Lo scorso 31 dicembre 2011 è scaduto il periodo transitorio di convivenza tra le precedenti norme UNI EN 81-1/2:1998 e le nuove versioni emendate, pertanto a partire dal 1° gennaio 2012 solo le norme UNI EN 81-1/2:2010, contenenti l'emendamento A3, danno la presunzione di conformità ai requisiti essenziali della direttiva ascensori 95/16/CE.

Tra le modifiche introdotte si segnala, in particolare, la distinzione tra ascensore (e quindi impianto di sollevamento soggetto alla direttiva ascensori 95/16/CE) e macchina di sollevamento (soggetta alla 2006/42/CE) che risiede nella velocità della cabina: sono ascensori gli impianti di sollevamento con velocità maggiore di 0,15 m/s indipendentemente da altre caratteristiche e, invece, sono macchine di sollevamento gli impianti con velocità minore o uguale a 0,15 m/s.

Le altre modifiche riguardano il sistema di fissaggio delle protezioni (meccaniche, elettriche, ecc.) che deve rimanere solidalmente connesso con il riparo o l'apparecchiatura; il dispositivo per la precauzione contro i movimenti incontrollati della cabina a porte aperte, ad ogni velocità, e sia in salita che in discesa; l'arresto normale della cabina ai piani e la precisione di livellamento.

Fonte ed info:
http://www.periti.info/Ascensori-i-n...i_2_18_01_2012