
      Ultimo Messaggio: 03-09-2010, 10: 14
    2. Synchronous Technology
      Di axa nel forum NX (Unigraphics)
      Risposte: 58
      Ultimo Messaggio: 19-09-2008, 20: 31
    3. Risposte: 2
      Ultimo Messaggio: 29-08-2008, 09: 56
    4. Siemens PLM Software: Synchronous Technology
      Di cad3d nel forum Notizie importanti (appariranno in Home page)
      Risposte: 4
      Ultimo Messaggio: 01-05-2008, 17: 34
    5. NX Synchronous Technology
      Di bafio nel forum NX (Unigraphics)
      Risposte: 4
      Ultimo Messaggio: 25-04-2008, 21: 56

    Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 200 Giorni: 0

    Segnalibri

    Segnalibri

    Permessi di Scrittura

    • Tu non puoi inviare nuove discussioni
    • Tu non puoi inviare risposte
    • Tu non puoi inviare allegati
    • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
    •  





    CAD3D.it - la community dei progettisti